Cristiana Girelli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Cristiana Girelli (2019)

Cristiana Girelli (1990 – vivente), calciatrice italiana.

Citazioni di Cristiana Girelli[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Il calcio femminile è più tecnico che fisico, perché ovviamente la conformazione fisica di un maschio in età adolescenziale è diversa da quella di una femmina. Riusciamo a tenere lo scontro con un ragazzo fino ai quindici anni, dopodiché è chiaro che si diventa troppo differenti. Ciò non toglie che poi quelli che vengono a vederci ci dicono "ah cavolo, però siete brave con il pallone".[1]
  • Quando ti dicono "vogliono essere come te" prima ti domandi "ma cos'ho fatto di speciale?", e poi pensi è uno stimolo in più per diventare un punto di riferimento per tutte quelle bambine che iniziano oggi a giocare. Prima tante mamme mandavano le figlie a danza, adesso anche a giocare a calcio, è una cosa stupenda. Io non riesco a vedermi come un "idolo", forse perché non ne ho mai avuti di miei, almeno non donne.[1]
  • Da piccola ero l'unica nella provincia di Brescia a giocare a calcio. Ho sempre giocato coi maschietti, ero il capitano. Ho sempre avuto grande rispetto da parte loro, a volte mi scrivono ancora adesso complimentandosi. Mi sono sempre sentita libera di fare quello che volevo e questa è stata la mia grande fortuna. Ho sempre voluto giocare a calcio. Quando tornavo a casa non vedevo l'ora di andarmi ad allenare. Quando a 14 anni mi chiamò un dirigente del Verona, io dissi ai miei genitori che non volevo andare a giocare con le femmine. Furono loro a dirmi che il treno passava solo una volta.[2]
  • A me dispiace quando si parla di differenze tra calcio maschile e calcio femminile. Il calcio è calcio. Chi viene a vedere le nostre partite non deve fare paragoni, è chiaro che una donna fisicamente sia inferiore all'uomo. Il problema è che i paragoni vengono sempre fatti sul calcio. Io sono sognatrice e molto esigente con me stessa, cerco di non perdere tempo e fare del tempo una cosa preziosa. Io ogni giorno vado al campo per allenarmi, migliorarmi e cercare di essere la versione migliore di me stessa. Il calcio è la mia vita e spero di farlo bene e per tanti anni.[3]
  • Mi piace vincere e ogni allenamento che faccio è per questo. [...] Quando vinci fai fatica a farne a meno.[4]

'La mia vita, la passione per la Juve, l'amicizia con Rosucci. Quando vedo la maglia...'

Da un'intervista sul profilo ufficiale twitch.tv della Juventus; citato ne ilbianconero.com, 31 maggio 2021.

  • Da piccolina avevo due grandissimi idoli calcistici: Baggio e Del Piero. Ed ebbi la fortuna di vederli giocare dal vivo in un Brescia-Juventus, rimasi folgorata dalle giocate di Roby e Alex. E mio papà era presidente di una squadra di calcio locale. Lui mi ha sempre raccontato che da bimba volevo sempre giocare con la palla: quando finiva di lavorare lo facevo mettere a parare tra gli scaffali della farmacia e io gli calciavo i rigori.
  • [Sulla maglia della Juventus] Ogni volta che la vedo in spogliatoio la srotolo e la appendo, poi vado a fare il giro di campo e quando torno dentro me la guardo bene. Indossarla è un piacere e un onore, è qualcosa che ti dà tanto e mi sento fortunata. Tante bambine e bambini sognano di indossarla e mi sento molto responsabile perché so che tanti vorrebbero essere al mio posto. Mi sento dunque in dovere di dare sempre qualcosa di più.
  • Essere troppo competitiva a volte mi porta a essere un po' pesante. Anche in allenamento, dovrei prendere le cose un pochino più alla leggera se non mi riesce qualcosa. Non c'è bisogno di uscire dal campo arrabbiata se ho sbagliato, è uno switch che devo fare. Per me e per le persone che mi circondano. Se gioco male e simili, non riesco a essere troppo positiva. Non ammetto errori.

Note[modifica]

  1. a b Dall'intervista a Undici nº 27; citato in Silvia Schirinzi, Il momento di Cristiana Girelli, rivistaundici.com, 28 maggio 2019.
  2. Da un'intervista a Juventus TV; citato in Cristiana Girelli: "Il calcio è sempre stato la mia vita", calciofemminileitaliano.it, 14 marzo 2020.
  3. Da un'intervista a Il Sole 24 Ore; citato in Miriana Cardinale, Cristiana Girelli: "A fine carriera vorrei fare l'allenatrice. La Juve? Un sogno diventato realtà", spazioj.it, 10 febbraio 2021.
  4. Da un'intervista a LA7 al termine della finale di Supercoppa italiana 2021; citato in Cristiana Girelli: "Mi piace vincere e vivo per queste emozioni", lfootball.it, 8 gennaio 2022.

Altri progetti[modifica]