Damiano Tommasi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Damiano Tommasi (2010)

Damiano Tommasi (1974 – vivente), ex calciatore e dirigente sportivo italiano.

Citazioni di Damiano Tommasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Fossi stato in Sacchi, non mi sarei convocato.[1]
  • Sono sconcertato dalla frase [di Carlo Tavecchio] su Optì Pobà e le banane. Ma non so se essere ancora più allibito dal silenzio che le ha circondate.[2]
  • Io credo che Tavecchio vada sanzionato. Non voglio sostituirmi agli organi preposti, ma ritengo sia giusto esaminare il caso serenamente dal punto di vista della portata discriminatoria, come si fa per un calciatore in campo o per i tifosi che intonano certi cori, con le società punite per responsabilità oggettiva.[3]

Oltre le etichette, intervista a Damiano Tommasi

Intervista di Diego Guido, Ultimouomo.com, 18 marzo 2019

  • Da bambini il sogno di fare il calciatore assomiglia al sogno di fare l'astronauta. Con una differenza sostanziale però: fare l'astronauta è un progetto che viene abbandonato presto dato che in pochi sono in grado di affrontare un percorso di studi indirizzato a quello. Fare il calciatore invece è un traguardo che tutti hanno tentato di tagliare.
  • Quante volte si sente dire la battuta "Quello lo segnavo anch'io"? Una battuta, per carità. Eppure nasconde l'idea che tutto sommato non è così difficile essere lì. Invece la risposta è "No, tu non avresti potuto segnarlo" perché non eri in campo, non eri in panchina, probabilmente non ti sei mai nemmeno lontanamente avvicinato a quel livello sportivo. [...] Per riuscirci serve talento e serve aver avuto abbastanza costanza per averlo fatto fruttare. Serve andare a dormire a 15 anni il sabato sera alle 21:30 e magari farlo nella stanza di un convitto a 300 chilometri dalla famiglia e dagli amici.
  • [Sui giovani talenti poi incapaci di affermarsi] Molte delle volte sono storie in cui, se vai a scavare, scopri che il ragazzo è stato vittima dei sogni di grandezza del padre. Il genitore che esaspera l'autostima del figlio. Se io padre pensassi di avere in casa il nuovo Cannavaro sbaglierei per il semplice fatto che è un po' come puntare tutto sulla certezza di vincere il SuperEnalotto. Magari succede, ma se ti dimentichi quanto è improbabile che accada ti infili in una situazione difficile.
  • Un settore giovanile [dovrebbe] avere come primo obiettivo quello di insegnare una mentalità sportiva e di insegnare ad applicarla ad ogni ambito della vita. L'obiettivo dovrebbe sempre essere trasmettere l'importanza del gruppo, far capire che se vuoi giocare bene devi allenarti bene, che se vuoi ottenere qualcosa lo devi fare preparandoti e non improvvisando. Non certo cercare il campione e ritenere dei fallimenti i ragazzi che non lo diventeranno.
  • [Sul coming out nel calcio] Ci dobbiamo chiedere se quella persona abbia il desiderio di rendere pubblica una cosa privata, perché se così non fosse non avrebbe senso forzarla ad esporsi. In nessun ambito lavorativo viene chiesto di dichiarare se si sia etero o gay, ma dai calciatori si pretendono sempre gesti e segnali che ad altri non verrebbero mai chiesti.

Citazioni su Damiano Tommasi[modifica]

  • Tommasi, ogni volta lui se immola, quando sta in campo la Roma vola. (Brusco)

Note[modifica]

  1. Citato in Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, Dalai editore, 2000, p. 2113. ISBN 8880898620
  2. Citato in Frase razzista, polemica su Tavecchio. L'ira di Delrio. Serrachiani: "Rinunci", Lastampa.it, 26 luglio 2014.
  3. Citato in La Gazzetta dello Sport, 15 agosto 2014.

Altri progetti[modifica]