Ragione

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sulla ragione e sul razionale.

Citazioni[modifica]

  • Bisogna lasciare la ragione agli altri perché questo li consola del non avere altro. (André Gide)
  • Chi vive guidato dalla ragione si sforza, per quanto può, di ricambiare l'odio, l'ira, il dispregio, eccetera, di altri contro di lui, con l'amore, ossia con la generosità. (Baruch Spinoza)
  • Colui che non vuole ragionare è un fanatico, colui che non sa ragionare è un pazzo e colui che non osa ragionare è uno schiavo. (William Drummond di Hawthornden)
  • Concedi alla ragione il privilegio di essere l'ultima pietra di paragone della verità. (Immanuel Kant)
  • Due eccessi: escludere la ragione, non ammettere che la ragione. (Blaise Pascal)
  • E così, a quanto pare, c'è una ragione in tutto, perfino nella legge. (Herman Melville)
  • Falso è il vanto di chi pretende di possedere, all'infuori della ragione, un altro spirito che gli dia la certezza della verità. (Baruch Spinoza)
  • Giove infuse nell'uomo molta più passione che ragione: pressappoco nella proporzione di ventiquattro a uno. Relegò inoltre la ragione in un angolino della testa lasciando il resto del corpo ai turbamenti delle passioni. (Erasmo da Rotterdam)
  • I buoni ragionamenti sono più forti di due mani robuste. (Sofocle)
  • Il cuore e la ragione discutevano. E il dubbio sedeva tra loro. (Nino Salvaneschi)
  • Il nostro atteggiamento razionalistico ci porta a credere di poter operare meraviglie con organizzazioni internazionali, legislazioni e altri sistemi ben congegnati. Ma in realtà solo un cambiamento dell'atteggiamento individuale potrà portare con sé un rinnovamento dello spirito delle nazioni. Tutto comincia con l'individuo. (Carl Gustav Jung)
  • Il regno della ragione? Come potrà trionfare, se mai finora, in secoli ben più virtuosi, ha potuto affermarsi; se finora la ragione non è stata su questa terra che una straniera, una fuggitiva, di cui gli uomini hanno preso sempre pretesto per ingannarsi con la speculazione e coi sofismi, per rendere plausibili gli atti che le sono più opposti, e lasciar corso alle maggiori infamie! (Achim von Arnim)
  • Il sonno della ragione genera mostri. (Francisco Goya)
  • Il sonno della ragione produce ministri. (Alberto Arbasino)
  • Il supremo passo della ragione sta nel riconoscere che c'è un'infinità di cose che la sorpassano. È ben debole, se non giunge a riconoscerlo. (Blaise Pascal)
  • In questa Parte tratterò così della potenza della Ragione, mostrando quanto la Ragione stessa possa sui sentimenti e in che cosa consista la Libertà della Mente o Beatitudine: e da questa esposizione risulterà evidente il vantaggio che il sapiente ha sugli umani grezzi e carnali, ossia quanto la Saggezza sia preferibile all'insipienza. [...] Qui, come ho detto, tratterò soltanto della potenza della Mente, ossia della potenza della Ragione, e mostrerò in primo luogo la natura e l'entità dell'imperio che essa ha sui sentimenti e col quale li raffrena e li mòdera: perché abbiamo già dimostrato che sui nostri sentimenti noi non abbiamo un dominio assoluto. (Baruch Spinoza)
  • Io non oppongo il razionale allo spirituale, perché lo spirituale è il massimo del razionale. (Benjamin Whichcote)
  • L'atto di disobbedienza, in quanto atto di libertà, è l'inizio della ragione. (Erich Fromm)
  • L'autorità è derivata dalla ragione, non la ragione dall'autorità, e l'autorità legittima altro non mi sembra essere che la verità scoperta colle forze della ragione. (Giovanni Scoto Eriugena)
  • La fede comincia appunto là dove la ragione finisce. (Søren Kierkegaard)
  • La noia mortale che emana da quelli che hanno ragione e lo sanno. Chi è veramente intelligente nasconde di aver ragione. (Elias Canetti)
  • La nostra ragione è tutt'altro che un infallibile congegno generatore di luce; è strano, ma siamo proprio noi razionalisti, che più diffidiamo di essa. (Augusto Murri)
  • La ragione ci porta fino ai piedi di un muro e ci lascia lì. Credo che l'ultima risorsa sia lo stupore: non bisognerebbe stancarsi mai di provare un attimo di sbalordimento di fronte a quelle cose che ci paiono ovvie, il suono della propria voce, la venatura di una foglia, le stelle che cadono la notte di San Lorenzo. (Luca Goldoni)
  • La ragione è essa stessa fallibile e tale fallibilità deve trovar posto nella logica. (Nicola Abbagnano)
  • La ragione e la giustizia tengono nella loro stretta anche la più lontana e solitaria stella. Guardi quelle stelle: non sembrano tanti diamanti e zaffiri? Ebbene, si può immaginare qualunque pazzia boanica o geologica si voglia. Pensi a foreste di diamante con foglie di brillanti. Pensi che la luna sia azzurra: un solo gigantesco zaffiro. Ma non immagini che tutta questa pazza astronomia porterebbe la minima differenza alla ragione e alla giustizia delle nostre azioni. Su pianure di opale, sotto rupi di perla, troverà un avviso che dirà: "non rubare". (Gilbert Keith Chesterton)
  • La ragione e il torto non si dividon mai con un taglio così netto, che ogni parte abbia soltanto dell'una o dell'altro. (Alessandro Manzoni)
  • La «ragione» è la causa per cui falsifichiamo la testimonianza dei sensi. (Friedrich Nietzsche)
  • La ragione non è che la ragione e soddisfa soltanto la capacità di ragionare dell'uomo, mentre il desiderio è manifestazione della vita nel suo insieme, della vita umana nella sua interezza, che comprende la ragione come pure le deviazioni da essa. (Theodosius Dobzhansky)
  • La ragione non è più pensata come contemplativa, ma come ragione operativa. (Fabrice Hadjadj)
  • La ragione non merita veramente di chiamarsi con questo nome, se non il giorno in cui comincia a dubitare di se stessa. (Arturo Graf)
  • La ragione non può essere definita, né abbiamo alcun motivo di definirla, giacché noi tutti non soltanto la conosciamo, ma non conosciamo null'altro al di fuori della ragione. (Lev Tolstoj, Della vita)
  • La ragione restringe la vita, come l'acqua restringe i maglioni di lana. (René Barjavel)
  • La ragione "sa" cosa dice mentre la fede "crede" in quel che dice. E siccome non "credo" che due più due faccia quattro perché lo "so", tra fede e ragione non c'è parentela, né subordinazione gerarchica, come pretendono gli uomini di fede che collocano il loro credere al di sopra del loro sapere. Infatti non posso "credere" in ciò che "so", e non posso "sapere" se è vero ciò in cui "credo". In realtà l'area della fede si riduce man mano che avanza il sapere. Una volta, come ci ricorda Ippocrate, l'epilessia si chiamava "male sacro"; oggi a nessun medico e a nessun paziente verrebbe in mente di attribuire a Dio o agli dèi l'origine di questa malattia. (Umberto Galimberti)
  • La ragione sta alla corruzione come lo Spirito Santo al demonio: se lo Spirito Santo vuol sconfiggere il demonio, deve fargli la guerra. (Andrea Rossi)
  • La ragione umana, anche senza il pungolo della semplice vanità dell'onniscenza, è perpetuamente sospinta da un proprio bisogno verso quei problemi che non possono in nessun modo esser risolti da un uso empirico della ragione... e così in tutti gli uomini una qualche metafisica è sempre esistita e sempre esisterà, appena che la ragione s'innalzi alla speculazione. (Immanuel Kant)
  • La razionalità non fa più parte del nostro bagaglio intellettuale e morale. È stata picconata da tutte le parti la razionalità; accusata di essere all'origine dei delitti e del più grave tra tutti – quello della superbia. Così la luce della ragione è stata spenta, nuove ideologie si sono installate al posto di quelle crollate in rovina, fondamentalismi d'ogni tipo hanno preso il posto della tolleranza e della certezza del diritto.
    I circuiti mediatici hanno dato mano a questa devastazione e salvo rarissime eccezioni ancora continuano in questa funzione amplificatoria e istigatrice del peggio, accreditando e ventilando versioni dei fatti prive di verità e di ragione. (Eugenio Scalfari)
  • L'atteggiamento razionalistico... [è] minacciato sia da destra che da sinistra. [...] Questa è la ragione per cui il conflitto tra razionalismo e irrazionalismo è diventato il più importante problema intellettuale e forse anche morale del nostro tempo. [...] Lo Stato inteso come la realtà della volontà sostanziale, realtà ch'esso ha nell'autocoscienza particolare innalzata alla sua universalità, è il razionale in sé e per sé. (Karl Popper)
  • L'uomo ragionevole si adatta al mondo. L'uomo irragionevole pretende che il mondo si adatti a lui. Perciò il progresso è opera di uomini irragionevoli. (George Bernard Shaw)
  • La ragione ha sempre bisogno di essere purificata dalla fede. (Benedetto XVI)
  • Ma il pensiero incomincerà solo quando si renderà conto che la ragione glorificata da secoli è la più accanita nemica del pensiero. (Martin Heidegger)
  • Molta della razionalità che mettiamo nella nostra vita, e nel giudicare quella degli altri, non è affatto razionalità ma è quella che la mia psicanalista chiamava razionalizzazione: la giustificazione a posteriori, con argomenti che si sforzano di essere razionali, di impulsi emotivi istantanei e inspiegabili. È il tentavito di ingannare noi stessi e il caos in cui annaspiamo ogni giorno, fingendo un ordine che non esiste. (Raul Montanari)
  • Non c'è niente di più brutto della ragione quando non è dalla nostra parte. (George Savile, I marchese di Halifax)
  • Non c'è più pazzo al mondo di chi crede d'aver ragione! (Luigi Pirandello)
  • Non è vero, ragazzo, che la ragione sta sempre col più forte. (Roberto Vecchioni)
  • Non il sonno ma l'insonnia della ragione genera mostri. (Gesualdo Bufalino)
  • Per il momento non c'è più conflitto tra uomini di ragione e uomini di fede. Siamo tutti in ginocchio. (Primo Mazzolari)
  • Quanto poi a una ragione senza fede, mi pare che ciò rientri nello statuto della ragione, che, come ci ricorda Kant, è un'isola piccolissima nell'oceano dell'irrazionale. Viste le sue dimensioni, mi conceda di essere tra quelli che si impegnano nella sua difesa. (Umberto Galimberti)
  • Se la ragione ci è stata donata dal Cielo, proprio come la fede, allora il Cielo ci ha offerto due doni incompatibili e contraddittorî. (Denis Diderot)
  • Tutte le leggi della ragione sono fondate nell'essenza del nostro spirito. Ma esse arrivano alla coscienza empirica solo attraverso una esperienza a cui siano applicabili; e quanto più spesso vengono usate, tanto più intimamente essi si connettono con questa coscienza. (Johann Gottlieb Fichte)
  • Una noia mortale emana da quelli che hanno ragione e lo sanno. (Elias Canetti)
  • Voglio dire che un uomo tanto meno o tanto più difficilmente sarà grande quanto più sarà dominato dalla ragione. (Giacomo Leopardi)

Giovan Battista Niccolini[modifica]

  • L'evidenza è il carattere del vero, e la nostra ragione sola può esser capace di riceverlo, e giudica l'evidenza: la ragione è il giudice supremo del vero, e del falso; e non è la ragione individuale, ma la ragione universale, impersonale, assoluta.
  • Senza libertà l'uomo non ha bisogno di ragione, e senza ragione che sarebb'egli della sua libertà? laddove dal principio dell'autorità il campo della libertà si ristringe.
  • Soffogar la ragione nel sentimento è affogar la causa nell'effetto.

Proverbi italiani[modifica]

  • Abbi la ragione per guida anche nelle piccole cose.
  • Chi ha ragione, Iddio l'aiuta.
  • Chi non ode ragione, non fa con ragione.
  • Contro la forza la ragion non vale.
  • Dove vola il cuore, striscia la ragione.
  • Il soverchio ragionare caccia la ragione.
  • La giusta ragione non sta mai agli estremi.
  • La natura dà la vita, ma la ragione insegna a vivere.
  • La ragion dei poveretti è piena di difetti.
  • La ragione deve signoreggiare, e la sensualità obbedire.
  • La ragione è un'arma più penetrante del ferro.
  • La ragione forma l'uomo.
  • La ragione governa il savio e bastona il matto.
  • La ragione vuol l'esempio.
  • L'occhio non erra finché lo guida la ragione.
  • Non basta aver ragione, bisogna saperla dire e trovar chi te la faccia.
  • Più scintilla l'oro, più la ragione va al fondo.
  • Quando il fanciullo ha sette anni, la ragione spunta in lui.
  • Quando la ragione dorme, il cuore scappuccia.
  • Ragione e persuasione tengono uniti gli uomini.
  • Se non vuoi ascoltare la ragione, essa ti picchierà sulle dita.
  • Tra la briglia e lo sprone, consiste la ragione.

Toscani[modifica]

  • Affezione accieca ragione.
  • Chi ha meno ragione, grida più forte.
  • Chi più urla, ha più ragione.
  • Contro la forza la ragion non vale.
  • Il cuore ha le sue ragioni e non intende ragione.
  • La forza caca addosso alla ragione.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]