Vittorio Emanuele Orlando

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
George Clemenceau, David Lloyd-George e Vittorio Emanuele Orlando durante la conferenza di pace di Parigi, 1919

Vittorio Emanuele Orlando (1860 – 1952), politico e giurista italiano.

  • Dobbiamo considerare il peggio. Non voglio la risposta oggi. Noi possiamo, dopo quattro anni di inenarrabili privazioni e sacrifici, per cui nessun altro paese ci supera, trovarci di nuovo dinanzi a sacrifici. In questo momento l'Italia è più grande, è più pronta di prima; è grande come nel maggio 1915. Vi domando però che la decisione sia maturata. Non è solo il rifornimento che manca. Ma l'Italia conosce la fame: non conosce il disonore. (discorso del 26 aprile 1919, citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 611)
  • Il bene e il male non hanno alcun limite, fuorché quello di esistere entrambi. (da Discorsi per la guerra e per la pace)
  • In questa guerra che noi accettammo, non perché breve, facile e sicura, ma perché, sapendola invece terribile e lunga, era guerra giusta e necessaria, qualche cosa è avvenuto onde il pensiero si esalta e il cuore si gonfia di commozione. Pensate: tutti gl'Italiani per tutta l'Italia! (da Discorsi per la guerra, Roma, 1919, Biblioteca dell'«Eloquenza», p. 30)
  • Io credo che veramente il Nitti fu un uomo fatale all'Italia, ma verso il quale durante tutto quest'ultimo ventennio mi sono astenuto dal pronunciare anche soltanto una parola amara, per ciò che egli è stato ed è un perseguitato e un assente: due ragioni decisive per cui egli ha diritto al mio rispetto. (da Memorie, 1915-1919, a cura di Rodolfo Mosca, Rizzoli, 1960, p. 17)
  • [Dopo la ritirata del Piave] La voce dei morti e la volontà dei vivi, il senso dell'onore e la ragione dell'utilità, concordemente, solennemente ci rivolgono adunque un ammonimento solo, ci additano una sola via di salvezza: resistere! resistere! resistere!. (da Atti Parlamentari, Camera dei Deputati, Discussioni, sess. 1913-17, vol XIV, p. 15454)

Bibliografia[modifica]

  • Vittorio Emanuele Orlando, Discorsi per la guerra e per la pace, raccolti a cura di Amedeo Giannini, Campitelli, Foligno, 1923.

Altri progetti[modifica]