Discussione:William Shakespeare

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Dice un grande "L'uomo chiude alle sue spalle la porta, quando s'accorge che il sole sta tramontando." (non conosco l'autore, potreste aiutarmi?)

Non è questo il posto adatto... Puoi aggiungerlo alla voce Anonimo. Ma no... ho trovato l'autore: William Shakespeare, Timone d'Atene, atto I, scena II (Apemanto). (Grazie alla garzantina delle citazioni.) Sei fortunato! L'aggiungo alla sua voce. Nemo 22:21, 30 giu 2007 (CEST)

ho bisogno di sapere l'esatta citazione...[modifica]

hola in romeo e giulietta è citato l'usignolo in una celebre frase potreste illuminarmi io non mela ricordo propio............ grazie sunny nightingale

Dalla pagina inglese: Wilt thou be gone? it is not yet near day.
It was the nightingale, and not the lark,
That pierc'd the fearful hollow of thine ear;
Nightly she sings on yond pomegranate tree.
Believe me love, it was the nightingale.

tradotto:

Te ne vuoi già andare? Non è ancora giorno:
era il canto di un usignolo e non di una allodola
che ti ferisce il trepido orecchio.
Di notte l'usignolo canta su quel melograno;
credi a me, amore, era l'usignolo.
--Kronin▄¦▀ 20:57, 4 nov 2007 (CET)

Atto terzo, scena quinta. --DD 21:16, 4 nov 2007 (CET)

Importazione w:Tomorrow and tomorrow and tomorrow[modifica]

Segue la cronologia della voce originaria da cui proviene la citazione.

    * (corr) (prec)  23:48, 20 dic 2007 Andreabrugiony (discussione | contributi) m (1.696 byte) (tolgo il C per risposta in discussione autore) (annulla)
    * (corr) (prec) 03:58, 10 dic 2007 Mau db (discussione | contributi) m (1.842 byte) (+Controllare +trasferimento) (annulla)
    * (corr) (prec) 00:32, 10 dic 2007 Cotton (discussione | contributi) m (1.676 byte) (+Da unire) (annulla)
    * (corr) (prec) 23:13, 9 dic 2007 Andreabrugiony (discussione | contributi) m (1.608 byte) (annulla)
    * (corr) (prec) 23:10, 9 dic 2007 Andreabrugiony (discussione | contributi) m (1.610 byte) (annulla)
    * (corr) (prec) 23:09, 9 dic 2007 Andreabrugiony (discussione | contributi) (1.612 byte) (ampliata) (annulla)
    * (corr) (prec) 22:34, 9 dic 2007 Andreabrugiony (discussione | contributi) m (1.067 byte) (annulla)
    * (corr) (prec) 22:34, 9 dic 2007 Andreabrugiony (discussione | contributi) (1.072 byte) (creata)

Nemo 03:11, 24 dic 2007 (CET)

mercuzio[modifica]

ho messo il discorso di mercuzio prendendolo dalla 'regina mab' di wikipedia; li non lo vogliono levare, ma secondo me lo dovrebbero togliere una volta che è qua--94.37.90.235 22:30, 29 giu 2009 (CEST)

Sistemazione fonti e convenzioni[modifica]

Una discussione da me su alcune minuzie... --Nemo 14:21, 28 dic 2009 (CET)

Varianti[modifica]

Ho ripristinato le versioni delle citazioni che c'erano nella sezione senza fonte e che ho riportato nelle sezioni delle opere con una traduzione di cui si poteva indicare la fonte. tali versioni sono molto popolari sul web, e reintroducendole diamo modo di trovare anche wikiquote nei risultati della ricerca, fornendo a chi cerca le indicazioni della fonte. --Quaro75 (scrivimi) 12:04, 31 dic 2009 (CET)

Modifica per genere[modifica]

  • Anna: Non c'è bestia al mondo che non abbia un minimo di pietà!
    Riccardo: Ma io non ne ho alcuna, quindi non sono una bestia! (atto I, scena II)

Pity in inglese non è femminile, e quindi era tradotto "Ma io non ne ho alcuno", mentre pietà in italiano è femminile, quindi ho modificato in "alcuna". La frase originale era: ANNE: Villain, thou knowest nor law of God nor man: No beast so fierce but knows some touch of pity. GLOSTER: But I know none, and therefore am no beast. di riccardo III Scena II en.wikisource

Grazie per l'intervento. Ho però dovuto cancellare la citazione dal web, perché qui si riportano citazioni dalle opere. Quanto al genere ho sistemato attingendo direttamente alla fonte (la trovi linkata in bibliografia). Ciao.
--DonatoD (scrivimi) 21:39, 7 gen 2012 (CET)


Nascondi ciò che sono e aiutami a trovare la maschera più adatta alle mie intenzioni[modifica]

Non è, come invece è scritto, una frase pronunciata da Macbeth nell'omonima tragedia nell'atto III scena II, bensì da Viola, in "La dodicesima notte", atto I scena II. Oltre che a permettermi questa modifica necessaria oltre ogni cosa, vorrei chiedere il consenso di un admin per poter aggiungere la corrispettiva versione inglese al di sotto di ogni citazione, come è stato fatto in alcune di queste ultime, e, se non oso troppo, mi piacerebbe anche avere l'onore di organizzare meglio questa pagina, prendendo come esempio la sua corrispettiva inglese. Attendo vostre risposte. Il precedente commento non firmato è stato inserito da 95.239.121.195 (discussioni · contributi), in data 4 set 2012, 18:13.

Wikiquote è "libera", nel senso che chiunque vi può contribuire nel rispetto delle norme e del buon senso, quindi puoi ben procedere; anzi, sarebbe cosa buona, visto che la pagina... è un po' carente. Tieni però presente che noi abbiamo una struttura e norme differenti dalla corrispondente in lingua inglese, quindi prendere a esempio quella non va bene; inoltre di regola non aggiungiamo l'originale in lingua, se non per citazioni di rilievo. Puoi prendere come modello di riferimento voci che sono in vetrina. Oltre ciò, ti invito innanzitutto, per comodità, a registrarti: così nelle discussioni e nella gestione della history diventa tutto più semplice. Buon lavoro!
--DonatoD (scrivimi) 20:20, 4 set 2012 (CEST)
p.s.: Sei proprio certo che la citazione non sia dal Macbeth? Okay, è dalla Dodicesima notte, solo che è la scena II, non la III.
Se controlli bene ho segnato "scena II". Comunque accolgo con piacere il suggerimento di iscrivermi, e lo farò al più presto. Tuttavia, trattandosi di Shakespeare, mi sento in dovere di spingere sulla scelta di lasciare la traduzione a fronte, poichè essa è essenziale per sottolineare figure retoriche quali assonanza o allitterazione impossibili da comprendere in italiano.Il precedente commento non firmato è stato inserito da 79.19.60.135 (discussioni · contributi), in data 00:41, 9 set 2012‎.

Senza fonte[modifica]

  • Che ogni occhio negozi per se stesso | E non fidi in agente alcuno.
  • Chi non ha denaro, mezzi, né contentezza è senza tre cose buone.
  • Ci sono occasioni e cause e perché e percome in tutte le cose.
  • Con chi sta fermo il tempo? Con gli uomini di legge quando sono in ferie, perché essi dormono fra un'udienza e l'altra, e non s'accorgono che il tempo si muove.
  • Essere saggio e amare eccede le capacità dell'uomo.
  • Ho una sorta d'alacrità nell'andare a fondo.
  • Il discernimento è la parte migliore del valore.
  • Il dovere di ogni soggetto appartiene al re, ma l'anima di ogni soggetto è solo sua.
  • Il saggio sa di essere stupido, è lo stupido invece che crede di essere saggio.
  • Il vecchio proverbio ha ragione: Il vaso vuoto è quello che rende il suono più ampio.
  • In nulla mi considero felice se non nel ricordarmi dei miei buoni amici.
  • La colpa è così piena d'ingenua gelosia che si versa da sola per timore d'essere versata.
  • La virtù è ardita e la bontà non ha mai paura. (da Measure for Measure)
  • L'amicizia è fedele in tutto, tranne che nei servigi e nelle faccende d'amore.
  • L'amore è la più saggia delle follie, un'amarezza capace di soffocare, una dolcezza capace di guarire.
  • L'anima del piacere è nella ricerca del piacere stesso.
  • L'arte resa muta dall'autorità.
  • L'azione è più rara nella virtù che nella vendetta.
  • Le compagnie, le compagnie scellerate sono state la mia rovina.
  • Le cose dolci da gustare si dimostrano amare da digerire.
  • L'ordine è la virtù dei mediocri.
  • L'uomo che si agita fa scoppiare di risate gli angeli.
  • Nessuno ammira la celerità più dei negligenti.
  • Niente arriva a sproposito, se arriva insieme al denaro.
  • Niente più della pietà imbaldanzisce il peccato.
  • Non bisognerebbe affliggersi per ciò che è stato ed è senza rimedio.
  • Non c'è modo che gli uomini esistano senza che le donne lavorino a mezza giornata?
  • Non farmi sentire delle bugie: non s'addicono a nessuno, tranne a un commerciante.
  • Non si è ancor mai vista donna bella e stupida.
  • Nostalgia: il ricordo delle cose passate.
  • Ogni colpa sembra mostruosa finché non arriva un'altra colpa che le sia compagna.
  • Ora sono, se uno deve dir la verità, poco meglio di uno dei dannati.
  • Perché il coraggio insorge all'occasione.
  • Presta a tutti il tuo orecchio, a pochi la tua voce.
  • Quando amiamo al meglio, spesso roviniamo ciò che è bene.
  • Quando arrivano i dispiaceri, non arrivano come singole spie, ma in battaglioni.
  • Quando i ricchi furfanti hanno bisogno di quelli poveri, quelli poveri possono fare il prezzo che vogliono.
  • Quando il valore toglie alla ragione, | Rode la spada con cui combatte.
  • Quanto spesso gli uomini sono stati allegri poco prima di morire!
  • Questa è la mostruosità dell'amore, signora, che infinito è il volere ma limitata è la sua attuazione.
  • Se tu non ti ricordi la più piccola follia a cui ti ha condotto l'amore, tu non hai amato.
  • Sei tutto ghiaccio; la tua gentilezza raggela.
  • Solo i difetti dei ricchi sembrano virtù.
  • Sono le stelle, le stelle sopra di noi, che governano la nostra condizione.
  • Ti prego, aggrava la tua collera.
  • Un atto senza nome.
  • Un politicante... uno che sarebbe stato capace di circuire anche Dio.
  • Un vero amore non sa parlare.
  • Vado pazza della sua stessa assenza.


Citazione animalista[modifica]

Avevo rimosso la frase "animalista" perché non è presente in nessuna opera di Shakespeare, ma è stata rollbackata con motivazioni risibili: tutte le "presenze" in rete puntano esclusivamente a siti animalisti autoreferenziati e non indicano MAI da quale opera sarebbe tratta. Se la si vuole tenere fate pure, ciò che è certo è che con Shakespeare non c'entra NULLA. Il precedente commento non firmato è stato inserito da 37.116.34.50 (discussioni · contributi), in data 17:25, 24 dic 2012.

Come spiegato in Aiuto:Fonti#Citazioni attribuite, in questi casi si può spostare la citazione nella sezione "Attribuite", ma non va rimossa, se c'è una fonte e se la citazione è particolarmente diffusa in internet. --Spinoziano (scrivimi) 17:44, 24 dic 2012 (CET)
Fatto come mi hai consigliato, grazie Il precedente commento non firmato è stato inserito da 2.229.10.164 (discussioni · contributi), in data 15:23, 20 feb 2013‎.
Ho fatto un po' di ricerche, e l'unica cosa che assomiglia, e anche abbastanza, a questa citazione è: Se vuoi avvicinar la tua natura a quella degli dèi, fatti a loro vicino il più possibile nel mostrarti clemente: è il vero segno della nobiltà la clemenza, Andronico. (da Tito Andronico) Si parla però di clemenza per esserei umani, ma non per animali.
--DonatoD (scrivimi) 16:03, 20 feb 2013 (CET)
grazie mille ! mi sembrava che ci fosse qualcosa che non andava ! Il precedente commento non firmato è stato inserito da 2.229.10.164 (discussioni · contributi), in data 15:23, 20 feb 2013‎.
Aggiungerei anche che la signora Bruna D'Agui, citata come fonte, sembra essere un po' POV (eufemismo) se è la stessa persona di cui si parla qui: http://www.fondazionefasan.org/articoli/creaturisti/
Va bene, allora togliamo la citazione. --Spinoziano (scrivimi) 16:20, 20 feb 2013 (CET)

Macbeth[modifica]

per me la frase più famosa del Macbeth è "chi avrebbe detto che il vecchio avesse tanto sangue?" L'ho scoperta in un giallo di Agatha Christie, ma l'ho sentita ancora poche sere fa in un'edizione "scespiriana" di Ubu Re. Lele giannoni (scrivimi) 14:34, 17 ott 2013 (CEST)

Ciao. Una curiosità personale: "un'edizione "scespiriana" di Ubu Re" sarebbe davvero... patafisica allo stato puro e impuro nello stesso tempo: chi la mette in scena?
--DonatoD (scrivimi) 22:23, 17 ott 2013 (CEST)

"Possiamo chiudere con il passato, ma il passato non chiude con noi." non è presente nel Mercante di Venezia[modifica]

… né altrove. A quanto mi risulta, la citazione è nel film "Magnolia" in cui viene assegnata a "Il libro", ma senza citare di quale libro si tratti.