Desperate Housewives (terza stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Desperate Housewives.

Desperate Housewives, terza stagione.

Episodio 1, Pioggia[modifica]

Frasi[modifica]

  • Non piove spesso nella città di Fairview ma quando lo fa piove a dirotto. Ed era esattamente così quando Bree Van De Kamp era uscita per la prima volta con il suo nuovo amico, Orson Hodge; un appuntamento finito con un bacio sotto la pioggia. Questo accadeva mentre Gabrielle Solis stava parlando con il suo avvocato divorzista, descrivendogli con vividi dettagli la storia di suo marito con la loro cameriera, che casualmente era anche la loro madre in affitto. Nel frattempo, Lynette Scavo stava conoscendo la figlia illegittima di suo marito; sforzandosi di resistere alla tentazione di strozzarne la madre. Questo accadeva poco dopo che Susan Mayer aveva saputo che Mike Delfino era stato gravemente ferito da un pirata della strada ed era ricoverato in coma al Fairview Memorial Hospital. In quello stesso momento, Edie Britt stava mettendo un cartello con scritto "in vendita" sul prato della casa dove un tempo vivevo io; Edie aveva anche programmato di migliorare l'aspetto della proprietà ripulendo il vialetto, ma si era accorta con piacere che ci aveva già pensato la pioggia. Ecco a cosa servono le giornate piovose: a dare una bella ripulita a tutto. Il che era necessario in una strada come Wisteria Lane, dove tutto può diventare così sporco. (Mary Alice)
  • Ogni temporale porta con sé la speranza che in qualche modo la mattina dopo tutto sarà stato ripulito e che persino le macchie più resistenti saranno sparite. Come il dubbio sulla sua innocenza, o le conseguenze del suo errore, come le cicatrici del suo tradimento o il ricordo di un suo bacio. Perciò aspettiamo che il temporale passi, sperando per il meglio, anche se sappiamo, in fondo al nostro cuore, che alcune macchie sono così indelebili che niente può cancellarle. (Mary Alice)
  • Io sono libertario. Credo nel minimizzare il ruolo dello Stato e massimizzare i diritti individuali. (Orson) [a Bree, per convincerla a fare sesso]
  • Non sono irriverente, sono soltanto realista! (Lynette)

Dialoghi[modifica]

  • Bree: Oh, io non lo faccio.
    Orson: Perché no?
    Bree: Sono repubblicana!
  • Carlos: Hai perso il nostro bambino!
    Gabrielle: Non ho perso il bambino, smettila, Carlos, so esattamente dov'è... Nell'utero di una donna cinese pazza che si è anche fregata mezzo pollo dal mio frigo!

Episodio 2, Bisogna essere in due[modifica]

Frasi[modifica]

  • Conoscete la coppia perfetta? Le due anime gemelle il cui amore non finisce mai? I due innamorati il cui rapporto non è mai minacciato? Il marito e la moglie che hanno piena fiducia l'uno dell'altra? Se non conoscete la coppia perfetta, lasciate che ve la presenti: è in piedi sopra uno strato di glassa. Il segreto del loro successo? Be', per cominciare, non sono costretti a guardarsi. (Mary Alice)

Episodio 3, Un weekend in campagna[modifica]

Frasi[modifica]

  • Tutti noi portiamo il nostro bagaglio... certo è bello viaggiare con qualcuno che può alleggerirci il peso, ma di solito è più facile disfarsi di quello che si porta per tornare a casa prima, presumendo naturalmente che ci sia qualcuno ad accoglierci al nostro arrivo. Perché ci aggrappiamo così tanto a questo bagaglio, anche quando vorremmo tanto voltare pagina? Perché sappiamo tutti che potremo poi accorgerci di aver mollato troppo presto. (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Bree: Non devi lavarli, quelli. L'ho già fatto io.
    Orson: Oh, c'erano delle tracce di sporco... Si eliminano con aceto di vino rosso non diluito.
    Bree: Davvero? Non lo sapevo!
    Orson: Ah, certo. Ma per macchie più resistenti uso una miscela metà alcool denaturato e metà acqua. E con quelle veramente intrattabili, come quelle nella cabina doccia per esempio, faccio ricorso al solvente per vernici.

Episodio 4, Riscrivere la storia[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ognuno di noi ha una ragione per riscrivere la storia: a volte per crearci un alibi, a volte per ferire qualcuno che ci ha feriti e poi altre volte, solo per toglierci l'imbarazzo... naturalmente c'è chi ritiene che riscrivere la storia, sia solo un altro modo per mentire. Ma che cos'è la storia... se non una serie di bugie concordate? (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Bree: Questo è un evento per la famiglia e ce lo godremo tutti insieme. Ora Danielle, smettila di polemizzare e crea un alibi per tuo fratello.
    Danielle: Ci sono: era finito in una setta e abbiamo dovuto rapirlo e deprogrammarlo.
    Bree: Questo si che risparmierebbe la famiglia dall'imbarazzo! Perché non aggiungere anche una vena omicida?
  • Bree: Se venite a sapere che un marito è stato infedele, lo dite a sua moglie?
    Lynette: Assolutamente si! Può portare a casa una malattia!
    Bree: Infatti! È così che Bunny Connors si è presa la clamidia!
    Gabrielle: Ooh! Non è successo perché ha messo il costume di un'altra?
    Lynette: Così si è presa le piattole...
    Gabrielle: Si becca sempre qualcosa, se non è la gonorrea è una plastica fatta da un cane...

Episodio 5, L'arte del sabotaggio[modifica]

Dialoghi[modifica]

  • Orson: Ti prego Danielle, mangia un po'...
    Bree: Non preoccuparti, lo sciopero della fame richiede autocontrollo e sappiamo che non è una sua virtù.
    Danielle: Quando ti deciderai a prendermi sul serio?
    Bree: Quando ti comporterai come un'adulta!
    Andrew: Be'... va a letto con gli adulti, è un inizio.
    Danielle: Io ti odio, Andrew! Io vi odio tutti quanti! [Prende un piatto dalla tavola e lo lancia contro il muro]
    Bree [indifferente]: Ricordami di prendere i piatti di carta, servono per qualcuno che non è in grado di usare la porcellana.
  • Karen: Gli uomini sono geneticamente incapaci di capire che i loro sogni sono stupidi.
    Lynette: Può essere più precisa, "dottoressa"?
    Karen: Mio marito ha venduto assicurazioni per trentasei anni e un giorno ha deciso che voleva trasferirsi a Parigi per dipingere donne nude. Ho risposto "Riesci a malapena a pitturare il garage, come puoi pensare di fare dell'arte?"... E per il resto della vita mi ha disprezzata.
    Lynette: Lui l'ha disprezzata per aver detto "no"?
    Karen: Credeva che andassi a letto con suo fratello, sono sicura che c'entrava un po' anche quello.
  • Bree: Te lo dico io, mi ha ignorata di proposito. Io l'ho salutata con la mano e lei mi ha ignorata! Sì, non ho fatto regali alla sua primogenita...
    Andrew: Mamma!
    Bree: Andrew, per favore non mi interrompere.
    [Andrew intanto si siede e finisce la sua fetta di torta]
    Bree: Sì non ho fatto regali alla sua primogenita, ma sai come la penso: niente marito, niente regali al bebè...
    Bree: Che cosa c'è, caro?
    [Con noncuranza] Andrew: Be', Danielle è di sopra che tenta il suicidio.
    [Dopo un attimo di esitazione Bree e Orson si alzano e corrono di sopra]
    Andrew: Non c'è fretta, non è un tentativo serio.
  • [Danielle ha appena tentato il suicidio ingerendo appena tre sedativi]
    Bree: Le stanno per infilare un tubo dentro la gola. Lo trovi ancora così divertente?
    Andrew: Mamma, è una patetica richiesta d'attenzione.
    Bree: È un grido d'aiuto! E se non la ascoltiamo la prossima volta farà qualcosa di più pericoloso.
    Andrew: Certo, la prossima volta si butterà dalla veranda.
  • Infermiera: Se ne vada subito, disturba gli altri pazienti!
    Susan: No, ma che sta... questo è ridicolo! Insomma, chi starei disturbando? Qui sono tutti in coma, non volete che si sveglino?!

Episodio 6, Tesoro, devo confessarti una cosa[modifica]

Frasi[modifica]

  • C'è un posto nella chiesa di St. Timothy dove i peccatori confessano i loro peccati e dopo averlo fatto si aspettano di essere perdonati ma la verità è che non tutte le confessioni fanno meritare l'assoluzione. Coloro che confessano piani segreti meritano la condanna che ricevono, coloro che confessano motivi di vendetta meritano la punizione che viene loro assegnata. Solo i veri pentiti hanno realmente il diritto di aspettarsi una seconda occasione. Ecco perché è meglio pensarci due volte prima di confessare, soprattutto se non sai esattamente che cosa sta confessando. (Mary Alice)

Episodio 7, Bang[modifica]

Frasi[modifica]

  • A chi importa? Tutti soffriamo, tutti qui hanno delle sofferenze, ma le gestiamo! Le mandiamo giù e continuiamo con le nostre vite, non andiamo certo in giro a sparare agli estranei! (Lynette) [a Carolyn Bigsby, dopo che lei ha ucciso Nora]

Dialoghi[modifica]

  • [Lynette è tenuta in ostaggio durante una rapina; nel frattempo il vicinato si raduna a casa Hodge]
    Ida: Hai sentito?
    Bree: Terribile, davvero terribile... Un uovo alla diavola?

Episodio 8, Art e i bambini[modifica]

Frasi[modifica]

  • Mia madre non abiterà qui, finché non sarà in un'urna sul camino. (Orson) [a Bree]

Dialoghi[modifica]

  • Susan: Per me il ristorante era fantastico, e tu hai fatto il difficile, lo snob e l'incontentabile.
    Ian Hainsworth: Perché devo fare proprio io lo snob?
    Susan: Perché tu sei inglese.
    Ian Hainsworth: Va bene, ma confido che poi farai quelle cose che un gentiluomo inglese si aspetta dopo che ha pagato l'aragosta...
    [Entrano in casa e trovano Julie svestita e con un ragazzo]
    Ian Hainsworth [a Susan]: Non si batterà chiodo stasera vero?

Episodio 9, Beautiful girls[modifica]

Frasi[modifica]

  • Uomini pericolosi vagano tra noi e non possiamo sapere chi siano o quali segreti nascondano, ma quando i nostri peggiori sospetti vengono confermati, possiamo muoverci. Quando i loro programmi vengono rivelati, possiamo reagire, per proteggere noi stesse e i nostri cari. Sì, gli uomini pericolosi possono causare gravi danni ma a volte i più grandi pericoli li creano a loro stessi. (Mary Alice)
  • E cos'è una favola, senza un drago da uccidere? (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Bree: Tua madre non può trasferirsi in questo quartiere. È pieno di drogati e prostitute!
    Orson: Vorrà dire che ci scuseremo con ognuno di loro.

Episodio 10, Natale a Wisteria Lane[modifica]

Dialoghi[modifica]

  • Lynette: Ragazze, è da tantissimo che non giochiamo a poker! Io ne ho davvero bisogno...
    Bree: Oh, anch'io. Niente è più rilassante di un pomeriggio di patatine e chiacchiere!
    Gabrielle: Sono d'accordo! Inizio io... Mai avuto la candida?
  • Bree [Dopo aver scoperto che Susan aveva denunciato Orson alla polizia]: È superfluo dire che non cucinerò per i genitori di Ian.
    Susan: Benissimo. Cucinerò io.
    Bree: Benissimo. Chiamami se ci sono dei sopravvissuti.
    Susan: Anche tu, se fai tornare Orson.

Episodio 11, Deponiamo le armi[modifica]

Frasi[modifica]

  • C'è un momento della giornata che tutte le casalinghe aspettano con impazienza. Va da quando hanno terminato le faccende di casa, a subito prima che i bambini tornino da scuola. È il momento in cui le amiche possono trovarsi, bere una tazza di caffè e scambiarsi i pettegolezzi sulle altre amiche che quel giorno non sono presenti. (Mary Alice)

Episodio 12, Non finché ci sono io[modifica]

Frasi[modifica]

  • È un mondo pericoloso, tutti noi cerchiamo protezione. La troviamo tra le braccia di nostra madre, nell'estremità di una lama appunitita, nei baci dei nostri cari, in un grilletto. Comunque sia facciamo quello che dobbiamo per sentirci al sicuro, perché sappiamo che da qualche parte c'è qualcuno che vuole farci del male. (Mary Alice)
  • La prima regola del ficcanasare è ricordarsi dove va ogni cosa. (Gabrielle)

Dialoghi[modifica]

  • Edie: Oh, per favore, il vostro non è amore, sono solo ormoni!
    Julie: Questo non è vero!
    Edie: Ok, benissimo! Se volete esprimere il vostro amore, basta soltanto non andare fino in fondo. Baciatevi, toccatevi, strofinatevi... Che fine ha fatto il petting spinto?
  • Susan: Non ti rendi conto che il sesso non è solo gioco e divertimento? È pericoloso! Ogni giorno c'è una nuova malattia... Vuoi che ti bruci quando fai pipì?
    Julie: Mamma!
    Susan: Il sesso uccide!

Episodio 13, Vieni a giocare con me[modifica]

Frasi[modifica]

  • Sì tutto può succedere molto rapidamente. La vita, come sappiamo, può cambiare in un batter d'occhio. Possono sbocciare amicizie improbabili, possono essere gettate alle ortiche importanti carriere, speranze a lungo assopite possono essere riaccese. Sì dobbiamo essere riconoscenti per qualunque cambiamento la vita ci offra, perché arriverà il giorno, sempre troppo presto, in cui nessun cambiamento sarà più possibile. (Mary Alice)
  • Non mettere i denti della tua amante morta sul nostro letto! (Bree) [a Orson]

Episodio 14, Me lo ricordo[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ricatturare il passato non è cosa facile. Mentre molti ricordi sono dei semplici souvenir di momenti migliori, altri possono essere micidiali. (Mary Alice)

Episodio 15, Le piccole cose che si fanno insieme[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ottime notizie, mamma. Il dottore ha detto che l'ictus ti ha lasciata completamente paralizzata. Non puoi nemmeno parlare, il che significa che il nostro segreto è al sicuro. Ah, non ti ho detto la parte migliore: il tuo cervello funziona ancora perfettamente. Non ho nemmeno bisogno di farti andare in prigione, ci sei già. Ora ti giro la testa, così puoi guardarmi mentre esco. Ti suggerisco di non perderti neanche un momento, perché sarà l'ultima volta che mi vedrai. (Orson Hodege) [dopo che sua madre ha avuto un ictus]
  • Era successa una cosa strana ad Orson Hodge mentre lasciava il Fairview Memorial Hospital. La sua vita aveva cominciato a scorrergli davanti agli occhi. Ma non erano immagini del suo passato, era il suo futuro: ordinarie giornate in periferia piene di momenti ordinari, ciascuno reso speciale dalla donna al suo fianco. Sì, Orson poteva finalmente iniziare una nuova vita libero dai segreti e dalla paura, e non vedeva l'ora che questa nuova vita iniziasse. (Mary Alice)

Episodio 16, Sorprese[modifica]

Frasi[modifica]

  • Mi chiamo Rex Van de Kamp, da vivo ho sempre odiato i cimiteri, e adesso che sono morto, mi piacciono ancora meno. (Rex)
  • Loro sono i miei figli, e li amo, ma sono davvero contento di essere morto. (Rex)
  • Fate un giro per una qualunque strada di periferia, sapete che cosa vedrete? Un sacco di persone con la stessa espressione, lo sguardo che dice: "al diavolo, i miei sogni non si avvereranno mai"; "non avrò mai una vita senza scandali"; "non avrò mai un figlio mio"; non la stringerò mai più tra le mie braccia"; "non riuscirò mai a dirle quello che provo". Sì la periferia è piena di uomini che hanno perso ogni speranza, anche se capita di incontrare qualche fortunato figlio di puttana a cui si sono avverati tutti i sogni. Sapete come si riconoscono? Sono quelli che non riescono a smettere di sorridere. Voi non le odiate le persone così?! (Rex)
  • Almeno tuo marito cerca di essere romantico, Lynette. Ad ogni anniversario di matrimonio, il mio Gilbert mi regalava un adattatore. All'ultimo, mi ha comprato un aspirapolvere. Due settimane dopo è morto. E io non ho pianto. (Karen)

Episodio 17, Dietro il vestito[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ogni casalinga ha nell'armadio un capo d'abbigliamento che dice della sua padrona più di quanto lei non voglia farvi sapere. Può essere una maglietta che disprezza, ma che mette senza lamentarsi. Forse è della biancheria che sa non essere sua, ma di cui si rifiuta di parlare. O un vestito che un tempo ha amato, ma di cui non sopporta più la vista. Sì, si può imparare molto sulle donne da quello che scelgono di indossare, si può imparare ancora di più da quello che scelgono di togliersi e per chi se lo tolgono. (Mary Alice)

Episodio 18, Liaisons[modifica]

Frasi[modifica]

  • Passione... una forza così potente che ce la ricordiamo anche molto dopo che è svanita. Uno stimolo così intenso che può spingerci nelle braccia di amanti inaspettati. Una sensazione così travolgente che può abbattere i muri che abbiamo eretto per proteggere il nostro cuore. Un sentimento così impetuoso che riemerge anche se abbiamo tentato disperatamente di soffocarlo. Sì, di tutte le emozioni la passione è quella che ci da una ragione per vivere e una giustificazione per commettere qualunque sorta di crimine. (Mary Alice)

Episodio 19, Ritrovarsi al buio[modifica]

Frasi[modifica]

  • Potere, è una di quelle cose a cui la gente non pensa finché non lo perde. Che sia il potere politico di molti, o l'influenza di un innamorato su un'unica persona. Vogliamo tutti una forma di potere nella nostra vita anche se solo per concederci delle scelte. Sì, trovarsi senza scelte, sentirsi del tutto senza potere bè è molto simile a ritrovarsi da soli al buio. (Mary Alice)

Episodio 20, Gossip[modifica]

Frasi[modifica]

  • Il pettegolezzo è solo un'innocua forma di divertimento. Sono chiacchiere leggere che trattano di falsità garbate, sono ipotesi cattive basate su fatti non troppo garbati. Come possiamo proteggerci dalla puntura velenosa di questi oziosi pettegolezzi? Il modo migliore è dire la verità e aspettare che la gente inizi a parlare di qualcun altro. (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Bambino: Tu sei la signora che teneva il marito nel freezer?
    Karen: Sì, sono io. Faccio paura, vero?
  • Susan: Lynette! Che ci fai qui?
    Lynette: Oh... Edie mi ha richiesto il catering. Lo so, sono una prostituta, ma non fare la spia a Gabrielle, ti prego!
    Edie: Ciao, Susan! Ho le trenta copie del tuo libro, i bambini vogliono che li autografi. Avanti, che aspetti, vieni?
    Lynette: Lavoriamo sullo stesso marciapiede!
  • Gabrielle [rivolta a Susan]: Devo elencare le cose che ho fatto per te? Ecco, ancora boicotto il salone di Madame Kim perché ti ha sbagliato la ceretta all'inguine!
    Lynette: Oddio, come si sbaglia una ceretta all'inguine?
    Gabrielle: Te lo farà vedere più tardi!
  • Susan: Qualunque cosa dica il rapporto del tribunale, non ho problemi di aggressività. Ho solo avuto una brutta giornata...
    Psichiatra: Lei ha minacciato di decapitare un uomo per un posto in un parcheggio!
    Susan: Una giornata molto brutta.

Episodio 21, Nella foresta[modifica]

Frasi[modifica]

  • Chiunque può diventare una vittima ferito dalle azioni violente degli altri. Ma sia che le ferite vengano inflitte da un'astuta ex moglie o da un rifiuto ricevuto dall'oggetto delle nostre attenzioni, arriva sempre il momento in cui dobbiamo rialzarci e riprendere il nostro cammino. E se non ci riusciamo allora non ci resta che pregare per un aiuto. (Mary Alice)

Episodio 22, Domande[modifica]

Frasi[modifica]

  • Dal momento in cui ci svegliamo la mattina fino a quando posiamo la testa sul cuscino la sera, le nostre vite sono piene di domande. A molte è facile rispondere e si dimenticano presto, ma alcune domande sono più difficili da fare, perché abbiamo paura della risposta. Riuscirò a veder crescere i miei figli? Sto facendo un errore a sposare quest'uomo? Potrà mai amarmi veramente? E che succede se facciamo a noi stessi una domanda difficile e ci diamo la risposta che speravamo? Be', è semplicemente l'inizio della felicità. (Mary Alice)

Dialoghi[modifica]

  • Edie [riferendosi al matrimonio fra Gabrielle e Victor]: Be', almeno falle un regalo pidocchioso come... un frullatore.
    Susan: Io a Natale ti ho regalato un frullatore!
    [Pausa]
    Edie: E non c'è giorno che io non lo usi. Devo andare!

Episodio 23, Oggi sposi[modifica]

Frasi[modifica]

  • La Famiglia. Non esiste nulla di più importante. È la famiglia ad intervenire quando abbiamo problemi, a stimolarci ad avere successo, ad aiutarci a mantenere i nostri segreti. Ma che ne è di coloro che non hanno una famiglia su cui fare affidamento? Che succede a quelle povere anime, che non hanno persone amate pronte ad aiutarle nel momento del bisogno? Be', la maggior parte di loro impara a percorrere la strada della vita da soli, ma alcuni di noi semplicemente smettono di provarci. (Mary Alice)
  • Che succede a quelle povere anime che non hanno persone amate pronte ad aiutarle nel momento del bisogno? (Mary Alice) [commento al suicidio di Edie, che poi si rivelerà essere falso]

Altri progetti[modifica]