Valéry Giscard d'Estaing

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Valéry Giscard d'Estaing, 1978

Valéry Marie René Georges Giscard d'Estaing (1926 – vivente), politico francese.

Citazioni di Valéry Giscard d'Estaing[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Il Monte Bianco era il nome di una montagna che ci separava. Da domani sarà il nome di un tunnel che ci riunisce.[1]
  • L'Europa senza Grecia è come un bambino senza certificato di nascita.
Europe without Greece is like a child without a birth certificate.[2]
  • [Su Mobutu Sese Seko] Le manifestazioni d'entusiasmo vengono come onde a infrangersi ai suoi piedi, come la savana si piega sotto il vento.[3]

Citazioni su Valéry Giscard d'Estaing[modifica]

  • Al vertice franco-africano di Kigali, il presidente francese Giscard d'Estaing è costretto a fare salti mortali e piroette per evitare di stringere la mano a Bokassa. (Arminio Savioli)
  • Chi, infatti, ha consegnato alcuni milioni di franchi al primo ministro centro-africano Henri Maidou, affinché Bokassa potesse pagare gli stipendi degli statali? Giscard. Chi si è rivolto (fino a ieri) a Bokassa chiamandolo «caro parente»? Chi gli ha reso visita con straordinaria sollecitudine, non appena eletto presidente? Sempre Giscard. E chi possiede un «capanno» (una villa in una riserva di caccia) nell'impero centro-africano? Giscard. E chi è commendatore dell'Ordine dell'Operazione Bokassa? Un fratello di Giscard, François. E chi ha negoziato per conto della Francia la concessione di un terzo dei giacimenti di uranio di Bakouma? Un cugino di Giscard, Jacques. (Arminio Savioli)

Note[modifica]

  1. Da una dichiarazione del 16 luglio 1965; citato in Il traforo del Monte Bianco ha 50 anni, Il Post.it, 16 luglio 2015.
  2. Citato in Cesare Cunaccia, Cahier d'un voyage en Grèce, Vogue, 13 febbraio 2012.
  3. Citato in Pietro Veronese, La caduta del tiranno occidentale, la Repubblica, 18 maggio 1997.

Altri progetti[modifica]