Ugly Betty

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Ugly Betty

Serie TV

Immagine Logo Ugly Betty.svg.
Titolo originale

Ugly Betty

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

2006 – 2010

Genere commedia, drammatico
Stagioni 4
Episodi 85
Ideatore Fernando Gaitán da un'idea di Silvio Horta
Rete televisiva ABC
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ugly Betty, serie televisiva statunitense trasmessa dal 2006 al 2010.

Stagione 1[modifica]

Incipit[modifica]

Betty: Mi piace il tuo poncho. Mio padre me ne ha portato uno da Guadalajara.
Charmaine: Milano. Dolce & Gabbana. Autunno-inverno.
Betty: Oh.

Episodio 1, Ugly Betty[modifica]

  • Betty: Apprezzo molto che tu sia qui Daniel, ma te ne andrai via e porterai la tua bella macchina sotto il tuo loft a Soho mentre io resterò sempre qui. Senza lavoro ad affrontare problemi che tu neanche capiresti.
    Daniel: Mettimi alla prova. I problemi li abbiamo tutti Betty.
    Betty: Ah! E i tuoi quali sono Daniel? In che ristorante andare a mangiare o quale modella portarti a letto? Prova a passare la giornata a telefono con un impiegato puntiglioso per convincere l'assicurazione a passarti le medicine per tuo padre, o a fare la fila per un lavoro, un lavoro qualunque, perché devi pagare l'affitto il prossimo mese!
    Daniel: Senti, ho perso un fratello poco tempo fa, era lui quello bravo della famiglia, io non sono mai stato all'altezza ma ci sto provando. Betty, non potrei mai paragonare i miei problemi ai tuoi, però sono i miei. Non è facile per nessuno.

Episodio 7, Risvolti[modifica]

  • Perché alla fine, l'unica persona sulla faccia della terra su cui puoi veramente contare è te stesso. (Wilhelmina)

Episodio 13, In o out[modifica]

  • Cinque mesi fa credevi che Cavalli fosse un tipo di pasta. (Daniel)

Citazioni su Ugly Betty[modifica]

  • Remake statunitense di Yo soy Betty, la fea, telenovela colombiana di successo. Lo show, che ricorda molto nei primi episodi il film Il diavolo veste Prada, é leggero e piacevole nel suo guardare con ironia al contraddittorio e un pó perverso mondo della moda, fatto di apparenza e nessuna sostanza. (Il Morandini)

Altri progetti[modifica]