Vai al contenuto

Galanteria

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sulla galanteria.

  • C'era una terra di cavalieri e campi di cotone chiamata il Vecchio Sud... Qui, in questo bel mondo, la galanteria fece il suo ultimo inchino... Qui per l'ultima volta furono visti i cavalieri e le loro dame, il padrone e lo schiavo. Cercatelo soltanto nei libri, perché non è altro che il ricordo di un sogno, una civiltà andata via col vento... (Via col vento)
  • Il Bembo e i numerosi trattatisti dell'amore del suo secolo, come Leone Ebreo, Mario Equicola, il Betussi ed altri, ci fanno riconoscere chiaramente il trapasso dall'amor cortese all'Eros neoplatonico, che i poeti meno sensibili ai rapimenti contemplativi trasformano in galanteria. La quale sta all'amor cortese come la cortigiania alla cavalleria, accentuando il formalismo a detrimento del contenuto spirituale e mutando quindi l'arte in tecnicismo letterario. (Leonardo Olschki)
  • La galanteria è alla donna che si addice essenzialmente e il fatto che lei, dal canto suo, l'accetti spontaneamente si può spiegare sulla base della sollecitudine della natura per il debole, per quello che è stato trattato come tratta una matrigna e al quale un'illusione conferisce più di un risarcimento. Ma questa illusione è appunto la cosa fatale. (Søren Kierkegaard)
  • La galanteria era la forma con cui si manifestava la genialità della donna. (Alfredo Panzini)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]