Enzo Costa

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Enzo Costa

Enzo Costa (1964 – 2014), giornalista e autore italiano.

Citazioni di Enzo Costa[modifica]

  • Gli uomini si dividono in due categorie: i geni e quelli che dicono di esserlo. Io sono un genio.[1]
  • I santi sono individui che hanno fatto di tutto pur di finire sui calendari.[1]
  • I vicini di casa sono le uniche spie disposte a prestarvi mezzo chilo di zucchero.[1]
  • Minà Gianni. Killer del congiuntivo. Dicono che nel corso della sua carriera ne abbia ammazzati tremiladuecentoquindici.[2]
  • Mughini Giampiero. Oltre dalla polizia è tenuto sotto sorveglianza anche dagli antropologi. È infatti passato da Lotta Continua ad Area Bianconera.[3]
  • «Non c'è animale più stupido della marmotta» disse l'etologo, «sta ferma ore e ore a contemplare il sole.»
    «Non c'è animale più stupido dell'etologo» disse la marmotta, «sta fermo ore e ore a contemplare me.»[1]
  • Non perdonerò mai a Noè di aver imbarcato anche una coppia di zanzare.[1]
  • Se le vostre idee sono poco originali è meglio che non le divulghiate. Se invece non sono originali per niente, raccoglietele in un'enciclica.[1]

Note[modifica]

  1. a b c d e f Citato in Gino e Michele, Matteo Molinari, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano, Arnoldo Mondadori Editore, 1997.
  2. Citato in Marco Pastonesi e Giorgio Terruzzi, Palla lunga e pedalare, Dalai Editore, 1992, p. 100, ISBN 88-8598-826-2.
  3. Citato in Marco Pastonesi e Giorgio Terruzzi, Palla lunga e pedalare, Dalai Editore, 1992, p. 29, ISBN 88-8598-826-2.

Altri progetti[modifica]