Johannes Brahms

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Johannes Brahms

Johannes Brahms (1833 – 1897), compositore, pianista e direttore d'orchestra tedesco.

Citazioni di Johannes Brahms[modifica]

  • Tutto ciò che è umano è soggetto all'umana vanità. (da Vier ernste Gesänge)
  • [Su Johann Strauss jr] Strauss è uno fra i pochi dei miei colleghi al quale posso portare un sincero rispetto. (citato in Roberto Iovino, Gli Strauss, Una dinastia a tempo di valzer; Camunia; 1998, p. 136)
  • [Su Johann Strauss jr] Quell'uomo trasuda musica! (citato in Roberto Iovino, Gli Strauss, Una dinastia a tempo di valzer; Camunia; 1998, p. 136)

Attribuite[modifica]

  • Se c'è qualcuno che non ho insultato, chiedo scusa. [a Vienna si diceva che il compositore esclamò queste parole uscendo da un ricevimento, tuttavia è una leggenda quasi certamente apocrifa]

Citazioni su Johannes Brahms[modifica]

  • In Brahms sono una cosa sola la tristezza e la gioia, la vittoria e la disfatta. Non c'è posto né per il desiderio, né per il rimpianto. Non ci sono segreti. Non c'è bisogno di Dio: c'è tutto. (Maria Kuncewiczowa)
  • In codesto lavoro l'anima di Brahms s'inebria con immagini pittoresche; non c'è più traccia di quella fredda nebbia di novembre che altrove riveste le sue composizioni e rattrappisce ogni caldo appello del cuore prima ancora che il cuore abbia potuto suonare alla porta; qui tutto è luce di sole, or diffusa or velata; una magica tinta, verde-smeraldo, sta stesa sopra questo fatato quadro della primavera; ogni cosa fiorisce, verdeggia e butta fuori i germogli. Noi possiamo realmente ascoltare l'erbe che crescono; la natura è così misteriosa, così solennemente calma, così felice e raggiante... (Hugo Wolf)
  • Schumann rappresenta il predominio dell'espressività, della fantasia sul rigore della forma; in Brahms la forma domina sulla fantasia e sull' espressione; solo in Beethoven c'è l'equilibrio perfetto. (Gianluca Cascioli)

Altri progetti[modifica]