Watchmen (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Watchmen

Immagine Watchmen Smiley.svg.
Titolo originale Watchmen
Paese USA
Anno 2009
Genere azione, supereroi, drammatico
Regia Zack Snyder
Soggetto Alan Moore e Dave Gibbons (graphic novel)
Sceneggiatura David Hayter, Alex Tse
Produttore Lawrence Gordon, Deborah Snyder, Lloyd Levin
Interpreti e personaggi
Note

Watchmen, film statunitense del 2009 con Billy Crudup, regia di Zack Snyder.

Tagline
Who watches the watchmen?

Frasi[modifica]

  • È uno scherzo! È tutto uno scherzo... Madonna, perdonami. (Il Comico) [Ultime parole]
  • Diario di Rorschach, 12 ottobre 1985. Carcassa di cane in un vicolo stamattina, traccia di pneumatico sullo stomaco spappolato. Questa città ha paura di me. Io ho visto il suo vero volto. Le strade sono lunghi rigagnoli, e i rigagnoli sono pieni di sangue e quando alla fine le fogne si ricopriranno di croste... Tutti i parassiti affogheranno, il sesso e i delitti accumulati come sudiciume li sommerggerenno fino alla cintola e le puttane e i politici guarderanno verso l'alto e grideranno: "Salvaci!" e io sussurrerò... "No." Ora il mondo intero è in bilico, contemplando quel dannato inferno sotto di se... Tutti quei liberali, intellettuali e melliflui chiaccheroni... All'improvviso nessuno sa più che cosa dire. Sotto di me quest'orribile città urla come un mattatoio di bambini ritardati e il crepuscolo puzza di fornicazione, di coscenze sporche... Stanotte, un Comico è morto a New York... Qualcuno sa perchè. Qualcuno sa. (Rorschach)
  • Il ramo merchandising delle industrie VEIDT finanzia il lavoro con il Dottor Manhattan e abbiamo ampliato le installazioni di ricerca in Antartide nella speranza di sviluppare fonti rinnovabili di energia a basso costo che eliminino la dipendenza dai conbustibili fossili. Non ci vuole un genio della politica per capire che la Guerra Fredda con i russi non è ideologica, è basata sulla paura, paura che non bastino per tutti... Ma se riusciremo... A trovare risorse infinite... Aaaah, la guerra sarà superata! ...Spero che gli altri Watchmen lo capiscano, dovunque essi siano. (Adrian Veidt/Ozymandias)
  • Diario di Rorschach, 13 ottobre 1985, ore 20:30. L'incontro con Dreiberg mi ha lasciato l'amaro in bocca. Un flaccido fallimento che siede piagniucolante nel suo scantinato. Perchè siamo rimasti così in pochi attivi, in salute? E senza disordini della personalità? Il primo Gufo Notturno gestisce un'autofficina. La prima Spettro di Seta è una vecchia troia che sta morendo in una casa di riposo in California. Dollar Bill si è fatto ammazzare quando gli si è impigliato il mantello in una porta girevole. Silhouette è stata assassinata, vittima del suo stile di vita indecente. Falena è in un manicomio nel Maine... Rimangono solo due nomi sulla mia lista. Vivono insieme in un appartamento nel Centro di ricerca militari Rockefeller. Devo andare da loro. Devo andare a dire all'uomo indistruttibile che qualcuno vuole ammazzarlo! (Rorschach)
  • Ero un'eroina. Ero abituata a uscire alle 3 di mattina per fare qualcosa di stupido. (Laurie Jupiter/Spettro di Seta 2)
  • Ogni giorno che passa il futuro mi sembra sempre più nero... Mentre il passato, anche con i momenti più brutti, diventa sempre più luminoso... La vita è tutto uno schifo, sappilo. La pioggia cade sul giusto e sull'ingiusto ugualmente. Il Comico era un po' tutt'e due le cose... Era convinto che lui avrebbe riso per ultimo. (Sally Jupiter)
  • Provo paura... Per l'ultima volta. (Dottor Manhattan)
  • Io ritengo che un orologio simbolico sia di ausilio all'intelletto, quanto la fotografia dell'ossigeno a un uomo che affoga. (Dottor Manhattan)
  • Ho sentito una barzelletta... Un uomo va dal dottore, gli dice che è depresso, che la vita gli sembra dura e crudele, gli dice che si sente solo in un mondo minaccioso... Il dottore dice: "La cura è semplice, il grande clown, Pagliacci, è in città! Lo vada a vedere, la dovrebbe tirar sù!" L'uomo scoppia in lacrime: "Ma dottore... Pagliacci sono io!" Buona questa. Tutti ridono. Rullo di tamburi. Sipario. (Rorschach)
  • Sto guardando le stelle, sono così distanti... E la loro luce impiega tanto per raggiungerci... Tutto quello che vediamo delle stelle sono solo vecchie fotografie. (Dottor Manhattan)
  • Preferisco il silenzio ora: sono stanco di questo mondo, di questa gente, di essere invischiato nel groviglio delle loro vite... Dicono di aver lavorato tanto per costruire il paradiso, per poi scoprire che è popolato di orrori! Forse il mondo non viene creato. Forse niente viene creato! Un orologio senza orologiaio. È troppo tardi. È sempre stato... E sarà sempre... Troppo tardi. (Dottor Manhattan)
  • Non lo avete ancora capito? Non sono io rinchiuso qui con voi... Siete VOI rinchiusi qui con me!!! (Walter Kovacs/Rorschach)
  • C'è qualcosa nella vita che non merita un brindisi? Questa è la nuova Karnak, rappresenta il culmine di un grande sogno vecchio più di duemila anni, un sogno ora avveratosi grazie alla vostra incondizionata assistenza... E per questo, è una vergogna per me... Che voi dobbiate condividere una ricompensa così inadeguata. Ai faraoni... I cui più grandi segreti erano affidati ai servitori, sepolti vivi con loro in sale inondate nella sabbia... Buon sonno, signori. Il nuovo mondo di pace sarà in debito con voi per il vostro estremo sacrificio. (Ozymandias)
  • Diario di Rorschach, ultima nota: c'è Veidt dietro a tutto! Perchè? A che cosa mira? Non riesco a immaginare nemico più pericoloso. Scherzavo sul fatto che è così veloce da prendere al volo una pallottola, portebbe ucciderci entrambi nel ghiaccio, perchè adesso stiamo per andare in Antartide. Che io sia vivo o morto quando leggerete questo, spero che il mondo sopravviva abbastanza a lungo da permettervelo. Io ho vissuto la vita libero da compromessi, e ora mi avventuro nell'ombra senza rimorsi né rimpianti. Rorschach, 1 novembre. (Rorschach)
  • Un mondo in pace. Un sacrificio era necessario! (Ozymandias)
  • Ho camminato sulla superficie del Sole... Ho osservato eventi così impercettibili e veloci, che a stento si può dire che siano accaduti... Ma tu, Adrian, sei solo un uomo... L'uomo più intelligente del mondo per me rappresenta una minaccia pari alla termite più intelligente del mondo. (Dottor Manhattan)
  • Siamo stati attaccati... Milioni di vite cancellate in un istante in un atto di pura malvagità perpretato dal Dottor Manhattan stesso! Dall'inizio degli attacchi, sono stato costantemente in contatto con il premier dell'Unione Sovietica. Mettendo da parte le passate divergenze, ci siamo impegnati a unirci contro questo comune nemico. Con il resto del mondo, noi prevarremo... Questo è un giorno che non dimenticheremo... Però andiamo avanti per difendere la razza umana e tutto ciò che di buono e di giusto rappresenta. Grazie, Dio ci benedica tutti. (Richard Nixon)
  • Io volevo... Avevo l'esigenza di eguagliare i suoi successi [Riferendosi ad Alessandro il Macedone] iniziando così il mio cammino verso la conquista... Conquista non degli uomini però ma dei mali di cui sono vittime. Combustibili fossili, petrolio, energia atomica, sono come una droga e voi le compagnie straniere siete gli spacciatori. "Mi stia a sentire!" No, lei senta! Il mondo sopravviverà e merita ben più di quello che voi gli avete dato. Quindi direi di andare al sodo, io valgo più di tutte le vostre società messe assieme, posso comprarvi tre volte, consideratelo quando prenderete una decisione se fosse quella di rendere il vostro... Dissenso... Pubblico. Non ho nient'altro da dirvi. (Ozymandias)
  • Nessun compromesso, neanche di fronte all'Apocalisse! (Rorschach)

Dialoghi[modifica]

  • Hollis Manson: Cominciò tutto con le bande. La gente tende a dimenticarlo! ...Vestiti da pirati, da fantasmi, pensavano che fosse divertente mascherarsi e fare rapine! Eh! Eh! Eh! Quando li arrestavano tornavano subito a piede libero, nessuno riusciva ad identificarli grazie a quelle maledette maschere... Così alcuni di noi poliziotti pensarono: "Che diavolo, mascheriamoci anche noi! Finiremo quello che la legge non può finire!" Ben presto i giornali fiutarono e ci andarono a nozze e, ragazzi, diventammo il passatempo nazionale! Eravamo io, Dollar Bill, Falena, Capitan Metropolis, Giustizia Mascherata, Spettro di Seta... E il Comico. No, no, non voglio parlare di lui, non ti preoccupare! ...Ha! Devo essere ubriaco per raccontarti di nuovo questa storia strappalacrime!
    Daniel Dreiberg: Be', non avevi qualcosa da dimostrare?
    Hollis Manson: Ah, sì, mi premeva dire che... Per noi fu anche troppo facile! Non fu giusto quello che accadde a voi che avevate ripreso dove noi avevamo lasciato, con Nixon che vi obbligò a smettere! Nixon, quel coglione... E io che l'ho votato per ben cinque volte!
    Daniel Dreiberg: Be', o lui o i comunisti, giusto?
    Hollis Manson: Già...
    Daniel Dreiberg: Mhm... Oh, perbacco, è quasi mezzanotte! Devo andare.
    Hollis Manson: Lo sai... Come Gufo Notturno eri molto più in gamba di me, Danny Boy!
    Daniel Dreiberg: Hollis, sappiamo entrambi che è una cazzata!
    Hollis Manson: Ehi! Modera il linguaggio! Questo è il sinistro che ha steso Capitan Axis, ricordi?
  • Rorschach: [È entrato di nascosto in cucina della casa di Daniel per mangiare] Ciao, Daniel.
    Daniel Dreiberg: Rorschach!
    Rorschach: Mi sono preso un po' di fagioli. Spero non ti scocci.
    Daniel Dreiberg: No, no, affatto! ...Non vuoi che te li riscaldi?
    Rorschach: Vanno bene così.
    Daniel Dreiberg: ...Be', come te la sei passata?
    Rorschach: Fuori dalla prigione... Finora. Daniel... Guarda qua. [Getta sul tavolo lo spilla con lo smiley del Comico] Dà un'occhiata...
    Daniel Dreiberg: [Osservando la macchia di sangue sulla spilla] È sugo di fagioli?
    Rorschach: Sugo di fagioli umani!
  • Dottor Manhattan: Buonasera, Rorschach.
    Rorschach: Dottor Manhattan. Tu sai perchè sono qui.
    Dottor Manhattan: Sì. Però te ne andrai deluso, ho paura.
    Laurie Jupiter: Rorshach, non è posto per ricercati, questo!
    Rorschach: È un piacere anche per me, Spettro di Seta.
    Laurie Jupiter: È ormai qualche anno che uso il mio vero nome, perchè non provi con quello?
    Rorschach: Come vuoi tu, Laurie.
    Laurie Jupiter: Che cosa ci fai qui?
    Dottor Manhattan: Il Comico è morto. Rorshach vorrebbe che io guardassi nel futuro per vedere se l'assassino sarà identificato.
    Rorschach: Ho messo in guardia Dreiberg, e volevo farlo con voi.
    Dottor Manhattan: ...Non potrei aiutarti comunque. Il mio futuro mi ha precluso da una qualche interferenza temporale. Non lo vedo chiaramente.
    Laurie Jupiter: Interferenza? Causata da cosa?
    Dottor Manhattan: Con tutta probabilità... Un olocausto nucleare. Se tra Stati Uniti e Unione Sovietica scoppiasse una guerra totale... L'onda d'urto risultante produrrebbe un improvviso scoppio di tachioni, particelle che viaggiano a retroso in quello che voi percepite come "tempo", che oscurerebbe la mia visione del presente. Devo tornare al mio lavoro...
    Rorschach: Aspetta un attimo! E se fosse per questo che qualcuno ci vuole fuori dai piedi? In modo che non possiamo impedirlo?
    Dottor Manhattan: Arrivederci, Rorschach...
    Rorschach: Ho sprecato un bel po' di tempo per entrare qui, non andrò via prima... [Manhattan lo teletrasporta fuori dalla base] ...Di aver detto la mia. Hurm...
  • Daniel Dreiberg: [Mentre cena con Laurie] Ah, sapevi che lui e Giustizia Mascherata avevano... Sì, insomma, non ne avevo idea!
    Laurie Jupiter: Ti ricordi di quel ragazzo? Come si faceva chiamare... 'Capitan Carnaio'! Fingeva di essere un supercriminale solo per farsi riempire di botte!
    Daniel Dreiberg: E sì, ci ha provato pure con me! Me ne sono andato, allora lui mi è venuto incontro in piena strada, era pieno giorno e urlava "Puniscimi! Puniscimi!" [Laurie ride] e io gli ho detto: "...No! Vattene via!"
    Laurie Jupiter: Dio... Chissà che fine ha fatto...
    Daniel Dreiberg: Oh, Ehm... Ecco, lo ha fatto a Rorschach e lui lo ha buttato giù nella tromba di un'ascensore.
    Laurie Jupiter: [Rimane di stucco ma dopo qualche secondo scoppia a ridere] Oh mio dio, non è per niente divertente!
    Daniel Dreiberg: Eh, un po' lo è! [Ridono]
  • Il Comico: [Vede arrivare una donna vietnamita che ha ingravidato] Oh, cristo santo...
    Donna vietnamita incinta: Signor Eddie...
    Il Comico: Cazzo, ci mancava...
    Donna vietnamita incinta: Guerra finita, adesso. Dobbiamo parlare. Del bambino.
    Il Comico: ...Non c'è niente di cui parlare, io sto per partire! Mi dimenticherò di te e del tuo piccolo lurido paese, di tutto! ...Vattene da qui.
    Donna vietnamita incinta: No..!
    Il Comico: Vattene da qui!
    Donna vietnamita incinta: Non dimenticherai me! [Il Comico le gira le spalle] ...Non dimenticherai me! [Rompe una bottiglia] DEL MIO PAESE! MAI! [Sfregia il volto del Comico]
    Il Comico: ...LA MIA FACCIA!!! [Le punta addosso la sua pistola]
    Donna vietnamita incinta: ...Ti prego..!
    Dottor Manhattan: Blake, no. ...BLAKE! [Il Comico fa fuoco, uccidendola] ...Aspettava un bambino... E tu le hai sparato.
    Il Comico: Esatto. E lo sai? Tu sei stato a guardare! Potevi trasformare la pistola in vapore, le pallottole in mercurio, la bottiglia in maledetti fiocchi di neve, ma non hai mosso un dito!! Perchè non te ne frega niente degli esseri umani. Ti stai perdendo, Doc... Che dio ci salvi.
  • Il Comico: Ha! Ha! Ha! Cavolo, mi piace lavorare sul suolo americano! Non mi divertivo così da Watergate!
    Gufo Notturno 2: Non potremo andare avanti per molto!
    Il Comico: Il Congresso ha in cantiere un decreto che metterà al bando le maschere! Abbiamo i giorni contati, ma nel frattempo è come dici sempre tu: la società la proteggiamo noi!
    Gufo Notturno 2: Ma da che cosa?!
    Il Comico: Mi prendi in giro? Ma da loro stessi! ...Figli di puttana!
    Gufo Notturno 2: Ma che diavolo ci è successo? ...Che cosa è successo al Sogno Americano?
    Il Comico: ...Cos'è successo al Sogno Americano?! Che si è avverato! Lo stiamo ammirando.
  • Ozymandias: Benvenuti alla prima riunione in assoluto...
    Il Comico: Sono tutte stronzate!
    Ozymandias: Per essere uno che si fa chiamare 'Il Comico' non si capisce mai quando scherzi.
    Il Comico: I Watchmen sono il vero scherzo! Non ha funzionato quindici anni fa, non funzionerà certo oggi perchè voi volete giocare a cowboy e indiani!
    Gufo Notturno 2: Dovremmo stabilire che ai nostri incontri non si beve. [Il Comico gli ride in faccia e imbocca la propria bottiglia] ...Rorschach ed io abbiamo fatto progressi nella lotta alle bande, insieme.
    Rorschach: Ma un gruppo così grosso sembra una trovata pubblicitaria. Non mi piace la pubblicità.
    Ozymandias: Possiamo fare molto di più, possiamo salvare il mondo. [Il Comico ridacchia] ...Con qualcuno a guidarci.
    Il Comico: Già... Qualcuno come te, eh, Ozy? In fondo sei l'uomo più intelligente del mondo!
    Ozymandias: Non ci vuole un genio per vedere che il mondo ha dei problemi.
    Il Comico: Già, ma ci vuole una stanza piena di pagliacci per pensare di risolverli! Gli esseri umani cercano di uccidersi l'un l'altro dalla notte dei tempi. Adesso, finalmente possiamo finire il lavoro! Con le armi nucleari i problemi risolti saremmo tutti polvere! [Incendia una cartina geografica degli Stati Uniti] ...E Ozymandias sarà l'uomo più intelligente della cenere.
  • Rorschach: Edgar William Jacobi! Noto anche come Edgar William Vaughn, noto anche come 'Moloch'!
    Moloch: Aspetta! [Rorschach gli salta addosso e lo imobilizza per terra] Aaaargh..! Ma di che stai parlando? Sono un uomo d'affari in pensione...
    Rorschach: [Gli spezza un dito della mano, il che lo fa piagnicolare di dolore] Menti di nuovo, Moloch, e ti rompo un altro dito!
    Moloch: Ho scontato la mia pena! Non sono più Moloch, lo capisci?! Che cosa vuoi da me?
    Rorschach: Sei andato al funerale di Blake. Perchè?
    Moloch: Solo perchè... Sentivo di dover... Di dover rendere omaggio... Al Comico!
    Rorschach: [So alza da terra e lo sbatte contro il muro] Come lo sai che lui era il Comico?!?
    Moloch: Ha fatto irruzione qui! Una settimana fa! Senza maschera, l'ha tolta! ...Era ubriaco.
    Rorschach: [Lo sbatte di nuovo] Nemici! Per decenni! Perchè doveva venire a trovarti!?
    Moloch: Non lo so!! Mi sono svegliato in camera mia... E lui era lì, era spaventato! E... Piangeva!
    Rorschach: ...Piangeva? Il Comico?
    Moloch: Farfugliava cose senza senso... Mi stavo pisciando sotto dalla paura! ...Pensavo che mi uccidesse!
    Rorschach: Che cosa ha detto?
    Il Comico: [Nel flashback] È uno scherzo... È tutto un fottuto scherzo! ...Credevo di sapere come funzionava... Credevo di sapere com'era il mondo! [Si mette a singhiozzare] Ho fatto delle brutte cose! Ho fatto brutte cose alle donne... H-Ho ucciso bambini in Vietnam! Ma quella era la maledetta guerra!! Questo... Non ho mai fatto cose del genere! ...Oddio, guardami: come posso rivelare i miei segreti al mio peggior nemico? Ma la verità è... Che sei la cosa più vicina a un amico che ho, che cazzo vuole dire questo?!? [Piange] Merda! ...Il tuo nome... Il tuo nome era sulla lista... Con quello di Janey, non so qual'è il cognome... La ex di Manhattan. [Sospira] ...Madonna, perdonami.
  • Doug Roth: Parlando del suo passato, Dottor Manhattan... Ricorda un uomo che si chiamava Wally Weaver?
    Dottor Manhattan: Sì. Eravamo entrambi fisici al centro ricerche di Gila Flats.
    Doug Roth: È morto di cancro.
    Dottor Manhattan: Era un buon amico.
    Doug Roth: E Edgar Jacobi, anche noto come il supercriminale 'Moloch'? Vi siete battuti diverse volte negli anni '60, lotte, scontri... Lo sapeva che anche lui ha il cancro?
    Dottor Manhattan: Non mi hanno informato.
    Doug Roth: E il generale Anthony Randolph? Era il suo collegamento quando ha cominciato a lavorare per il governo. Cancro.
    Dottor Manhattan: ...Sta forse insinuando che sarei io la causa?
    Doug Roth: Dal mio punto di vista comincia a sembrare evidente.
    Dottor Manhattan: Anche se così fosse, è irrilevante. Un corpo umano vivo e un corpo umano morto contengono lo stesso numero di particelle: strutturalmente non c'è differenza.
    Doug Roth: E per Janey Slater? Pensa che per lei faccia "differenza"?
    Dottor Manhattan: ...Janey?
    Doug Roth: La sua ex-fidanzata. Era fisico anche lei, giusto? Siete stati insieme per undici anni... Cancro anche lei, ai polmoni. Le hanno dato 6 mesi di vita. Non è vero, signorina Slater?
    Janey Slater: [Entra nello studio, sotto lo stupore dei presenti] Tu eri il mondo per me... Eri tutta la mia vita... Non dimentico quante volte hai detto di amarmi.
    Dottor Manhattan: Janey, io non lo sapevo...
    Janey Slater: Sono rimasta con te dopo l'incidente! Io ti ho dato tutta me stessa! [Si rimuove la parrucca] ...È questo il modo di ripagarmi?!
    Dottor Manhattan: Janey, nessuno me lo aveva detto...
    Janey Slater: Che tu sia maledetto! CHE TU SIA MALEDETTO!
    Dottor Manhattan: Janey, aspetta... [Janey esce dallo studio] Aspetta!
    Giornalista: [Lei e diversi reporters si alzano e circondano Manhattan] Le ha fatto venire il cancro andando a letto con lei, non ha alcun valore la vita umana?
    Dottor Manhattan: ...Per favore, lasciatemi passare... Per favore...
    Doug Roth: Dottor Manhattan, lei smetisce queste affermazioni?
    Dottor Manhattan: Preferirei se poteste allontanarvi... Vorrei veramente restare solo.
    Doug Roth: Si degna di commentare?
    Dottor Manhattan: HO DETTO LASCIATEMI SOLO!!! [Si teletrasporta su Marte]
  • Rorschach: Dobbiamo rispolverare contatti nella malavita, torchiare persone...
    Daniel Dreiberg: [Sarcastico] Certo, prendiamo i nomi dall'elenco del telefono!
    Rorschach: Hai dimenticato come si fanno le cose?! Ti sei rammollito, ti fidi troppo... Sopratutto delle donne.
    Daniel Dreiberg: No, senti, ne ho avuto abbastanza! Oh, ma chi credi di essere, Rorschach? T-Tu tratti male e insulti chiunque di capiti e nessuno protesta perchè pensano che sei un pazzo furioso! ...Scusami, io... Non avrei dovuto dirlo.
    Rorschach: Daniel... Tu sei un buon amico. [Gli stringe la mano] Lo so, avvolte è difficile sopportarmi.
    Daniel Dreiberg: ...Va bene. È tutto a posto. Facciamo a modo tuo.
  • Dottor Manhattan: Qui è dove abbiamo la nostra conversazione in cui tu mi chiedi di fermare l'imminente guerra nucleare. Ma perchè dovrei salvare un mondo verso cui non sento più alcun legame?
    Laurie Jupiter: ...Allora fallo per me. Se ti importa davvero.
    Dottor Manhattan: Quando tu mi hai lasciato, io ho lasciato la Terra. Questo non ti dimostra che m'importa? ...Il mio mondo rosso per me, ora, ha più valore del tuo mondo azzurro.
  • Rorschach: Niente Veidt nell'attico... Niente in ufficio... Quali tendenze spingono uno che ha tutto ad andarsene in giro a quest'ora di notte?
    Gufo Notturno 2: Forse ha lasciato un intinerario.
    Rorschach: Sarà nel computer.
    Gufo Notturno 2: ...C'è qualcosa che non va!
    Rorschach: Esatto. Janey Slater, Moloch, Roy Chess: tutti lavorano per Pyramid. Moloch ha detto che il Comico ha parlato di una lista col suo nome e della Slater, potrebbero aver fatto venire il cancro a tutta questa gente... Solo per fregare Manhattan. [Nota le decorazioni egizie nella sala] Mmmmh... Strano... Gli antichi faraoni aspettavano la fine del mondo. Credevano che i cadaveri sarebbero risorti, reclamando i cuori dai vasi dorati... Hurm... Staranno trattenendo il fiato nell'attesa!
    Gufo Notturno 2: I faraoni? [Prova a digitare come password "Faraoni", ma sbaglia]
    Rorschach: [Rovista in un cassetto] Un profilo psicologico di Manhattan? Vediamo che dicono gli strizzacervelli... "Il soggetto continua a ritrarsi emotivamente"... Hurm... "Se gli ultimi legami rimasti fossero recisi, prevediamo un totale distacco dalla condizione umana".
    Gufo Notturno 2: [Riesce ad indovinare la password digitando "Ramses II"] ...Sono dentro! [Scopre il piano di Ozymandias] ...No...
  • Laurie Jupiter: Non puoi dirmi come finisce, così ci risparmi questa pena?
    Dottor Manhattan: Finisce con te in lacrime.
    Laurie Jupiter: In lacrime? Vuoi dire che non torni sulla Terra?
    Dottor Manhattan: A un certo punto, torno... Le strade sono piene di cadaveri...
    Laurie Jupiter: Jon, per favore! Tu devi fermare tutto questo! Moriranno tutti se non lo fai!
    Dottor Manhattan: ...E l'universo non se ne accorgerà neppure. Il mio parere... È che l'esistenza della vita sia un fenomeno estremamente sopravvalutato. Guarda intorno a te... Marte se la cava perfettamente senza nemmeno un microorganismo. Qui la mappa topografica è in costante mutamento. Terrazze alte trenta metri scorrono attorno al polo a ondate, a intervalli di diecimila anni... Perciò dimmi: come potrebbe questo essere migliorato dalla costruzione di un oleodotto o di un centro commerciale?
    Laurie Jupiter: Quindi ovviamente è troppo chiedere un miracolo?
    Dottor Manhattan: I miracoli sono insensati per definizione... Solo quello che può accadere accade realmente.
    Laurie Jupiter: [Perde la pazienza] Oddio, Jon! Smettila con queste stronzate! ...Sai che ti dico? Puoi rimandarmi sulla Terra a friggere con Dan, mia madre e tutti gli altri "inutili" esseri umani, ma ti sei sbagliato: hai detto che sarebbe finita con me in lacrime e guarda... Niente! Potresti anche sbagliarti su tutto.
    Dottor Manhattan: Ti lamenti che io rifiuto di vedere l'esistenza in termini umani... Però tu rifiuti di vedere le cose dal MIO punto di vista... Rifiuti tutto ciò che ti spaventa.
    Laurie Jupiter: Niente mi spaventa! Vuoi che veda le cose come le vedi tu? Su, avanti, mostramele, come hai fatto l'altra volta! [Manhattan le tocca la fronte, mostrandole un suo ricordo sepolto]
  • Il Comico: Tu sei la figlia di Sally Jupiter?
    Spettro di Seta 2: E tu sei il Comico, vero? Mi sei piaciuto là dentro!
    Il Comico: Sai, tua madre era una delle donne più belle di tutti i tempi! [Toccandole il volto] Tu hai i suoi occhi... Hai perfino lo stesso...
    Sally Jupiter: Toglile le mani di dosso!
    Il Comico: Ciao, Sally. Quanto tempo!
    Sally Jupiter: Non abbastanza per me, Eddie. [Rivolta a Laurie] Sali in macchina. Vai! [Spettro di Seta 2 si allontana] ...Ci sono bassezze a cui non arriveresti?!
    Il Comico: Cristo santo, Sally, un uomo non può parlare con sua... Con la figlia di una vecchia amica?
  • Laurie Jupiter: [Dopo il flashback] No..! No, non è possibile!
    Dottor Manhattan: Il Comico... Era tuo padre!
    Laurie Jupiter: No..! NOOO!!! [Scoppia a piangere] ...La mia vita è tutta... Tutta un brutto scherzo!
    Dottor Manhattan: Io non credo sia uno scherzo...
    Laurie Jupiter: Sì, be'... Scusami se non mi fido del tuo senso dell'umorismo...
    Dottor Manhattan: [Le prende la mano] Sorriderai... Se ammetto di essermi sbagliato?
    Laurie Jupiter: ...Su che cosa?
    Dottor Manhattan: I miracoli... Eventi così improbabili da essere impossibili, come... L'ossigeno che si trasforma in oro. Ho sempre voluto assistere ad un simile evento, e intanto, dimentico che, nell'accopiamento umano... Milioni e milioni di cellule concorrono a creare la vita... Generazione dopo generazione... Finché, alla fine tua madre ama un uomo, Edward Blake, un uomo che ha tutte le ragioni di odiare, ed è proprio da quella contradizione contro qualunque probabilità... Sei tu... Solamente tu... Che emergi! Riuscire a distillare una forma così specifica, da tutto quel Caos... È come trasformare l'aria in oro! Un miracolo. Quindi... Mi sbagliavo... Asciugati le lacrime e torniamo a casa.
  • Gufo Notturno 2: Adrian è un pacifista... È vegetariano, cristo santo! Non ha mai ucciso nessuno in vita sua!
    Rorschach: Hitler era vegetariano, se ti turba lascialo a me, non avrà una seconda possibilità.
  • Ozymandias: Signori... Benvenuti.
    Gufo Notturno 2: Adrian, noi sappiamo tutto!
    Ozymandias: Che c'è da discutere, allora?
    Rorschach: Moltissimo, hai ucciso tu il Comico!
    Ozymandias: Che possa riposare in pace. Blake lo aveva capito per primo. Nixon lo aveva messo a sorvergliarci per assicurarsi che non agitassimo le acque. Blake ha scoperto che quello che stavo facendo qui a Karnak e quando è andato a trovare il povero Moloch, era alla deriva! Neppure io sono riuscito a prevedere un simile cambiamento! ...Ho dovuto eliminarlo. Poi ho neutralizzato Jon, non è stata una cosa facile, ho investito due miliardi in una ricerca sui tachioni per bloccare la visione del futuro di Jon.
    Rorschach: Hai usato il suo profilo psicologico per manipolarlo e spingerlo a lasciare il pianeta!
    Ozymandias: Conosco Jon da abbastanza tempo, non è privo di emozioni... Le sue smorfie non sarebbero state notate da un estraneo, ma per me era come se singhiozzasse! Dovevo solo dare una piccola spinta... L'ondata di emozioni che ha investito Jon quando ha creduto di aver causato il cancro alle persone che amava gli è servita per lasciare la Terra.
    Gufo Notturno 2: Anche il tuo attentatore... L'hai pagato per distrarci!
    Ozymandias: Il signor Chess ha dato la vita per servire una causa più grande, Dan... Gli ho messo una capsula di cianuro in bocca, rimaneva solo una cosa in sospeso... [Si rivolge a Rorschach] Tu, e la tua teoria sul killer di maschere, che hai perseguito con la tenacia di un vero sociopatico! Una soffiata alla polizia e, con te in prigione, ho potuto finire il lavoro.
    Rorschach: ...Spiacente di averti deluso! [Lui e Gufo Notturno attaccano Ozymandias, che però li stende entrambi a terra]
    Gufo Notturno 2: ...Tu avresti dovuto rendere il mondo un posto migliore!
    Ozymandias: È quello che sto facendo.
    Gufo Notturno 2: Con la guerra nucleare?! L'ESTINZIONE UMANA?!? [Prova nuovamente ad attaccarlo, ma Ozymandias lo sconfigge di nuovo]
    Ozymandias: I miei principi morali mi spingevano a esitare davanti al sacrificio necessario. Alcune regioni chiave di tutto il mondo, New York, Los Angeles, Mosca, Hong Kong... Disintegrate in un istante. Quindici milioni di persone uccise dallo stesso Dottor Manhattan! La punizione per aver sfiorato la terza guerra mondiale.
    Gufo Notturno 2: Jon non lo farebbe mai!
    Ozymandias: Nessuno fuori da questa stanza dovrà mai saperlo. Ho ottenuto una grande conquista nel settore energetico. Per tutti questi anni Jon mi ha aiutato a riprodurre il suo potere... Ignorando come lo avrei usato! Sapete... Il Comico aveva ragione: la natura selvaggia dell'uomo porterà inevitabilmente al suo annientamento. Perciò, per salvare il pianeta, ho dovuto ingannarlo... Organizzando il più grande scherzo della storia umana.
    Gufo Notturno 2: Uccidendo milioni di persone?!
    Ozymandias: Per salvarne miliardi... Un crimine necessario.
    Rorschach: Tu sai che non te lo lasceremo fare!
    Ozymandias: Davvero, Rorschach? Non sono un cattivo da fumetto. Pensi che vi avrei spiegato il mio capolavoro se ci fosse la pur minima possibilità che ne ostacolaste la riuscita?
  • Sally Jupiter: Davvero non vuoi un drink?
    Laurie Jupiter: Davvero, sì.
    Sally Jupiter: Alla salute...
    Laurie Jupiter: ...C'è un peso che devo togliermi dallo stomaco... Io lo so che Eddie Blake era mio padre.
    Sally Jupiter: ...Laurel! ...Che cosa penserai di me? Perdonami per non avertelo detto! I-Io avrei dovuto ma..! Non lo so, provavo vergogna, mi sentivo stupida!
    Laurie Jupiter: Mamma, non ha importanza! ...La vita può portare in strani posti e far fare strane cose... Be', a volte non se ne può parlare. Io lo so com'è... Ma voglio solo che tu sappia che non hai fatto niente di sbagliato con me.
    Sally Jupiter: ...Ora forse capisci... Perchè non ce l'avevo con lui... Perchè mi ha dato te.
    Laurie Jupiter: ...Grazie, mamma! Ti voglio bene!
    Sally Jupiter: Cosa... [Laurie l'abbraccia]
  • Direttore del New Frontiersman: Seymour... Non abbiamo più niente di cui scrivere. Tutti in questo paese, in ogni paese del mondo, si tengono per mano e cantano canzoni di pace e d'amore! ...È come vivere in una maledetta comune Hippy globale!
    Seymour: Be', ehm, Ronald Reagan dice che si candiderà per la presidenza nell'88, potremmo scriverci un pezzo!
    Direttore del New Frontiersman: Noi non diamo copertura giornalistica a certe assurdità, Seymour. Questa è ancora l'America, dannazione! Ma chi vorrebbe un cowboy alla Casa Bianca?!
    Seymour: Okay, ehm... Cerco qualcosa nell'archivio mitomani?
    Direttore del New Frontiersman: Mitomani... Fa come ti pare, prendi l'iniziativa per una volta nella vita, ti do carta bianca! [Seymour abbassa lo sguardo e nota il diario di Rorschach]
    Rorschach: [Voce fuori campo] Diario di Rorschach, 12 ottobre 1985. Stanotte, un Comico è morto a New York...

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]