Nostalgia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Nostalgia, Bowie (Texas)

Citazioni sulla nostalgia.

  • Che cosa avete contro la nostalgia, eh? È l'unico svago che resta per chi è diffidente verso il futuro, l'unico. (La grande bellezza)
  • Gli umani sono schiavi della nostalgia, del dolore che nasce dalla separazione; soffrono se sono lontano da chi amano. Ma questo non li indebolisce, semmai li rende sempre più forti, perché hanno qualcosa in cui credere. (I Cavalieri dello zodiaco: Le porte del paradiso)
  • Io per natura cerco di combattere strenuamente ogni forma di nostalgia. Penso fermamente sia un sentimento molto sopravvalutato, soprattutto quando viene condiviso e formalizzato, si trasforma in un racconto o in un film e diventa un sentimento deteriore. Quindi ci rimane il presente e il presente non è di per sé giudicabile. È solamente, direi, impressionabile. (Umberto Contarello)
  • La musica non esprime la passione, l'amore, la nostalgia di questo o quell'individuo in questa o quella situazione ma la passione, l'amore, la nostalgia stessa. (Richard Wagner)
  • La luce rossastra del tramonto illumina ogni cosa con il fascino della nostalgia: anche la ghigliottina. (Milan Kundera)
  • La nostalgia è una forma per preservare l'identità psichica, tenerla unita, come una fascia che impedisce al proprio Io di disgregarsi. (Roberto Cotroneo)
  • La nostalgia fa di noi tutti dei buoni stalinisti, infatti ciò che è scomodo o impopolare ricordare diventa progressivamente meno reale sbiadendo in un grigiore reso ancor più sfocato dai toni accesi e dai ritratti vivaci della versione autorizzata. (Charles Shaar Murray)
  • Nostalgia: il ricordo delle cose passate. (William Shakespeare)
  • Ogni nostalgia è una specie di vecchiaia. (João Guimarães Rosa)
  • Per me l'emblema della nostalgia è rappresentato dalla spiaggia del Purgatorio, dove Dante e Virgilio sostano a chiacchierare in un' atmosfera familiare, e Virgilio dice a Dante di lavarsi le mani e il viso per rinfrescarsi dalla dura esperienza dell'Inferno. (Kenzaburō Ōe)
  • Solamente chi trae l'un dopo l'altro i giorni lontano dagli affetti che prima non si guastano e troppo tardi si apprezzano e amano, può comprendere quanto sia il rimpianto dei beni ignorati per l'anima che si ammala di nostalgia. (Carlo Maria Franzero)

Altri progetti[modifica]