Il corvo 2

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Il corvo 2 - La città degli angeli

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The Crow - City of Angels

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 1994
Genere azione, fantastico
Regia Tim Pope
Sceneggiatura David S. Goyer
Produttore Jeff Most, Edward R. Pressman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il corvo 2 - La città degli angeli, film statunitense del 1996 con Vincent Pérez, regia di Tim Pope.

Incipit[modifica]

Io credo che da qualche parte vaghino le anime irrequiete che portano il peso della loro disperazione. Aspettano l'occasione per far tornare giuste le cose sbagliate. Solo allora potranno stare con le persone che amano. Qualche volta un corvo indica loro la strada. Perché qualche volta l'amore è più forte della morte. (Sarah) [voce fuori campo]

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Gabriel. È stata una notte strana. (Sarah)
  • [Voce fuori campo] La chiamano "La Città degli Angeli". Ma l'unica cosa che vedo intorno solo vittime. È la città della droga... e delle tenebre. La città diJudahEarl. (Sarah)
  • [Al corvo] Lo so. (Sarah)
  • [Mentre pittura la faccia di Ashe con i colori di suo figlio] Questi colori erano di Danny, vero? (Sarah)
  • Non vedo, non sento, non parlo. (Curve)
  • Fiori per i morti? (Spider Monkey)
  • [Rivolto a Danny] Non sprecare il fiato, angioletto! Nessuno può sentirti là fuori! (Spider Monkey)
  • [Rivolto a Spider Monkey] Sono tutti tuoi incubi fatti in realtà!! (Ashe)
  • [Rivolto a Spider Monkey] Non hai via di scampo!!! (Ashe)
  • "Lady Fortuna" è una puttana! (Ashe)
  • [Ultime parole rivolto ad Ashe] Oddio! Ti prego, non farlo. Ti prego! Ti prego! Ti prego! (Spider Monkey)
  • [Prima di uccidere Spider Monkey] "Non sprecare il fiato, angioletto! Nessuno può sentirti là fuori!" (Ashe)
  • "E il mondo intero sarà innamorato della notte. Nessun uomo può più vorrà vedere il sole". (Sarah)
  • [Rivolto a Sarah] Ci rivedremo presto, dolcezza. (Curve)
  • [Riferito alla banda di Judah] Maledetti, maledetti drogati! (Noah)
  • [Rivolto a Nemo] "Mi vuoi? Bambino?" (Ashe)
  • [Rivolto a Zeke] Un corvo: dolore! Due corvi: gioia!!! [lo stende, rubandogli il fucile] Tre corvi:... [vede Nemo dall'altra parte che sta per scappare] una lettera!!! [gli spara nella gamba] Quattro corvi:... un bambino! Cinque corvi: argento! [comincia a picchiare due volte Nemo con la giacca] Sei corvi: oro!!! Sette corvi: un segreto da non dire mai!!! (Ashe)
  • Luci, motore, azione! (Nemo)
  • [Al telefono] Curve, lo sai come chiamano un raduno di corvi? Un assassinio. Un assassinio di corvi. Pensaci! (Ashe)
  • [In spagnolo] La santa morte non è la morte. (Donna anziana)
  • [Prima di uccidere Danny] Non piangere, non piangere più. || Kali ti spara e ti manda lassù. (Kali)
  • [Rivolto ad Ashe] Niente di personale, amico. Eravate nel luogo sbagliato al momento sbagliato. (Curve)
  • Auvaiyars, testa di cazzo!! (Spider Monkey)
  • [Rivolto a Kali] Tu sai volare? (Ashe)
  • [Prima di uccidere Kali] Papà ti comprerà un bellissimo uccello nero!!! (Ashe)
  • [Rivolto a Curve] "Niente personale, amico.". (Ashe)
  • Riesci a sentirmi, Curve? Tra poco morirai. Una volta la gente mettevano delle monete nella bocca dei morti. Sai perché? Finché potessero pagare il barcaiolo per attraversare lo Stige. Che cos'hai qui? [fa un trucco per magia che appare una moneta nell'orecchio di Curve] Apri la bocca, Curve. [mette dentro la moneta nella bocca di Curve, lo bacia sulla fronte, e infine lo porta nel fiume dello scarico] Voglio ringraziarti per avermi mostrato il mio dolore, Curve. Mi hai fatto diventare come sono ora. (Ashe)
  • [A Judah] Ashe è qui. (Sybil)
  • [Rivolto a Sarah] Sai come si chiamano questi pugnali, "Misericordie". È un bellissimo nome. Pensa che nel Medioevo venivano usati per dare il colpo di grazia... ai feriti a morte. Erano considerati in strumento di misericordia. (Judah)
  • "Ashe" significa "cenere". "Cenere", diventa cenere. (Judah)
  • [A Judah, riferita ad Ashe] Gli hai sottratto il potere. È solo un uomo ora. (Sybil)
  • [Ad Ashe] Ehi papà. Se ti arrendi adesso, non staremmo mai più insieme. (Danny)
  • I corvi sono anime infelici tornate sulla Terra prima di Ashe. Soffrono per le persone che hanno perdute. Adesso sono venuti per aiutarlo. (Sybil)
  • Dove la tua forza?! Dove il tuo potere?! Adesso non sei più niente, Ashe, neanche un fantasma! (Judah)
  • [Mentre continua a frustare Ashe legato sopra] Guardate! Perfino se lo frusto, non sanguina! (Judah)
  • [Ai tutti corvi per dissolvere a morte Judah] Aiutaaaaatemiii!!! (Ashe)
  • [Al cadavere di Sarah] Non puoi morire. Oddio. (Ashe)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sarah: Come ti chiami?
    Grace: Grace. Che vuoi?
    Sarah: Io mi chiamo Sarah. Senti Grace, ti piacere una tazza di caffè caldo e qualcosa da mangiare?
    Grace: Che vuoi in cambio?
    Sarah: Niente. Che ne dici, va bene qui?
  • Judah: Tutti abbiamo bisogno del piacere. Alcuni cercano quello della carne e noi lì accontentiamo. Altri vogliono droghe e noi provvediamo a fornirgliela. I nostri prodotti soddisfano l'intera città. Mentre altri regni attorno a noi crollano... noi abbiamo sempre più successo. Perché siamo guidati da un'unica mente.
    Sybil: Abbiamo successo perché la nostra guida è nel mondo più oscuro, Judah.
    Judah: Tu mi ami, Sybil?
    Sybil: Tutti dobbiamo amarti.
    Judah: Davvero? Allora perché questo stupido pezzo di merda mi ha tradito?
    Basset: Chi? Io? Ma... io... io non ti ho mai tradito,... Judah. Lo fatto per il bene dei nostri affari. Questa... Quest'ultima partita di droga era una merda, era tagliata male. Non capisci, Judah?! Quei ragazzi continuavano avere delle crisi. [rivolgendo ridacchiando a Nemo che lo filma con la sua telecamera] Via! Judah, il tuo... il tuo marchio... dovrebbe ispirare fiducia. Giusto?! Voglio dire: non possiamo ammazzare tutti quei figli di puttana... [ride istericamente] non rimarrebbe nessuno a comprarla!
    Judah: Così ne hai distrutti 80 chili di prodotto senza il mio permesso.
    Basset [rivolto a Nemo che lo continua a filmare]: Ehi ehi, adesso basta! Lasciami in pace, stronzo! Vedi Judah, sei circondati da questi dannati zombie! Ma non capisci?! Non esci più da questa torre del cazzo, non sai più che cazzo succede alla gente per strada! È questo il problema. Sai, potrei rovinare il tuo accordo coi poliziotti. Non dico cazzate. È vero! Sei fuori dal "giro", non va bene per gli affari!
    Judah: D'accordo, allora... Vediamo se questa partita è veramente così cattiva.
    Basset [la banda dei scagnozzi di Judah lo tengono in mobile]: Ehi ehi!! Cosa cazzo volete fare?!
    Judah [in mano della puntura di droga orrenda]: Niente, semplice controllo di qualità.
    Basset [ultime parole]: No, ti prego. Judah, ti prometto che farò tutto quello che vuoi!
    Judah: È quello che stai facendo. Non hai sentito cosa ho detto prima? Ho detto che tutti noi abbiamo bisogno del piacere. Il mio è veder soffrire gli altri. [comincia a fare puntura sul naso di Basset per dargli della droga orrenda] Evidentemente avevi ragione, Basset. Era davvero una partita di merda!
  • Judah: Parlarmi, Sybil, dimmi cosa vedi?
    Sybil: Vedo la morte che torna da un velo di lacrime.
    Judah: Guardali laggiù. Invadono le strade come tanti insetti. La stessa cosa si ripete ogni anno, accendono le loro piccole candele... e sussurrano preghiere inutili.
    Sybil: Questa volta è diverso, Judah. Questa volta qualcuno sta tornando per te. Il tuo nome è sulle sue labbra.
    Judah: Bene, lo aspetto. Quale maschera indosserà la morte? Almeno questo puoi dirmelo?
    Sybil: Vedo... il volto di una delle tue vittime.
    Judah: Proverò a ricordare tutti i miei peccati.
  • Ashe: Chi sei!?
    Sarah: Sarah. Ti ho sognato stanotte. Ho visto sparare a te e a tuo figlio. Ti ho visto affogare.
    Ashe: Perché sono ancora vivo?!
    Sarah: Tu non sei vivo. Tu sei morto.
    Ashe: Nooooo!!! Non è vero niente!! Niente per quello che hai detto è vero!! Noooooo!!!
  • Sarah: Come ti chiami?
    Ashe: Ashe.
    Sarah: Ashe, sai già per quale motivo ti hanno permesso di tornare?
    Ashe: Per trovare le persone che ci hanno ammazzato. Per fargliela pagare.
  • Spider Monkey: E tu chi cazzo sei?!
    Ashe: Questo morto non ha un volto familiare?
  • Spider Monkey: Noi ti abbiamo ammazzato! Tu sei morto!
    Ashe: Scusa tanto, mi dispiace deluderti!
  • Spider Monkey: Cazzo! Questa merda è molto infiammabile!
    Ashe: Gli altri. Dimmi chi sono gli altri.
    Spider Monkey: Nemo, Kali, Curve e Judah.
    Ashe: Allora inizierò da Nemo. E poi salirò su fino all'ultimo anello della catena. Dov'è?!!!
    Spider Monkey: Nemo è un vecchio pervertito, va a farsi le seghe a "Peeporama", sulla Dagon Street.
    Ashe [spegne l'accendino con un soffio]: Congratulazione, hai appena vinto una sfida a carte con la fortuna!!! [ride istericamente]
  • Curve: Brutte notizie: qualcuno ha incendiato il laboratorio a Manchester Street. Spider Monkey è un pollo fritto del cazzo.
    Judah: Di Monkey non mi può fregare di meno. Dimmi del nostro prodotto.
    Curve: Tutto in fumo.
    Sybil [riferita il simbolo del corvo nel proprio luogo distrutto]: Ha lasciato il segno, non è vero?
    Curve: Non so di cosa stai parlando.
    Sybil: Invece sì, tu l'hai visto. Sei stato marchiato.
    Curve: Ma che cazzo...? Judah, si può sapere perché sente ancora questa pazza?!
    Judah: Perché dice la verità. [spoglia un po' per vedere il tatuaggio del corvo nel petto di Curve] Cos'è questo, Curve? Una bella voglia?
  • Ashe: Avete ucciso mio figlio, Nemo. Mi avete rubato l'unica ragione di vita che mi è rimasto!
    Nemo [ultime parole]: Abbiamo dovuto. Non è stata la nostra decisione. Ordini di Judah, non lasciare testimoni. Non c'è altra via d'uscita!
    Ashe [comincia a ucciderlo stritolandogli il cranio e cavare gli occhi con pollici]: C'è sempre una via d'uscita!!!
  • [Nella chiesa]
    Prete: Ha bisogno d'aiuto?
    Ashe: Mi dispiace tanto, padre. Volevo solo guardare.
    Prete: Le nostre porte sono sempre aperte.
    Ashe: Perché tutte queste candele?
    Prete: Dia de los Muertos, il Giorno dei Morti, accendiamo le candele per i nostri cari finché possa trovare la via per tornare sulla Terra. Domani sera festeggeremo la gente ballerà e canterà. E alcuni si maschereranno.
    Ashe: Perché?
    Prete: Alcuni spiriti si soffermano qui troppo a lungo. Si confondono, credono di essere ancora vivi. Devono essere spaventati, andare via.
  • Ashe: Si può viaggiare in un altro modo. [comincia infuocare il marchio di Judah nella mano per magia]
    Grace: Ma... ma... ma come hai fatto?
    Ashe: Sono magico. Soffiaci, avanti. Come sulle candeline di compleanno. Anche tu sei magica come me. Devi lottare per non farlo.
  • Curve [parlando di Ashe]: È lui, è quel figlio di puttana che ho buttato giù dal molo, lo riconosciuto!
    Judah: Ti ho visto ucciderlo.
    Curve: Senti, se vuoi credere alle belle favolette di Sybil, e lo puoi farlo. Ma io non rimango qui seduto con un bersaglio sul petto. Io quel figlio di puttana lo faccio fuori!
    Sybil: Tu non riuscirai a fermarlo né con pistole né con coltelli. Non sente più il dolore. La sua anima è già nell'aldilà.
    Judah: Allora, come posso fermare un uomo già morto?
    Sybil: Riesci a guardare il destino negli occhi senza battere ciglio?
    Judah [gli tira per il colletto]: Dimmelo!
    Sybil: Il corvo è la sua fonte di energia. È il ponte fra questo mondo e quello dopo. Taglia quel ponte e sarà vulnerabile come qualsiasi altro uomo.
  • Judah: Quel tatuaggio che hai sul petto, chi te la fatto, Curve?
    Curve: Una puttana al "Gargoyle", perché? Che importanza ha?
    Judah: Ma non capisci, idiota?! Trovala! Se ti ha lasciato il marchio del corvo, dev'esserci una connessione tra loro. Quella donna ci porterà a lui!
  • Noah: Che cosa volete?!
    Curve: Una casa di campagna. Un cagnolino. Una donna. Due figli. E la tua fottuta testa sul serbatoio della mia moto!
    Kali: Senti. Stiamo soltanto cercando Sarah. Dicci dov'è, Noah.
    Noah: Da me non lo saprai.
    Kali: Eheheh. Ma sì, ce lo dirai. È la tua ultima chance, tesoro.
    Noah [ultime parole]: Vai a farti fottere, puttana!
  • Kali [riferita a Danny nelle braccia di suo padre Ashe, tenuti in ostaggio]: Col bambino che facciamo?
    Judah: Il dolore è il mio potere. Ammazzali tutti e due.
  • Kali: Sarah non c'è più. Fantasma!
    Ashe: Dov'è? Tu... tu hai ucciso mio figlio.
    Kali [ultime parole]: Alcune persone nascono per essere... vittime. Tu sai combattere?
    Ashe: E tu sai morire. [iniziano a combattersi]
  • Curve: Vaffanculo, merdoso uccello!!!
    Ashe: Tempo scaduto, Curve!!
  • Ashe: "Luogo sbagliato al momento sbagliato.". In fondo, l'hai detto tu, Curve.
    Curve [ultime parole]: Credi che ho paura di te, forse?! Sei uno zombie del cazzo!!! Credi che ho paura?! Credi che ho paura?!
  • Sarah: Dove sono?
    Sybil: Nella torre. Tutti prima o poi trovano la strada per arrivare qui.
    Sarah [gli toglie il cappuccio, vedendo il viso di Sybil senza gli occhi]: Cosa ti è accaduto?
    Judah: Il destino! Sybil è stata maledetta col dono della chiaroveggenza.
    Sarah: Judah Earl.
    Judah: E le cose che sono destinate ad accadere, si è tagliata gli occhi con un coltello affilato per non avere più le visioni. Invece, da allora, sono diventate ancora più nitide.
    Sarah: Perché mi hai portato qui?
    Judah: Sono contento che tu mi l'abbia chiesto. Hai un ruolo molto importante nella nostro piccola recita. Io voglio catturare al più presto il corvo. E tu, mia cara, sarai il seme per gli uccelli.
  • Ashe: Judah! Chi sei tu?!
    Judah: La tua ombra, Ashe! Ogni angelo ha il suo diavolo. Ho bevuto il sangue del corvo per rubarti i poteri!
  • Judah: Sembra che i tuoi morti ti abbiano lasciato solo!
    Ashe: Va' all'inferno!
    Judah: Ci sono stato e devo confessarti che mi è piaciuto quello che ho visto!
  • Judah [ultime parole]: Non riesci più a fermarmi, mi dispiace, Ashe! Non hai più nessun potere! Non ti è rimasto che il dolore ormai.
    Ashe: "Il dolore è il mio potere.".

Explicit[modifica]

Io credo che da qualche parte vaghino le anime irrequiete che portano il peso della disperazione. Aspettano l'occasione per tornare giuste le cose sbagliate. Solo allora potranno stare con le persone che amano. Qualche volta un corvo mostra loro la strada. Perché qualche volta l'amore è più forte della morte. (Sarah) [voce fuori campo]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]