I grandi eroi della Bibbia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

I grandi eroi della Bibbia

Serie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Greatest Heroes of the Bible

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

1978 – 1979

Genere biblico
Episodi 17
Regia James L. Conway, Jack Hively
Rete televisiva NBC
Interpreti e personaggi

I grandi eroi della Bibbia, serie televisiva statunitense del 1978.

Episodio 1, Noè e il diluvio universale[modifica]

  • Figli miei adorati, nella mia lunga esistenza mi è stato concesso di vedere quasi tutte le città costruite dagli uomini, e Orlat è come le altre, sono tutte corrotte, credetemi. Mi addolora pensare a quello che gli uomini potevano essere, più che vedere ciò che sono. (Noè)
  • Oh grande Dio, ascolta la mia preghiera. Il mio tempo è quasi finito su tutta la terra. Gli uomini si allontanano e disprezzano il tuo amore. Oh grande Dio, Dio dei padri dei miei padri, toccami con la tua saggezza, fammi trovare le parole per allontanare gli uomini dall'oscurità del male, prima che tutto ciò che è bene perisca per sempre. (Noè)
  • Oh mio Dio onnipotente! Sempre nei momenti di pericolo e di dolore hai sollevato il mio spirito e mi hai illuminato in questa valle di tenebre. Ho conosciuto la paura, ma non la disperazione, perché tu mi hai dato la fede e la speranza. Ed è soltanto perché sono un uomo debole, che piangerò per quello che accadrà. Ma il mio spirito è felice di obbedirti. Credimi, oh Dio. Sia fatta la tua volontà. (Noè)

Episodio 2, La torre di Babele[modifica]

  • Ioctan: Cittadini di Shinar, avete dimenticato la storia del diluvio? Tutti, tranne Noè e la sua famiglia, perirono, per la loro superbia contro Dio!
    Amatar: Scriba Ioctan, qual è la nostra superbia? Il Signore dimora sopra di noi. Questa torre ci porterà più vicino a lui. E noi potremo raggiungerlo, toccare la sua mano e adorarlo per tutta la vita. [Il popolo esulta]
    Ioctan: Così è scritto: "Dio può essere avvicinato solo con lo spirito, soltanto con la fede e l'obbedienza".
    Amatar: Lavoreremo. Ci costruiremo un ponte verso il Signore. Ma per edificare la nostra torre, dovremo affrontare lunghe ore di duro lavoro e molti sacrifici personali. Chi lavorerà a questa torre per il Signore? [Il popolo risponde in coro "Noi!"]
    Ioctan: Vi avverto: commettete un sacrilegio! Rammentate il patto di nostro Signore con Noè!
    Amatar: Ma il Signore ha promesso che non ci sarebbero stati più diluvi. E con la torre, se cambierà idea, non avremo bisogno di un'arca. [Il popolo ride]

Episodio 3, Sodoma e Gomorra[modifica]

  • Abbiamo fatto con Lot un patto preciso. Ma forse c'è il modo per tirare dalla nostra parte quell'uomo onesto e severo. C'è sempre un modo. Un piano abile vale mille soldati. (Bera)

Episodio 6, Giuseppe in Egitto[modifica]

Episodio 8, I 10 comandamenti[modifica]

  • La fede è forza, la disperazione è debolezza. (Mosè)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]