Il cuore altrove

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il cuore altrove

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Il cuore altrove

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 2003
Genere drammatico, sentimentale, commedia
Regia Pupi Avati
Sceneggiatura Pupi Avati
Produttore Antonio Avati
Interpreti e personaggi

Il cuore altrove, film italiano del 2006 con Neri Marcorè e Vanessa Incontrada, regia di Pupi Avati.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Al cimitero] Armeno quanno vai in bicicletta te puoi pure risparmià de move tanto er didietro! O te voi fa' riconosce pure dalli morti? (Cesare Balocchi)
  • Sono sola, almeno fino a domani. Non credo che le sia capitato molto spesso che una ragazza glielo abbia chiesto così esplicitamente. (Angela a Nello)
  • A'Ne'! A'Ne', non me potevi da' un dolore così grande. Quando lo sanno in Vaticano speriamo che non lo dicono ar Papa; quello s'encazza! (Cesare Balocchi)

Dialoghi[modifica]

  • Cesare Balocchi: Ner negozio, i ritratti cor lumino de chi so'?
    Nello: Bisnonno, de nonno Carlino e tuo.
    Cesare Balocchi: E avemo chiuso. Il mio è l'ultimo. A'sartoria ha chiuso per sempre: tiriamo giù la saracinesca e se vonno continua' a vesti' li papi... so' cazzi loro.
    Nello: ...
    Cesare Balocchi: A'Ne'! Tu manco te immaggini cosa è aspetta' fora de a'Sistina, che'te dicono chi hanno fatto Papa. Che quanno è ora, senti da fori la piazza San Pietro che trema come cor teremoto. Perché dar camino è sortita a'fumata bianca. E tutti che corrono, le porte se aprono: te vedi ariva' sto moribondo – sudato, che piagne, che trema, che ride, che nun ce crede; mentre du'cardinali infilano na'mano sotto pe'controlla' se è maschio! Te lo consegnano gnudo. E te lo devi vesti'. Tutto de'bianco. A'Ne': sei te che fai diventa'Papa e basta che lo vesti de'bianco che cambia! Come te guarda, come... come... come te dà a'anello, perché gliel'hai da bacia'! E tutti corrono, se mettono in ginocchio, e o'portano ar barcone, pe'fasse vede' dar mondo. Quando s'apre a'finestra, e... [emozionato] E tu, te privi de n'emozione così pe'... pe' sta qui. Ar freddo, co'na'cieca. A magnatte e'ranocchie.

Altri progetti[modifica]