Sergio Di Giulio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Sergio Di Giulio (1945 – 2019), attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista italiano.

Citazioni di Sergio Di Giulio[modifica]

  • Il doppiatore ha l'obbligo di fare quello che è stato fatto. Secondo me anche l'obbligo di non essere riconoscibile. Quando è troppo riconoscibile il doppiatore, rispetto all'attore che va a doppiare, non ha fatto il lavoro che deve fare. Perché il doppiaggio consiste proprio nel sovrapporre esattamente (ma non limitazione, eh? No limitazione) con la tua personalità, mettendoci anche un po' di tua fantasia, però questo ti dà la possibilità di fare, e questa è la mia peculiarità, 20 attori diversi ognuno con la sua personalità, con il suo modo di recitare.[1]
  • Io ho lavorato spesso e volentieri con Fellini perché, ma l'ho conosciuto bene Fellini, perché a lui piaceva il fatto che riuscissi a cambiare voce. Lui non aveva copioni. Quando giravano gli attori non sapevano nulla, facevano dei numeri, poi arrivava in sala, in sede di doppiaggio, con dei pezzettini di carta scritti là. E a Mastroianni diceva: "dì questo, quello, quell'altro" E io ero tra i suoi preferiti per personaggi di contorno a parte che mi a fatto guadagnare delle cifre perché i film di Fellini… appena finiva un film era venduto in tutto il mondo.[1]
  • Spesso l'ignoranza, il non sapere, va di pari passo con la prepotenza.[1]

Note[modifica]

  1. a b c Dall'intervista di Davide Pigliacelli, 24 aprile 2014. Video disponibile su Doppiatori Italiani.

Doppiaggio[modifica]

Film[modifica]

Film d'animazione[modifica]

Serie animate[modifica]

Altri progetti[modifica]