Brunori Sas

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Brunori Sas a Trento nel 2011

Brunori Sas, pseudonimo di Dario Brunori (1977 – vivente), cantautore italiano.

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Vol. 1[modifica]

Etichetta: Pippola, 2009.

  • Le scrissi più o meno duecento poesie, | la prima diceva così: | Amami come se fossimo ancora | in quel bar di Berlino a fumare Pall Mall. | Amami come quella volta all'Esselunga quando | in preda alla fame rubammo una baguette. (da Italian dandy, n.º 2)
  • Perché la mia non è una vita speciale | e molto spesso me la devo inventare. | Perché la mia è una vita normale, | ed è per questo che la voglio cantare. (da Nanà, n.º 3)
  • Paolo non lo sa se c'è l'aldilà | sa soltanto che vuole una donna | da portare in giro con la Panda, | da baciare con la luce spenta. (da Paolo, n.º 4)
  • È il mutuo il pensiero peggiore del mondo che ho intorno, | tasso fisso, con l'euribor c'è chi sta impazzendo da un anno. (da Come stai, n.º 5)
  • Che cosa vuoi che scriva? Di cosa vuoi che canti? | Di com'è facile andare quando non sai guidare... | Di com'è triste il Natale senza mio padre... (da Come stai, n.º 5)
  • Il calcio è la sola religione del mondo che ho intorno. (da Come stai, n.º 5)
  • Sulla spiaggia lattine anni '80, | quando il mare s'incazza e riporta | ricordi che avevi | coperto di sabbia. (da Guardia '82, n.º 6)
  • Il 31 d'Agosto | c'è una storia che nasce | e un'estate che muore.. (da Guardia '82, n.º 6)
  • Giovanni in bocca ha 4 denti, | tutti claudicanti, | però spesso ride.. | molto più di me. (da L'imprenditore, n.º 7)
  • Che cos'è che manca? | Forse un conto in banca. (da Di così, n.º 8)
  • Ho lasciato i sogni | chiusi nell'armadio | ché dentro al cassetto | non ci stanno più. (da Di così, n.º 8)
  • Quello che voglio | è vivermi meglio.. | di così. (da Di così, n.º 8)

Vol. 2 – Poveri Cristi[modifica]

Etichetta: Picicca, 2011.

  • Amore mio dolcissimo, non ti devi preoccupare.. | io sono un grande giocatore | e troverò il sistema anche per vincere la fame. | Forse hai puntato su un cavallo perdente, | ma ho tre biglietti della lotteria. | Amore, credimi, nell'anno che verrà | ci lasceremo dietro la miseria.. e la malinconia. (da Il giovane Mario, n.º 1)
  • Penso che sia una follia andare all'Ikea, | c'è sempre una gran confusione anche di sabato sera. | Poi, lo sai, mi fa tristezza vedere la gente | che sogna di comprare tutto e si accontenta di niente. (da Lei, lui, Firenze, n.º 2)
  • Rosa, mi guardi un po' strano. | Quindici ore di treno, | sono appena tornato | e non mi dici "ti amo".. | Forse è per via della mano, | te l'avevo già detto, | lavoravo alla morsa | e per fare di corsa | l'ho lasciata a Milano. | E certo che ho perso il lavoro, | sono invalido civile.. | non so manco che vuol dire, | ma mi danno la pensione. | Piuttosto dammi una spiegazione, | sulla partecipazione ci deve essere un errore | c'hanno scritto un altro nome | e non è il mio. (da Rosa, n.º 3)
  • E la conosci questa sensazione? | Questo senso di vuoto senza una ragione... (da Una domenica notte, n.º 4)
  • E c'è gente che lavora | aspettando un altro lunedì | mentre il cielo si colora | e riesce anche a sorprenderti, | perché quest'alba è una benedizione, | è un bacio, una carezza, una consolazione. (da Una domenica notte, n.º 4)
  • E ritorni a letto, | spegni la tv, | lei si poggia sul tuo petto, | che cos'è che vuoi di più? (da Una domenica notte, n.º 4)
  • Avrai smesso centro volte.. | Cento volte, adesso una in più. (da Una domenica notte, n.º 4)
  • Poi si è fatto tardi, sei rimasto da lei | ma io non penso male, no | non sto nemmeno male | infatti canto. (da Il suo sorriso, n.º 5)
  • Io starò con lei | fino all'ultimo giorno. | Penserò solo a lei | senza guardarmi intorno. (da La mosca, n.º 6)
  • Il punto è che mi manca trovarti addormentato alla TV, | cercarti fuori dalla chiesa, | andare insieme a fare la spesa, | le sigarette sul comodino, il cruciverba poco più in là.. | mica l'avevo capito che era quella la felicità. (da Bruno mio dove sei, n.º 7)
  • Da quando non c'è il suo odore | su questo piumone che era un nido d'amore | e ora puzza di me. (da Tre capelli sul comò, n.° 9)

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]