Desperate Housewives (seconda stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Desperate Housewives.

Desperate Housewives, seconda stagione.

Episodio 1, Dopo[modifica]

Frasi[modifica]

  • Era passato un anno dal mio suicidio... e molte cose erano cambiate a Wisteria Lane. C'erano nuovi fiori, nuove case e nuovi vicini di quelli che chiunque avrebbe voluto nella casa accanto. (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Susan: E Mary Alice avrebbe ucciso la madre naturale di Zach per impedirle di portarselo via.
    Lynette: Oh Santo Cielo, sapevo che Mary Alice si era uccisa per qualcosa di grave, ma accidenti, vivere con quel senso di colpa.
    Gabrielle: Non è strano che Paul e Mary Alice abbiano tenuto questo segreto per anni senza che noi lo sapessimo?
    Susan: No in realtà no. Conosciamo davvero a fondo i nostri vicini? Possiamo dire se curano il prato e se portano dentro i bidoni vuoti ma se fanno queste cose smettiamo di porci domande perché allora sono dei buoni vicini.
    Bree: Non ci preoccupiamo di cosa succede nel loro privato.

Episodio 2, Controllo[modifica]

  • Controllo. Sono straordinarie le tattiche che si usano per ottenerlo: alcuni confidano nel sotterfugio, altri sconfinano nell'imbroglio, poi ci sono quelli che ricorrono all'estorsione. Perché lottiamo tanto per il controllo? Perché sappiamo che perderlo vuol dire mettere il nostro destino in mano altrui. E cosa potrebbe esserci di più pericoloso? (Mary Alice)

Episodio 3, Non mi lascerai mai[modifica]

  • Conoscete la coppia perfetta? Le due anime gemelle il cui amore non finisce mai? I due innamorati il cui rapporto non è mai minacciato? Il marito e la moglie che hanno piena fiducia l'uno dell'altra? Se non conoscete la coppia perfetta, lasciate che ve la presenti: è in piedi sopra uno strato di glassa. Il segreto del loro successo? Be', per cominciare non sono costretti a guardarsi. (Mary Alice)

Episodio 4, I buoni padri[modifica]

  • Il mondo è pieno di buoni padri, da cosa si riconoscono? Sono quelli che ci mancano talmente tanto che senza di loro tutto va a rotoli. Sono quelli che ci amano molto prima del nostro arrivo. Sono quelli che ci vengono a cercare quando non troviamo la strada di casa. Sì, il mondo è pieno di buoni padri e i migliori sono quelli che fanno si che le donne della loro vita si sentano delle buoni madri. (Mary Alice)
  • Per colpa mia il camion della spazzatura ha schiacciato l'amica immaginaria di mio figlio... Sono la madre peggiore del mondo, Tom! (Lynette)

Episodio 5, Mi hanno chiesto perché credo in te[modifica]

Frasi[modifica]

  • Se credi che trascorrerò l'eternità di fianco ad un uomo che crede che l'abbia ucciso sei pazza. Per quanto mi riguarda, può decomporsi fra gli estranei. (Bree) [Dopo aver fatto spostare la bara di Rex dalla tomba di famiglia]
  • Tutti nel mondo hanno bisogno di qualcuno su cui fare affidamento, che sia esso un amico fidato, avvocati determinati o una famiglia amorevole. Ma a volte le persone che pensavamo sarebbero sempre rimaste al nostro fianco se ne vanno e quando succede è straordinario cosa facciamo per riappropiarcene. (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Bree: Mio marito, l'uomo che amavo, è morto credendo che fossi un'assassina! Mi ha lasciato un biglietto con su scritto Bree, capisco e ti perdono!. Ho passato diciotto anni assieme a lui. Doveva conoscermi!
    Edie: Magari ti stava perdonando per qualcos'altro...
    Bree [furiosa]: Non ho fatto niente per cui essere perdonata! Sono stata una fantastica moglie! Quando era ammalato mi prendevo cura di lui, organizzavo le sue spese, controllavo che non avesse brufoli sulla schiena! E quel miserabile figlio di puttana osa capire e perdonarmi? Be', gli è andata malissimo, perché io non capisco e non perdono per niente!

Episodio 6, Vorrei poterti dimenticare[modifica]

  • Bree: È stato davvero orribile. George con l'anello, sua madre e l'amica con lo champagne... Se avessi detto "no", lo avrei distrutto, capisce?
    Dr. Goldfine: Quindi ha acconsentito a sposarlo per educazione?
    Bree: Be', ovviamente. È il lato negativo delle buone maniere.

Episodio 7, Fotografie[modifica]

  • Prendo il mio champagne e i miei ovuli appassiti e me ne vado! (Bree)

Episodio 8, Il sole non tramonterà[modifica]

  • Ad ognuno di noi serve qualcosa per vincere la notte, fosse anche il più piccolo spiraglio di speranza. (Mary Alice)

Episodio 9, Il bene e il male[modifica]

  • Non sempre è così facile distinguere i buoni dai cattivi. I peccatori possono sorprenderci e lo stesso vale per i santi. Perché cerchiamo di catalogare le persone solo come buone o cattive? Perché nessuno vuole ammettere che la compassione e la crudeltà possono anche convivere in un cuore e che tutti noi siamo capaci di qualunque cosa. (Mary Alice)
  • Sta a sentire, slavata puttanella, non ti conviene iniziare una guerra con me! (Gabrielle) [a Suor Mary Bernard, del programma di evangelizzazione nelle carceri]

Episodio 10, Ritorno a casa[modifica]

  • Andrew: Vorrei tanto che ci scoprisse. Soltanto per vedere la sua espressione. Dio, quanto la odio.
    Justin: In fondo è sempre tua madre. Non dovresti volerle bene comunque?
    Andrew: L'anno scorso quando ha scoperto che mi piacevano i ragazzi, è uscita di testa. Ha detto che se non cambiavo, sarei andato dritto all'inferno. E visto che sapevo di non poter cambiare, ho capito d colpo che un giorno mia madre non mi avrebbe più amato. Allora ho deciso di smettere di amarla io. Se non altro soffrirò meno.
    Justin: Non sapeva quello che diceva.
    Andrew: Lo sapeva. Quindi deve essere punita.
    Justin: Come pensi di farlo?
    Andrew: Un giorno commetterà uno sbaglio. E io avrò qualcosa contro di lei. E quando questo avverrà ci andrò così pesante che non si riprenderà più.
    Justin: Dovrai aspettare un bel po'.
    Andrew: Non importa, so aspettare per le cose che voglio.

Episodio 11, Baci...[modifica]

  • Andrew: Chissà come reagiranno scoprendo che hai ucciso George Williams.
    Bree: Io non ho ucciso George!
    Andrew: No, però l'hai lasciato morire. Il che, non sono un avvocato, sono certo che sia un crimine.
    Bree: Andrew!
    Andrew: Non fraintendere, insomma, hai fatto bene. Ma con i poliziotti la mia posizione sarà: "Oh mio Dio, vengo educato da una maniaca omicida!" Potrei anche versare qualche lacrima...
    Bree: E tu lasceresti che la polizia arrestasse tua madre?
    Andrew: Be', bisogna tagliare il cordone ombelicale.
  • L'atto in sé non cambia mai, ma ogni bacio ha un significato tutto suo: può dimostrare l'eterna devozione di un marito, o l'enorme rimpianto di una moglie; può simboleggiare la crescente preoccupazione di una madre, o la passione di un amante; ma qualunque sia il significato, ogni bacio riflette un semplice bisogno umano, il bisogno di contatto con un altro essere umano. Questo desiderio è così forte, che ci sorprende che alcune persone non lo comprendano. (Mary Alice)

Episodio 12, Andrà tutto bene[modifica]

  • Edie: Non mi fido delle donne cordiali.
    Lynette: Pace, neanche loro si fidano di te.

Episodio 13, Il fascino discreto della guerra[modifica]

Frasi[modifica]

  • Tutti conoscono la natura della guerra, e sanno anche che la vittoria dipende dalle carte che hanno in mano. Alcuni di fronte a una battaglia sanguinosa si arrendono, ma per altri la resa è inaccettabile, anche se sanno che sarà una battaglia all'ultimo sangue. (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Carlos: Io ho bisogno di avere un figlio.
    Gabrielle: E io ho bisogno di sapere che sono la donna con cui vuoi passare la tua vita e non solo una specie di utero con i tacchi alti!

Episodio 14, Amicizie improbabili[modifica]

Frasi[modifica]

  • Il mondo è pieno di amicizie improbabili, come iniziano? Con una persona con un bisogno disperato e un'altra disposta a tendere una mano. Quando tale gentilezza viene offerta siamo finalmente in grado di vedere il valore di quelle persone precedentemente scartate e prima di rendercene conto si forma un legame che non si cura del giudizio degli altri. Sì, le amicizie improbabili iniziano tutti i giorni e nessuno lo capisce meglio delle persone sole, infatti è su queste amicizie che contano. (Mary Alice)
  • Questo non è il pudding di una donna sincera! [Riferendosi a Maxine Bennett, poiché la donna sostiene di aver preparato da sola un pranzo di sei portate per dieci invitati; subito dopo l'FBI irrompe nella casa arrestando Maxine per sfruttamento di manodopera] (Bree)

Dialoghi[modifica]

  • Gabrielle: Stai diventando il Signor sì di tutti i casi caritatevoli di padre Crawley!
    Carlos: Ed è una brutta cosa?
    Gabrielle: Quando trasforma la casa in un covo cattolico di clandestini, sì.
    Carlos: Sai chi sei tu, Gabrielle? Sei una persona che avrebbe mandato via Marie e Giuseppe dalla locanda.
    Gabrielle: Be', avrebbero dovuto prenotare.
  • Bree: Quando ero giovane, la mia matrigna mi disse che ero molto fortunata perché possedevo bellezza, intelligenza, astuzia e intuito. Queste sono armi che servono a tutte le donne per sopravvivere nel mondo.
    Danielle: Allora?
    Bree: Cura bene il tuo aspetto fisico, Danielle. Non hai altre armi a tua disposizione.

Episodio 15, Grazie tante[modifica]

  • A tutti capita di avere bisogno di un piccolo aiuto e così chiediamo piccoli favori, ma è sempre meglio guardarsi da quelli che non vedono l'ora di aiutarti... perché anche il più piccolo dei favori ha un suo prezzo. Sì, tutti hanno un elenco di priorità, anche se non lo riconoscono. E in quelle rare occasioni in cui non c'è un motivo occulto per aiutarci veniamo colti così alla sprovvista che stentiamo a riconoscere la verità... Quando una persona amica ci ha appena fatto un favore enorme. (Mary Alice)

Episodio 16, Non c'è altro modo[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ed è così che Bree Van de Kamp è arrivata a cambiare la sua routine settimanale. Continuava a pulire il martedì, a pagare i conti il mercoledì e a fare il bucato il giovedì, ma i suoi venerdì adesso erano riservati a un incontro. Un incontro speciale dov'era in piedi di fronte a gente che non conosceva e diceva cose in cui non credeva. Dopo Bree tornava a casa e si premiava per aver completato con successo un'altra settimana. (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Andrew: Sei una stronza di ghiaccio. Lo sapevi?
    [Bree scaraventa una bottiglia di alcol contro il frigorifero]
    Bree: Scusami tanto, ma non ti ho sentito bene.
    Andrew: Io ti odio.
    Bree: Andrew, il contrario dell'amore non è l'odio, è l'indifferenza. Quindi se tu mi odi, significa che ti importa, che siamo legati, che ho ancora una possibilità di raddrizzarti!

Episodio 17, Potrei mai lasciarti?[modifica]

Frasi[modifica]

  • In quel preciso momento il Dr. Hanson Mills stava tagliando un altro cordone ombellicale e altri legami erano stati appena troncati: come quello tra un figlio e una madre che non voleva che lui crescesse in fretta, o quello tra una cassa di buon vino e una casalinga che non voleva ammettere di avere un problema, oppure quello tra una donna e il suo fidanzato che non riusciva a perdonarle il tradimento. Scegliere di separarsi da ciò che amiamo è doloroso, solo una cosa può essere peggiore, qualcuno di cui ci fidavamo che sceglie per noi. (Mary Alice)
  • Andrew, ci sarà forse un giudice così stupido da farti emancipare, ma finché non lo trovi io mantengo i miei diritti di genitore, uno dei quali è tenerti in punizione fino alla fine dei tempi. (Bree)

Dialoghi[modifica]

  • Carlos: Nessuno può prevedere come sarà un bambino. Suo figlio potrebbe anche vincere un concorso di bellezza.
    Gabrielle: Con il suo DNA potrà vincere al massimo una mostra canina!

Episodio 18, Tentazioni[modifica]

  • Pur non rendendosene conto, Bree aveva risposto alla sua domanda: il modo più facile per vincere un'assuefazione è rimpiazzarla con un'altra. (Mary Alice)

Episodio 19, Non mi guardare[modifica]

Frasi[modifica]

  • Parker, sono tua madre e le madri non mentono ai propri figli... Ora va a lavarti le mani o Babbo Natale non ti porterà niente! (Lynette)

Dialoghi[modifica]

  • [Lynette torna a casa dopo il lavoro. La McCluskey è sul divano a mangiare un gelato]
    Lynette: Be', come è andata oggi?
    Karen: Bene. Penny ha pianto un po'. Credo le stiano spuntando i molari. I gemelli si sono litigati la TV, non è una novità. La notizia è che Parker mi ha offerto un cremino per guardarmi la vagina.
    [Lecca il gelato e Lynette sbarra gli occhi]
    Karen: Oh, santo Dio, Lynette, non l'ho fatto! Questo l'ho preso io dal freezer.
  • Henry: Bree, Andrew è... gay...?
    Bree: Papà, Andrew odia le definizioni. Sono certa che è una fase.
    Eleanor: Perdonami, ma ha una rivista intitolata "Paparini sadomaso in calore". A me questa non sembra una fase, assolutamente!

Episodio 20, Non doveva succedere[modifica]

  • Mentre se ne stava li seduto, Carl non poteva fare a meno di chiedersi perché Dio lo avesse abbandonato. Non lo sfiorava nemmeno l'idea che Dio potrebbe essere una donna. (Mary Alice)
  • Pregare dovrebbe contribuire a dar forza alle persone che devono affrontare situazioni che non vogliono accettare. La forza della preghiera deriva dalla comprensione profonda della natura umana. Perché molti di noi si scagliano contro le prove a cui la vita ci sottopone. Perché molti di noi sono troppo vigliacchi e spaventati per lottare per ciò che è giusto. Perché molti di noi si lasciano prendere dalla disperazione quando sono di fronte a una scelta impossibile. La buona notizia per coloro che pronunciano queste parole è che Dio li ascolterà e risponderà alle loro preghiere. La cattiva notizia è che a volte la risposta è no! (Mary Alice)

Episodio 21, Adesso lo so[modifica]

  • Quando la verità è scomoda si cerca di tenerla nascosta. Tutti sono consapevoli del danno che potrebbe causare perciò si cela tra mura resistenti o si mette dietro porte chiuse oppure si ofusca con mascheramenti astuti, ma la verità per quanto scomoda emerge sempre e qualcuno a cui vogliamo bene finirà col farsi male mentre qualcun altro godrà di quel dolore... ed è questa la verità più scomoda. (Mary Alice)
  • Vediamo se ho capito: tu puoi frequentare un beone, e lui può invitare il suo amante gay ma guai se esco con uno di colore. (Danielle)
  • A nessuno importa della verginità in questo paese, è andata fuori moda negli anni cinquanta e fidati, non tornerà di moda! [alla domestica Xiao-Mei, per convincerla a farsi impiantare il seme di Carlos affinché lui e Gabrielle possano avere un bambino] (Gabrielle)

Episodio 22, Solitudine[modifica]

  • È un momento scioccante per ognuno di noi il momento in cui ci rendiamo conto di essere soli al mondo. La famiglia che noi diamo per scontata potrebbe abbandonarci un giorno. Il marito a cui diamo tacita fiducia potrebbe tradirci. La figlia che abbiamo amato così profondamente potrebbe non tornare da noi e potremmo ritrovarci soli con noi stessi. C'è chi da grande valore al fatto di saper affrontare le cose da solo, ad esempio... (Mary Alice)

Episodio 23, Ricordare – Parte I[modifica]

  • Tutti devono scegliere la strada da percorrere nella vita e, per alcune persone speciali, quella strada porta a Wisteria Lane. Erano arrivate tutte nella stessa maniera: a bordo di camion stracarichi, portando con sé costosi pezzi di antiquariato e sogni da poco. Mi ricordo il primo momento in cui ho visto ognuna di loro. Ho conosciuto Susan Mayer il giorno in cui è arrivata a Wisteria Lane, sembrava così deliziosamente sicura di sé da farmi sentire intimorita, ma quella sensazione mi è passata subito. (Mary Alice)
  • Non siamo strani, lo sembriamo solo. (Rex) [presentandosi a Mary Alice]

Episodio 24, Ricordare – Parte II[modifica]

  • Questa è la via dove abitavo e queste sono le persone con cui ho condiviso la mia vita. Le ho conosciute il giorno in cui sono arrivate e ho visto cosa portavano con loro: bellissimi sogni per il futuro e tranquille speranze di una vita migliore, non solo per loro stesse ma anche per i loro figli. Se potessi direi cosa riserva loro il futuro? Le avvertirei della sofferenza e dei tradimenti che le attendono? No, da dove sono ora vedo così chiaramente la strada da capire come bisogna percorrerla. Ma il trucco è continuare a procedere, lasciar andare le paure e i rimpianti che ci rallentano e ci impediscono di goderci un viaggio che finirà anche troppo presto. Sì, ci saranno svolte inaspettate lungo il cammino, sorprese scioccanti che non avevamo previsto. Ma è proprio questo il bello, non credete?! (Mary Alice)
  • Be', mio figlio è un asociale e mia figlia mi odia al punto da scappare di casa. Qualcosa mi dice che non sarò eletta Madre dell'Anno tanto presto. (Bree) [al dottore che la segue nella clinica psichiatrica]

Altri progetti[modifica]