Enrico Ferri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Enrico Ferri

Enrico Ferri (1856 – 1929), criminologo, giornalista e politico italiano.

Citazioni di Enrico Ferri[modifica]

  • Senza farne una radiografia, tutto fa supporre che Mussolini abbia una tiroide eccezionale. (citato in Leo Longanesi, In piedi e seduti, Longanesi & C., 1968)

Incipit di La scuola criminale positiva[modifica]

Doveano essere ben forti le ragioni che da Siena mi trassero qui, dove tanto fulgore di vita anima ed accendo il pensiero. Il desiderio di amici lontani, l'invito gratissimo e lusinghiero di giovani compagni di studio, ai quali, come a me, sorride la primavera sacra della scienza, ed ai quali attesto fin d'ora la più sincera riconoscenza: ecco le ragioni che qui mi condussero. Ma, sopra tutto, la convinzione profonda, che Napoli è suolo dove il germe di ogni nuovo principio e d'ogni alto ideale ha sempre la sua maggiore espansione per l'intuito felicissimo di questo popolo, in cui più vivamente italiana palpita l'anima d'Italia. Napoli dove il diritto criminale ha contato da Filangieri, Pagano e Niccolini fino a Zuppetta ed a Pessina, grandi maestri di una scuola, alla quale noi vogliamo succedere non per mania di demolizione ma con intelletto d'amore, con riverente affetto e per l'indeclinabile dovere di evolvere ciò che essi non poterono, perché ogni epoca ha la sua missione scientifica.

Citazioni su Enrico Ferri[modifica]

  • Merita schiaffi, pugni e fucilate nella schiena l'italiano che manifesta in sé la più piccola traccia del vecchio pessimismo imbecille, denigratore e straccione che ha caratterizzata la vecchia Italia ormai sepolta, la vecchia Italia […] di professori pacifisti (tipo Benedetto Croce, Claudio Treves, Enrico Ferri, Filippo Turati). (Manifesti futuristi)
  • Nel dicembre 1901, espulso per la violenza del suo linguaggio sa una seduta della Camera, in cui si dibattevano le condizioni del Mezzogiorno, ruppe dal di fuori un vetro dell'aula e, messa la testa nel buco, gridò: "Continua, nevvero, la camorra parlamentare?" (citato in Storia d'Italia UTET coordinata da Nino Valeri, vol. IV, p. 595)

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]