Zeder

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Zeder

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Zeder

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1983
Genere horror, thriller
Regia Pupi Avati
Soggetto Pupi Avati
Sceneggiatura Pupi Avati, Maurizio Costanzo e Antonio Avati
Produttore Antonio Avati, Gianni Minervini
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Zeder, film italiano del 1983 con Gabriele Lavia e Anne Canovas, regia di Pupi Avati.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ogni sessant'anni, sulla Terra, muoiono oltre tre miliardi di persone. Meyer, tre miliardi. È su questa certezza che si basa la vita. È indispensabile morire, egregio amico. Fortunatamente, fino ad oggi, non abbiamo avuto controindicazioni. Insomma, la morte non è una malattia che si può curare. La morte è assolutamente un evento definitivo. (Uomo di Chartres)
  • Noi preti non diciamo mai bugie, he! he! È scritto nel contratto. (Don Mario)
  • La mia amica Carla dice che... a fare l'amore passa la paura. (Alessandra)

Citazioni su Zeder[modifica]

  • II pregio è nella scommessa per la quale una vicenda che in sé non ha nessuna possibilità di essere creduta, riesce a vincere le resistenze razionali dello spettatore senza dargli modo di riflettere. Ma bisogna stare attenti: se uno per un attimo si distrae, si accende una sigaretta, si alza, va a bere, allora la storia non sta più in piedi. Invece bisogna subirla, diventarne vittime per crederci. (Pupi Avati)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]