Al 2016 le opere di un autore italiano morto prima del 1946 sono di pubblico dominio in Italia. PD

Annie Vivanti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Annie Vivanti con la figlia Vivien Chartres

Anna Emilia (Annie) Vivanti (1866 – 1942), poetessa e scrittrice italiana.

Citazioni di Annie Vivanti[modifica]

  • Ho 21 anni, e mi dicono simpatica... Il mio repertorio? Dalle operette di Costa alle opere di Wagner, da "Carolì" ai preludi di Chopin... Ho gli occhi grandi e azzurri. Se occorre il mio ritratto lo posso mandare. Preferirei però venire io stessa a farmi giudicare. (da una lettera al padrone della birreria genovese Zalesi; citato in Corriere della sera, 11 giugno 2005)
  • Vorrei mandarle un mazzo di rose grande più di me, vorrei creare una parola nuova che racchiudesse tutto ciò che ha di soave la gratitudine e di sublime la gioia, per dirle quello che sento. Amo tutto ciò ch'Ella ha corretto nei miei versi. (Benedetti versi che mi hanno ispirato l' ardire di venire da Lei!). (dal carteggio con Giosuè Carducci; citato in Corriere della sera, 11 giugno 2005)

Lirica[modifica]

  • Amar stasera ed obliar domani, | Ecco il mio fato. Oh, tu cogli in quest’ora | Il fior de’ baci miei, gl’incanti strani | Della mia fantasia che t’innamora. || No, non impallidir! Baciami ancora. (da Tra poco)
  • Quando sarò partita, m'amerai; | Diverrai meco tenero, indulgente, | M'amerai capricciosa ed insolente. | Leggera e senza cuore m'amerai. | Mi stenderai le braccia avidamente | E desolato mi richiamerai! || Quando sarò partita, piangerai. (da Quando sarò partita)
  • Dammi l'alito tuo, dammi il veleno! | Acre è il gaudio, terribile il piacere | Dalla tua triste bocca poter bere | La voluttà e la morte! (da Etisia)

Citazioni su Annie Vivanti[modifica]

  • [sul romanzo Marion artista di caffè-concerto] Cose straordinarie, stupefacenti e quasi fiabesche, di passioni tremende, di cattiverie orrende, di follie e insieme di gentilezze grandi e di pietà... (Benedetto Croce)

Bibliografia[modifica]

  • Annie Vivanti, Lirica, Fratelli Treves Editori, 1890.

Altri progetti[modifica]