Fede

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Allegoria della Fede di Mino da Fiesole.

Citazioni sulla fede.

Citazioni[modifica]

  • A ogni uomo, in questo mondo, vengono proposte due domande di fede, la prima circa la credibilità di questa vita, la seconda circa la credibilità del suo fine. A entrambe queste domande il semplice fatto della vita di ciascuno di noi risponde con un «sì» così forte ed esplicito, che potrebbe sorgere il dubbio se le domande siano state intese a dovere. Ad ogni modo, ora bisogna che ognuno vada conquistando pian piano questo suo «sì» fondamentale, perché, molto al di sotto della sua superficie, le risposte, aggredite da una tempesta di domande, sono confuse ed evasive. (Franz Kafka)
  • Abbiate fede in Dio! In verità vi dico: chi dicesse a questo monte: Lèvati e gettati nel mare, senza dubitare in cuor suo ma credendo che quanto dice avverrà, ciò gli sarà accordato. Per questo vi dico: tutto quello che domandate nella preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto e vi sarà accordato. (Gesù)
  • Al tempo di Lutero e di Calvino, l'Europa si faceva sterminare per stabilire se ci si salva con le opere e con la fede, o solo con la fede. Ma oggi nessuno darebbe una goccia di sangue per tutti i dogmi vecchi e nuovi. (Augusto Guerriero)
  • Al funerale di un amico o davanti allo sfogo di disperazione di un altro, ci troviamo faccia a faccia con la realtà, distogliamo lo sguardo con terrore e sconcerto. In questa cultura la fede è condannata ad avere la funzione di consolazione per quanti non sono all'altezza. (John Waters)
  • Bella Immortal! benefica | Fede ai trionfi avvezza. (Alessandro Manzoni)
  • C'è una fede che si arricchisce dei concetti della ragione, e c'è una ragione che si arricchisce dei doni della fede. (Battista Mondin)
  • Che cos'è il cielo? Dove si trova? Il cielo non si trova né sopra né sotto, né a destra né a sinistra; il cielo è esattamente nel centro del petto dell'uomo che ha fede! (Salvador Dalí)
  • Che cosa è proprio della fede? Piena e indubbia certezza della verità delle parole ispirate da Dio ... che cosa è proprio del fedele? Il conformarsi con tale piena certezza al significato delle parole della Scrittura, e non osare togliere o aggiungere alcunché. (Basilio Magno)
  • Con me nel carcer nero | ragiona il prigioniero; | si scorda gli affanni e pene, | e al suon di sue catene | cantando va talor. (Pietro Metastasio)
  • Dio ha deposto in noi, con la fede e il battesimo, questo nuovo corpo dotato di capacità spirituali nuove e superiori, per neutralizzare l'influenza e l'arroganza dell'uomo vecchio in noi, non tanto dal punto di vista di ciò che percepiamo o sentiamo, quanto dal punto di vista di Dio, della sua immensa giustizia e della sua grande misericordia. (Matta el Meskin)
  • È di fede che nelle anime soltanto Dio opera. (Natale Ginelli)
  • E la fede è molto importante in questo secolo che agonizza così dolorosamente, non le pare? Sono state tentate tutte le rivoluzioni e sono rimaste solo le sconfitte. Le barricate sono deserte, e i paladini delle solidarietà si sono trasformati in solitari che si aggrappano a ciò che possono per sopravvivere. [...] Non si è mai sentito come uno di quei pedoni rimasti indietro, abbandonati in un angolo della scacchiera, che odono spegnersi il rumore della battaglia, mentre si sforzano di restare in piedi, chiedendosi se c'è ancora un re da continuare a servire? (Arturo Pérez-Reverte)
  • E tutto ciò che è buono, se è una grazia, è un atto di fede; se è una ricompensa, è il frutto della fede. Come tutte le azioni dell'uomo nuovo sono gli effetti della fede. (Geremia Taylor)
  • El nostro fine è de vedere Osanna. | Per nostra sancta fede a Lui se sale, | E senza fede l'opera se danna. (Cecco d'Ascoli)
  • Fede e storia non si escludono, ma si integrano e si spiegano a vicenda. (Massimo Camisasca)
  • Fede non è altro che credere con openione ferma, e quasi certezza le cose che non sono ragionevole, o, se sono ragionevole, crederle con più resoluzione che non persuadono le ragione. (Francesco Guicciardini)
  • Fede non è sapere che l'altro esiste, è vivere dentro di lui, calarsi nella pelle dell'amico che passa, che ti interpella come un pugno nello stomaco, non ti lascia tregua, ti ricorda che esisti. (Lia Varesio)
  • Ho avuto fede nelle armi che possedevo: denaro, salute, sapienza. Ed ora non credo più in nulla. (Maxence Van der Meersch)
  • I ciechi, pur non vedendo il Principe al cui cospetto si trovano, non per questo non tengono un contegno rispettoso se sono avvertiti di tale presenza; però, non vedendolo, dimenticano facilmente la sua presenza; di conseguenza ancor più facilmente dimenticano il contegno rispettoso. Noi siamo così, Filotea: pur sapendo che Dio è presente, non lo vediamo; è la fede che ci ricorda la sua presenza. Non vedendolo materialmente con gli occhi ce ne dimentichiamo molto spesso e ci comportiamo come se Dio fosse molto lontano. Sappiamo bene che è presente in tute le cose, ma non ci pensiamo, ed è quindi come se non lo sapessimo. (Francesco di Sales)
  • Il frutto visibile di una fede viva è la gioia. Anche umanamente, quando c'è il massimo di amore c'è felicità e humor. (Mario Canciani)
  • Il motivo per cui gli uccelli, a differenza degli esseri umani sono in grado di volare, risiede nella loro fede incrollabile, perché avere fede vuol dire avere le ali. (James Matthew Barrie)
  • Il riso uccide la paura, e senza la paura non ci può essere la fede. (Il nome della rosa)
  • In effetti, proprio in questo è «diverso» da ogni altro il Dio in cui crede il cristiano: nel fatto, cioè, che propone agli uomini la fede (che è, al contempo, esperienza e speranza, uso della ragione e adesione alla rivelazione, anche in ciò che quella ragione supera); che non impone l'adesione a un'evidenza (nella quale occorre «credere» per forza esigendo di essere constatata, pena l'irragionevolezza). [...] Solo un Dio che si propone con segni, indizi, tracce, impronte e che non si impone, apparendo sfolgorante nella Sua gloria, può instaurare con le Sue creature un rapporto libero e non una dipendenza necessaria. (Vittorio Messori)
  • Io credo perché ho bisogno di credere in Dio e nel «dopo» che c'è oltre la vita. La fede, per me, è un dogma. Un valore assoluto. Che fa parte della vita di chiunque, anche di quelli che dicono di non credere. (Bud Spencer)
  • Io dunque ho dovuto sopprimere il sapere per sostituirvi la fede. (Immanuel Kant)
  • L'apertura verso la verità, quali che siano le conseguenze, dovunque ci porti, senza sapere nemmeno dove ci porterà. Questa è la fede. Non una convinzione, ma la fede. Le convinzioni danno molta sicurezza, la fede è insicurezza. Non si sa dove si andrà a finire. Si è pronti a seguire e si è aperti, aperti a tutto! Si è pronti ad ascoltare. (Anthony de Mello)
  • L'incredulità è un accidente; la fede sola è lo stato permanente dell'umanità. (Alexis de Tocqueville)
  • La fede cattolica, non solo non teme questo poderoso confronto della sua umile dottrina con le meravigliose ricchezze del pensiero scientifico moderno, ma lo desidera. (Paolo VI)
  • La fede che non agisce è lettera morta, gli atti senza la fede sono peggio ancora; è tempo perso, nient'altro. (Anton Cechov)
  • La fede che riposa su di un'autorità non è una fede. (Ralph Waldo Emerson)
  • La fede comincia appunto là dove la ragione finisce. (Sören Kierkegaard)
  • La fede e nient'altro è la vita il resto non conta, è Storia. (Elio Fiore)
  • La fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazioni di realtà che non si vedono. Per fede comprendiamo che i mondi sono stati formati dalla parola di Dio. (Millennium - Uomini che odiano le donne)
  • La fede è il faccia a faccia nelle tenebre. (Elisabetta della Trinità)
  • La Fede, è ingrandire la nostra visione del mondo e delle cose, al di là, infinitamente al di là di quello che la nostra, più alta intelligenza, la più luminosa, può raggiungere. (Jacques Loew)
  • La fede è l'antisettico dell'anima - pervade la gente comune e la conserva - essi non cessano mai di credere, di aspettare, di aver fiducia. (Walt Whitman)
  • La fede è la grande amica del nostro spirito e può, a buon diritto, parlare alle scienze umane. (Francesco di Sales)
  • La fede è la risposta dell'uomo a Dio che gli si rivela e gli si dona, apportando nello stesso tempo una luce sovrabbondante all'uomo in cerca del senso ultimo della vita. (Catechismo della Chiesa cattolica)
  • La fede è qualcosa di assolutamente individuale, e non possiamo e non dobbiamo istituzionalizzarla. Se lo facciamo diventa una cosa morta, cristallizzata; diventa un credo, una setta, una religione che viene imposta ad altri. (Jiddu Krishnamurti)
  • La fede è una grazia. (Ignazio Silone)
  • La fede in Dio si può averla senza saperlo. Anzi, forse, la si ha solo quando si crede di non averla. La fede si dimostra nell'azione. (Mario Soldati)
  • La fede in noi è così debole che crediamo più facilmente a quanto ci cade sotto gli occhi, che non alle verità che essa ci insegna. (Teresa d'Ávila)
  • La fede incapace di ridere di se stessa deve dubitare della propria autenticità. Il sorriso è ciò che dissolve il simulacro. (Nicolás Gómez Dávila)
  • La fede non è passività. Apre alla vita. È lucidità, stupore, camminare e partecipare alla comprensione della vita. (Susanna Tamaro)
  • La fede (religiosa) è forse un mito. I credenti che si incontrano sono posseduti innanzitutto dai propri interessi. Ma se si prescinde dalla loro sorte, dalle loro paure, dai loro bisogni − la loro fede non è niente. (Paul Valéry)
  • La fede si richiede per l'instituzione di rozzi popoli che denno esser governati, e la demostrazione per gli contemplativi che sanno governar sé e gli altri. (Giordano Bruno)
  • La fede solleva delle montagne; sì: delle montagne d'assurdità. (André Gide)
  • La fede consiste nella volontà di chi crede. (Agostino d'Ippona)
  • La fede è conoscenza del cuore e oltrepassa il potere della dimostrazione. (Kahlil Gibran)
  • La fede è un apparato del mio corpo, come il sistema nervoso, come le ossa o il sangue: tu sai di avere tutti questi elementi ma non sempre li nomini. (Irene Pivetti)
  • La fede è un crampo, una paralisi, un'atrofia della mente in certe posizioni. (Ezra Pound)
  • La fede è una luce nera. (Madeleine Delbrel)
  • La fede nella scienza e nella tecnica, nella fisica e nella chimica sta riducendo l'uomo a un oggetto privo di orizzonti metafisici. (Andrea Rossi)
  • La fede non può essere perduta a causa di nessuna scienza, e le scienze che ci hanno insegnato non sono affatto diaboliche, come non lo è l'orologio a pendolo. (Anne Serge Golon)
  • La fede, spesso, è stato il vero motore delle persone di buona volontà che nelle zone più difficili del Sud han cercato di trasformare le cose. (Roberto Saviano)
  • La fiducia in se medesimi è il vero significato della fede; e nella fede sta il segreto del compimento di ogni desiderio. (Inayat Khan)
  • La maggioranza dei cristiani, ahimè, non è mai passata dal Gesù personaggio — cioè un insieme di dottrine, di dogmi — a Gesù persona viva; non è passata mai da «Gesù Egli» a «Gesù Tu». Per questo la fede di molti cristiani è come il sole invernale, che illumina ma non riscalda. (Raniero Cantalamessa)
  • La ragione dell'uomo è debole e può essere tratta in inganno; la vera fede non lo può, mai. (Imitazione di Cristo)
  • La verifica di un'autentica fede, della vera religiosità, è se nasce una fraternità, una giustizia, un impegno, una possibilità di solidarietà assistenziale. Il cristiano fa una solidarietà liberatrice e in questo c'è il crisma e la conferma di una fede. (Andrea Gallo)
  • La verità non richiede fede. Gli scienziati non uniscono le mani ogni domenica salmodiando: «Sì, la gravità è vera! Io avrò fede! Io sarò forte! Amen!». Se lo facessero, potremmo pensare che siano poco sicuri della verità gravitazionali. (Dan Barker)
  • Lezione numero uno: se rifiutiamo l'illusione della fede, le consolazioni di Dio e le favole della religione, se preferiamo voler sapere optando per la conoscenza e l'intelligenza, allora la realtà ci appare così com'è: tragica. Ma una verità che toglie subito la speranza e consente di non sprecare del tutto la vita collocandola sotto il segno del morto-vivente è meglio di una storia che sul momento consola, ma ci fa trascurare il nostro unico bene: la vita qui e ora. (Michel Onfray)
  • Ma la mia religione sono io: ogni essere umano è diverso dall'altro, perché dobbiamo avere la stessa religione? Io non ho bisogno di credere in un Dio. Fin da piccino, ho imparato a credere in me. È l'insegnamento dei genitori: al limite, Dio è mio padre. (Jo-Wilfried Tsonga)
  • Noi sappiamo che la fede non è né una camomilla né una consolazione, ma una fonte di interrogativi, di inquietudini, di non appagamento. (Paolo Giuntella)
  • Non credo a chi parla agli altri della propria fede, soprattutto con l'intento di convertire. La fede non ammette di essere raccontata. Deve essere vissuta e allora si propaga da sé. (Mahatma Gandhi)
  • Non si arriva alla fede che per una sola via, per quella del dolore. (Iginio Ugo Tarchetti)
  • Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. (Gesù)
  • Ogni fede viene messa alla prova mediante i suoi effetti pratici nella vita. Se è vero che l'ottimismo permette al mondo di andare avanti e che il pessimismo lo rallenta, allora è pericoloso propagare una filosofia pessimista. (Helen Keller)
  • Per ebrei, cristiani e musulmani, questo unico vero Dio non è il Dio sconosciuto, ma il Dio buono, il Dio amico dell'uomo, su cui anche nel dubbio, nel dolore e nella colpa, anche in tutte le pene private e in tutte le necessità sociali, l'uomo può riporre una fiducia incondizionata e totale, fede appunto. (Hans Küng)
  • Per il momento non c'è più conflitto tra uomini di ragione e uomini di fede. Siamo tutti in ginocchio. (Primo Mazzolari)
  • Per me l'unica arte è la fede, e Cristo la mia poesia. (Paolino di Nola)
  • Potete strapparmi gli occhi, eppure non mi ucciderete. Ma distruggete la mia fede in Dio, e io sono morto. (Mahatma Gandhi)
  • Qual fede? o figlio, or non son più quei tempi; | A tempo mio ben si vedea, ma ora | Troppo intristito è 'l Mondo, e troppo iniqui | Gli uomini son fatti. (Scipione Maffei)
  • Quando la fede è forte può spostare delle montagne. Ma è anche cieca, e per questo vi seppellisce sotto le cose migliori. (Karl Heinrich Waggerl)
  • Quando non si è sinceri bisogna fingere, a forza di fingere si finisce per credere; questo è il principio di ogni fede. (Alberto Moravia)
  • Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità. (Paolo di Tarso)
  • Se avessimo la fede vedremmo il buon Dio in ogni cosa. (Bernadetta Soubirous)
  • Se c'è una cosa che non sopporto, è la passività della fede. (David Grossman)
  • Se Cristo non è risorto, allora la nostra predicazione è senza senso, senza senso pure la nostra fede. (Paolo di Tarso)
  • Se noi fossimo gente di fede potremmo consegnare allo Spirito tutte le azioni della giornata, qualunque siano: le trasformerebbe in vita. (Madeleine Delbrel)
  • Senza cultura letteraria, si può, ne converngo, avere sincerità di fede; ma non si può intendere la Scrittura, non le esposizioni e le tradizioni dei dottori, a mala pena comprensibili per i letterati... (Coluccio Salutati)
  • Senza fede non potremmo accettare né concepire la morte. (Sophia Loren)
  • Se per varie circostanze storiche non fosse sorto a tempo opportuno un sistema burocratico religioso con funzione politica, oggi della fede cristiana non rimarrebbe neanche la traccia... (Robert Musil)
  • Si può porre come norma generale che una fede qualsiasi, quanto più procura di conciliarsi colla scienza, tanto più rapidamente decade. (Vilfredo Pareto)
  • Tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede. (Giovanni apostolo ed evangelista)
  • Tutto ciò che ho veduto mi induce a confidare nel Creatore per tutto ciò che non ho veduto. (Ralph Waldo Emerson)
  • Una fede che non dubita è una fede morta. (Miguel de Unamuno)
  • Vana e folle è la pretesa di certi uomini che affermano la propria fede essere più scientifica di quella di altri. Fede e scienza non hanno nulla di comune, ed in quella non può esservi più o meno di questa. (Vilfredo Pareto)
  • Vivere fino in fondo la fede, oltre a non essere uno stato di minorità, è un modo eccellente per rendere migliore il mondo. (Angelo Bagnasco)
  • Vivere nella fede significa vivere nel silenzio. (Adrienne von Speyr)

Papa Benedetto XVI[modifica]

  • Il cedimento morale di tanti cristiani anzi, la crisi stessa della Chiesa hanno una causa. E questa causa è, per dirla chiara, l'indebolimento della fede. È impossibile vivere la morale cattolica se non si è più convinti, e fino in fondo, che Gesù Cristo è il figlio di Dio e che nel vangelo è contenuto il progetto divino per l'uomo.
  • La fede è un dono che ci è dato perché sia condiviso; è un talento ricevuto perché porti frutto; è una luce che non deve rimanere nascosta, ma illuminare tutta la casa. È il dono più importante che ci è stato fatto nella nostra esistenza e che non possiamo tenere per noi stessi.
  • La fede ha un aspetto fondamentale che interessa non solo la mente e il cuore, ma tutta la nostra vita.
  • Nel credente sussiste la minaccia dell'incertezza, che nei momenti della tentazione gli fa duramente e d'improvviso balenare dinnanzi agli occhi la paurosa fragilità dell'intero edificio in cui ha fede, il quale ordinariamente gli appare invece tanto ovvio e compatto.
  • Ragione e fede si aiutano a vicenda. Solo assieme salveranno l'uomo. Attratta dal puro fare tecnico, la ragione senza la fede è destinata a perdersi nell'illusione della propria onnipotenza. La fede senza la ragione, rischia l'estraniamento dalla vita concreta delle persone.
  • Se in certe teologie ed ecclesiologie di oggi Maria non trova più posto, la ragione è semplice e drammatica: hanno ridotto la fede a un'astrazione. E un'astrazione non sa che farsene di una madre.
  • «Speranza», di fatto, è una parola centrale della fede biblica – al punto che in diversi passi le parole «fede» e «speranza» sembrano interscambiabili.

Tony Blair[modifica]

  • La fede "corregge", in modo necessario e vitale, la tendenza dell'umanità al "relativismo".
  • La fede è un credere "vivo", non fermo in un'epoca nella storia, ma che si muove col tempo, con la ragione, migliorata dalle scoperte scientifiche e tecnologiche, non in "antitesi" ad esse, e dirige tali scoperte verso fini umani.
  • La fede risponde al desiderio umano più fondamentale, irresistibile, "irreprimibile" di fare del bene, di migliorarsi, di pensare e agire oltre i limiti degli egoismi umani.

Hans Urs von Balthasar[modifica]

  • C'è nella Chiesa una tendenza ancora più pericolosa: il superamento o lo svuotamento della fede mediante il sapere.
  • Il tesoro che ci viene procurato dalla fede è la completezza dell'uomo, preparata in Dio.
  • La fede è due cose: un atto ed il suo contenuto ed oggetto: un ritenere per vero e un ritenuto per vero.
  • La fede, l'amore e la speranza camminano nella notte: esse credono l'incredibile, amano ciò che si sottrae e li abbandona, sperano contro ogni speranza.

Emil Cioran[modifica]

  • La fede è una immaginazione che rifiuta il concreto, che non si preoccupa di ciò che la respinge. Non si può credere senza immaginazione.
  • Ogni fede è falsa – vista dall'esterno. Ma credere è importante quanto respirare.

Mariano Crociata[modifica]

  • La fede non esiste mai senza cultura.
  • Gesù Cristo offre e comunica la possibilità di credere, sperimentando lui per primo e mostrando come si vive di fede.
  • Gesù si presenta come l'origine e il modello della fede.

Umberto Galimberti[modifica]

  • La fede a sua volta non ha a che fare con la verità perché, lo dice Tommaso D'Aquino commentando Paolo di Tarso, la fede, a differenza della scienza espressa dalla ragione umana, conduce in captivitatem omnem intellectum, cioè rende l'intelletto prigioniero di un contenuto che non è evidente, e che quindi gli è estraneo (alienus), sicché l'intelletto è inquieto (nondum est quietatus) di fronte alla scienza nei cui confronti si sente in infirmitate et timore et tremore multo.
  • La ragione "sa" cosa dice mentre la fede "crede" in quel che dice. E siccome non "credo" che due più due faccia quattro perché lo "so", tra fede e ragione non c'è parentela, né subordinazione gerarchica, come pretendono gli uomini di fede che collocano il loro credere al di sopra del loro sapere. Infatti non posso "credere" in ciò che "so", e non posso "sapere" se è vero ciò in cui "credo". In realtà l'area della fede si riduce man mano che avanza il sapere. Una volta, come ci ricorda Ippocrate, l'epilessia si chiamava "male sacro"; oggi a nessun medico e a nessun paziente verrebbe in mente di attribuire a Dio o agli dèi l'origine di questa malattia.
  • Quanto al rapporto fede-morale, penso che per stabilire una corretta convivenza tra gli uomini la ragione sia in grado di fondare una morale (vedi Kant) indipendentemente dalla fede la quale, come dimostrano il nostro tempo e i tempi trascorsi, concorre più all'ostilità e alla ferocia fra gli uomini che alla loro pacifica convivenza.

Friedrich Nietzsche[modifica]

  • La fede nella verità comincia con il dubbio in tutte le «verità» credute sino a quel momento.
  • Il cristianesimo richiede fede e nient'altro che fede, e respinge con passione la ricerca delle motivazioni.
  • Che la fede in determinate circostanti renda beati, che non basti la beatitudine a fare di una idea fissa un'idea vera, che la fede non sposti le montagne, sibbene ponga le montagne laddove non esistono: un rapido giro attraverso un manicomio è abbastanza chiarificativo al riguardo.

Teresa di Lisieux[modifica]

  • Esistono davvero anime senza fede, le quali per l'abuso delle grazie hanno perduto questo tesoro immenso, sorgente delle sole gioie pure e vere.
  • Il velo della fede [...] non è più un velo per me, è un muro che si alza fino ai cieli e copre le stelle. Quando canto la feli­cità del Cielo, il possesso eterno di Dio, non provo gioia alcuna, perché canto semplicemente ciò che voglio credere.
  • Sì!!! Che grazia avere la fede! Se non avessi avuto la fede, mi sarei data la morte senza esitare un solo istante.

Proverbi italiani[modifica]

  • A chi crede, Dio provvede.
  • Chi ha fede in Dio non può perire.
  • Chi non ha fede, non ne può dare.
  • Chi non vuol perdere la sua fede, si guardi dal disputare.
  • Chi perde la fede, nessuno gli crede.
  • Fede, occhio e coscienza non possono sopportare un granellin di sabbia.
  • La fede degli uomini, il sogno e il vento son cose fallaci.
  • La fede deve venir da Dio.
  • La fede è il letto di riposo dello spirito.
  • La fede genera l'amore, e l'amore raddoppia la fede.
  • La fede nelle parole molti delude.
  • La fede non s'impara dai libri.
  • La fede riguarda Dio, e l'amore il prossimo.
  • La fede santifica in noi tutte le cose.
  • La fede senza le opere è una fede impotente.
  • La fede sta nel credere, e non nel vedere.
  • La fede toglie tutti i peccati, e la miscredenza li conserva.
  • La fede vien dalla parola, e dalla fede sgorga l'amore.
  • La vera fede poco può esistere senza le opere buone, come il sole senza luce ed il fuoco senza calore.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]