Discussione:Esistenza

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Ma tra tutte le citazioni sull'esistenza espresse dalle menti più illuminate della storia umana quella di Silvio Berlusconi vi sembra pertinente?--Aureliovola (scrivimi) 01:57, 2 apr 2010 (CEST)

in effetti è poco pertinente. --Quaro75 (scrivimi) 09:34, 2 apr 2010 (CEST)
La citazione è pertinente: parla della propria esistenza e del modo in cui si vorrebbe che finisse. È invece pov il volerla togliere perché non si ritiene l'autore all'altezza degli altri personaggi presenti. --Micione (scrivimi) 16:01, 2 apr 2010 (CEST)
non parla dell'esistenza in generale, ma della propria esistenza, della sua esperienza di vita. non entro in merito del fatto che l'autore sia o meno all'altezza. --Quaro75 (scrivimi) 16:40, 2 apr 2010 (CEST)
È vero, posso quotarti :) ma mi pare la stessa cosa: sempre di esistenza si tratta. Comunque vabbè, non insisto. --Micione (scrivimi) 17:22, 2 apr 2010 (CEST)
il mio è un parere, vediamo se qualcun altro si aggiunge alla discussione. :) --Quaro75 (scrivimi) 17:32, 2 apr 2010 (CEST)
Micione ha ragione, il bello delle voci di Wikiquote è che sono molto miste e sempre sorprendenti; però come dice Quaro la voce attualmente (che sia corretto o no) è incentrata su una certa accezione di esistenza, mentre la citazione rimossa è sulla vita, voce dove è bene che stia (e dove l'ho appena aggiunta), o se si vuole sulla morte. Se necessario mettiamo una nota disambigua. --Nemo 13:18, 25 lug 2010 (CEST)
Non capisco perché la citazione di Berlusconi sarebbe sulla vita e non sull'esistenza. Se lui ha utilizzato la parola "esistenza", evidentemente intendeva una cosa diversa dalla semplice "vita", quindi o la mettiamo in questa tematica o da nessuna parte. Non sta a noi interpretare: dobbiamo essere fedeli alle parole utilizzate dall'autore. --Spinoziano (scrivimi) 09:44, 19 mag 2012 (CEST)
(Link alla citazione) Non è interpretazione: l'autore dice "esistenza terrena", ossia "vita". Invece questa voce ha un taglio più filosofico: qualcosa può esistere pur senza essere in vita. --Micione · 10:05, 19 mag 2012 (CEST)
Noi non dobbiamo imporre un "taglio" alle voci. Il termine "esistenza" ha tutta una storia nell'ambito della filosofia, su cui non è il caso di metterci a disquisire. Imo, quando il soggetto della frase è "esistenza" la citazione va nella voce esistenza, e quando il soggetto è "vita" la citazione va nella voce vita: è l'unico modo per non interpretare e per non improvvisarci noi filosofi. --Spinoziano (scrivimi) 14:26, 19 mag 2012 (CEST)
Concordo con Spinoziano. E poi a me sembra che quella citazione non dica niente, né sulla vita né sull'esistenza: è soltanto una riflessione sulla propria "esistenza", non sull'esistenza in generale: è una citazione su sé stesso.
--DonatoD (scrivimi) 21:55, 21 mag 2012 (CEST)
Sì, è un po' al limite della pertinenza, ma secondo me onestamente ci può stare; è come se lui dicesse: "dal mio punto di vista è apprezzabile che un'esistenza terrena termini mentre è tesa a raggiungere un altro traguardo oltre la siepe". Uhm... altro?? Fino a un attimo fa ero convinto che ci fosse scritto alto. Allora è ancora più al limite della pertinenza, perché parla solo di quel tipo di esistenze che raggiungono tanti traguardi; se la mettessimo nella tematica Traguardo? --Spinoziano (scrivimi) 14:56, 22 mag 2012 (CEST)
Conclusione?
--DonatoD (scrivimi) 21:25, 23 mag 2012 (CEST)
Va bene: silenzio consenso: cancello.
--DonatoD (scrivimi) 11:37, 28 mag 2012 (CEST)
Sì, silenzio consenso, ma se mi dessi il tempo di passare sarebbe meglio. Sono stato frainteso, però è vero: può star bene anche in Traguardo, e forse è meglio: sono favorevole. Comunque non è una questione di scelta di parole: dobbiamo capirle, le citazioni, prima di inserirle, che è diverso dall'interpretarle. --Micione · 12:14, 28 mag 2012 (CEST)