Body shaming

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Esempio di body shaming nella pubblicità (1942)

Citazioni sul body shaming o derisione del corpo.

  • [Sulla pressione mediatica riguardante l'aspetto fisico delle cantanti donne] Ho avuto questa discussione con molte donne dell'industria. In realtà sentivo più la pressione delle persone quando ero magra, quando ero davvero magra e non super sana perché ero solo stanca di lavorare così duramente e non mantenere abitudini sane. Ma ho sentito più e più pressione. Mi ponevano riviste davanti e "Questo è ciò con cui stai competendo e dobbiamo superarlo". Non posso competere con quello. Non è nemmeno la mia immagine. Non è quello che sono. È quello che sono loro. Siamo tutte diverse e va bene. Ho combattuto maggiormente quando ero più magra rispetto ad adesso, perché ora entro e li guardo come, "Ti sfido a dire qualcosa. Sono felice nella mia vita. Lavorerò su di me con i miei tempi!". (Kelly Clarkson)
  • Sono stato preso di mira non solo per la mia altezza, ma anche per la mia pinguedine. La verità è che non me ne è mai fregato niente. Spesso in trasmissione racconto di ragazzi bullizzati. Non sono storie di giovani picchiati, bensì di persone che si sentono dire "brutto ciccione" dai compagni di classe. Io mi sarei dovuto suicidare a otto anni. Ero ciccione e me lo dicevano. In quei casi o ci ridevo o li mandavo a fanculo, e si andava avanti. Non ricordo nessuno della mia generazione andato dallo psicologo per questo motivo. O al giorno d'oggi i ragazzi sono più sensibili, o chi offende è diventato più mascalzone. [«Nei confronti di un uomo è tutto concesso?»] È chiaro che dare ad una donna della cicciona è da maleducati, ma si è arrivati al punto che ci si arrabbia pure se dici a una che starebbe bene con qualche taglia in meno o con dei chili in più. Ti querelano. (Giancarlo Magalli)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]