Il terrore viene dalla pioggia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Il terrore viene dalla pioggia

Immagine Gibraltar 1 skull cast.jpg.
Titolo originale

The Creeping Flesh

Lingua originale inglese
Paese Regno Unito
Anno 1973
Genere Horror
Regia Freddie Francis
Soggetto Peter Spenceley e Jonathan Rumbold
Sceneggiatura Peter Spenceley e Jonathan Rumbold
Produttore Michael P. Redbourn
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il terrore viene dalla pioggia, film del 1973 diretto da Freddie Francis.

Incipit[modifica]

Emmanuel Hildern: Avanti.
Guardia: C'è una visita per lei, professore.
Emmanuel Hildern: Oh! È venuto ad aiutarmi? Si accomodi, si accomodi. Devo parlare con qualcuno. Nessuno vuole ascoltarmi, e io ho bisogno di aiuto nelle mie ricerche.
Medico: Naturalmente.
Emmanuel Hildern: Anche se può essere troppo tardi. Troppo tardi! Si rende conto? E c'è tanto da fare. Avevo chiesto uno specialista come collaboratore. Lei è uno specialista?
Medico: Certo, professore.
Emmanuel Hildern: Il mio lavoro è della più grande importanza per la salvezza del genere umano. Lei crede nel Male, dottore? No, non il Male come comunemente inteso, ma nella sua esistenza quale organismo vivente, come un morbo che affligge l'umanità alla pari del colera o del tifo, una epidemia che si va diffondendo e che mirerebbe conquistare il mondo intero. Il Male è una malattia.

Frasi[modifica]

  • Se il Male è un infezione, dovrebbe essere possibile immunizzare l'uomo con qualche forma di vaccinazione. Questa è la via giusta. Dunque, teoricamente perlomeno, se una minima quantità di siero del Male venisse immessa nella corrente sanguinea di un individuo, tale individuo dovrebbe risultare immune da ogni impulso malvagio per il resto degli anni della sua vita. Dobbiamo ricavare il siero dalle cellule maligne e sperimentarlo praticamente. (Emmanuel Hildern)
  • Purtroppo, la legislazione attuale non permette che i nostri esperimenti siano effettuati su esseri umani. Su esseri umani normali. (James Hildern)
  • Questa creatura è in giro per il mondo. L'umanità non potrà ricavarne che grandi sciagure, guerre, delitti, in proporzioni mai viste prima d'ora. La peste del Male si va diffondendo, e io solo so come arrestarla. (Emmanuel Hildern)

Dialoghi[modifica]

  • Emmanuel Hildern: Guardi la differenza tra questi due teschi. L'uomo di Neanderthal, dalla struttura scimmiesca e con una cavità cerebrale molto ridotta. Il teschio di quest'altro scheletro, qui la cavità è straordinariamente più ampia. [...] Lo strano è che ho trovato lo scheletro esattamente tra queste mazze rocciose, mentre i resti dell'uomo di Neanderthal furono portati alla luce a un livello superiore.
    Waterlow: E quindi lo scheletro da lei scoperto dovrebbe essere molto più antico di quello di Neanderthal.
    Emmanuel Hildern: Ecco, giusto.
    Waterlow: Però quest'ultimo sembra di uno stadio più avanzato.
    Emmanuel Hildern: Questo è il punto, Waterlow. Una scoperta che può capovolgere le teorie sull'evoluzione. Essa prova l'esistenza di una vita largamente più intelligente ben prima di quanto non si sospettasse.
  • Emmanuel Hildern: Deve sapere che gli indigeni della Nuova Guinea credono che i loro antenati fossero dei veri giganti, che presero parte nella lotta tra il Bene e il Male quando fu creato il mondo. «E colui che incarnava il Male sarà di nuovo esposto al cielo, questi piangerà». E qui "pianto" vuol dire "acqua", Waterlow. Acqua! «Piangerà per la scomparsa del Paradiso dalla terra, e le sue lacrime - ecco ancora l'acqua - le sue lacrime, cadendo sul simulacro del Male, gli ridaranno la vita». E ciò è esattamente quello che è accaduto ieri qui in questo laboratorio. «E così la battaglia fra il Bene e il Male proseguirà in eterno sulla terra».
    Waterlow: Beh, sì. Molto interessante, anche se alquanto complicato.
    Emmanuel Hildern: Ecco come la vedo io: nel corso normale dei processi di erosione del terreno, questo scheletro sarebbe riapparso alla luce tra circa tremila anni, epoca in cui i popoli del mondo, in un'altra fase di civiltà, avrebbero forse potuto difendersi dal suo maleficio. Perciò, quando «il cielo avrebbe pianto». La pioggia, Waterlow, la pioggia, l'acqua.
    Waterlow: Ah...
    Emmanuel Hildern: Con la mia scoperta, ho anticipato il processo di tremila anni. Ho il potere di un dio. Io oggi ho la tremenda possibilità di lasciar libera la furia del Male. E se riuscirò a controllarla, quali grandi prospettive si apriranno per l'umanità? Conoscendo questo segreto, potrò eliminare il Male dal nostro mondo. Potrò cancellarlo per sempre e ricreare un nuovo Paradiso sulla terra.

Explicit[modifica]

Aiutatemi. Vi prego, aiutatemi. Vi scongiuro, aiutatemi. (Emmanuel Hildern)

Citazioni su Il terrore viene dalla pioggia[modifica]

  • È un film che vi consiglio assolutamente di vedere, se vi capita. E se non vi capita, cercatelo. Il regista è Freddie Francis: non sarà come Terence Fisher, ma quando azzeccava il film era un grande. E in Il terrore viene dalla pioggia non ha sbagliato quasi niente. (Rudy Salvagnini)
  • Raffinato, complesso, psicologicamente articolato, con una sceneggiatura piena di punti interessanti, il film è il capolavoro di Freddie Francis che, al servizio di una storia che gli permette di creare una cupa atmosfera gotica e macabra, dispiega al meglio le sue qualità visuali e di fine narratore. (Rudy Salvagnini)

Altri progetti[modifica]