Guerra in Afghanistan (2001-in corso)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Guerra in Afghanistan)
Jump to navigation Jump to search
Collage della guerra

Citazioni sulla guerra in Afghanistan.

Citazioni[modifica]

  • Gli americani ci hanno chiesto d'accettare il ritorno di Zahir Shah dopo il rovesciamento del governo dei Taliban. Abbiamo risposto che se voi volete imporre Zahir Shah (l'ex re in esilio a Roma dal '73) allora noi preferiamo che rimanga il mullah Omar. (Gulbuddin Hekmatyar)
  • Gli Stati Uniti non hanno invaso il paese per portare democrazia, ricchezza e femminismo all’insofferente popolo afgano. Lo hanno fatto perché alcuni tra i principali artefici dell’11 settembre sono stati autorizzati a stabilirsi nel paese da esponenti dei taliban, che ne condividevano l’ideologia religiosa. (Gwynne Dyer)
  • I Taliban non occupavano tanto territorio afgano dall'autunno 2001. Cioè da quando cominciò l'intervento armato Usa firmato Enduring Freedom (libertà duratura). [...] Adesso, in questo nostro autunno, i Taliban controllano il dieci per cento della popolazione, mentre un terzo dei trentun milioni di abitanti vive in zone contese. (Bernardo Valli)
  • L'America vuole occupare l'Afghanistan e imporre Zahir Shah. Noi staremo dalla parte del nostro popolo e difenderemo il nostro paese. (Gulbuddin Hekmatyar)
  • Miei cari compatrioti, la mia proposta per una soluzione definitiva del conflitto può essere raggiunta solo rispettando la libertà del popolo afgano, e risiede nella formazione del Consiglio supremo per l'unità nazionale dell'Afghanistan così come nella convocazione di una Loya Jirga d'emergenza. (Mohammed Zahir Shah)
  • Perché siamo contro i talebani? Perché siamo contro l'Afghanistan? Chi sono i talebani? Se i talebani vogliono uno Stato religioso, va bene. Pensate al Vaticano. Il Vaticano rappresenta una minaccia per noi? No. Si tratta di un Stato religioso, ed è molto tranquillo. Se i talebani vogliono creare un emirato islamico, chi dice che questo li rende un nemico? C'è qualcuno che sostiene che Bin Laden fa parte dei Talebani o che lui è afgano? Bin Laden è uno dei talebani? No, non è dei Talebani e non è neppure afghano. I terroristi che hanno colpito New York City erano dei talebani? Erano dall'Afghanistan? Non erano né talebani, né afgani. Allora, qual era la ragione per le guerre in Iraq e in Afghanistan? (Mu'ammar Gheddafi)
  • Probabilmente anche l'America, dopo greci, persiani, arabi, mongoli, russi, inglesi e sovietici, scoprirà che in Afghanistan l'unica alleanza che conta è quella che si basa sul legame tribale ed etnico. (Magdi Allam)
  • Truppe straniere hanno occupato l'Afghanistan indipendente, ma la produzione di droghe è cresciuta di dieci volte. Non era questo lo scopo dell'ingresso nel paese delle truppe? (Aleksandr Lukašenko)

Joe Biden[modifica]

  • Non possiamo continuare il ciclo di estensione o espansione della nostra presenza militare in Afghanistan sperando di creare le condizioni ideali per il nostro ritiro, aspettandoci un risultato diverso.
  • Siamo andati in Afghanistan per un attacco orribile avvenuto 20 anni fa. Questo non spiega perché dovremmo rimanerci nel 2021.
  • Sono il quarto presidente americano a presiedere una presenza di truppe americane in Afghanistan. Due repubblicani. Due democratici. Non passerò questa responsabilità a un quinto.

Domenico Quirico[modifica]

  • In Afghanistan gli occidentali non volevano far del bene agli afgani ma a sé stessi.
    E adesso, traditi, abbandonati, sono di fronte alla perentorietà disumana dei vincitori, i taleban. Non li consolano certo le spigolature degli sconfitti per nascondere la ritirata: che ci sono taleban buoni e taleban cattivi, che i ragionevoli stanno prevalendo. Altre bugie.
  • Sono in milioni di afgani che in questi anni hanno creduto alle promesse che abbiamo regalato senza risparmio, gli americani, noi, gli occidentali. È vero: per credere alle promesse degli americani, smentite ogni giorno dalla storia del Vietnam, dell'Iraq, della Somalia, di mantenerle, bisogna avere la fede che nutrivano i primi cristiani che credevano nel prossimo avvento del regno di dio. Eppure molti afgani ci hanno creduto.
  • Tredici anni son passati e si prepara un’altra ritirata. L’invasione, i miliardi di dollari spesi, gli eserciti privati e le nuove tecnologie: polvere. Non hanno permesso di contenere né i talebani né la minaccia che ormai si incarna nella nuova Al Qaeda, ben più ambiziosa e mortifera di quella immaginata dall’emiro del terrore.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]