Interstate 60

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Interstate 60

Immagine I-60.svg.
Titolo originale

Interstate 60: Episodes of The Road

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2002
Genere commedia, fantastico
Regia Bob Gale
Sceneggiatura Bob Gale
Produttore Bob Gale
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Interstate 60, film statunitense del 2002, regia di Bob Gale.

Frasi[modifica]

  • Sentite questa teoria. Dati un universo infinito e un tempo infinito, tutto accadrà. Significa che tutti gli eventi sono inevitabili, compresi quelli ritenuti impossibili. E questa, è una valida spiegazione per la mia storia. Molte storie cominciano nei bar ed è lì che cominceremo anche questa. Non perché fossi presente, ma perché è il modo più fico per presentare un personaggio davvero... speciale. (Neal Oliver)
  • Una giovane coppia desiderava sposarsi, e vivere felice per sempre. Così ho fatto scoppiare la loro auto, mentre partivano per la luna di miele. Un altro tizio voleva sesso sfrenato tutti i giorni, scegliendo tra donne meravigliose e senza gravidanze. Così, ogni giorno gli faccio recapitare due cose: riviste porno e fazzoletti di carta. (O.W. Grant)
  • Sono solo uno al quale piace far arrovellare la gente, sono un jolly nel mazzo di carte della vita, eheheh! (O.W. Grant)
  • Quest'idiota ha mentito anche per iscritto. Io non tollero le bugie da nessuno, specialmente quelle scritte. (Bob Cody)

Dialoghi[modifica]

  • Quincy: Le leggende di tutte le maggiori culture, tranne quella americana, si richiamano a personaggi il cui compito è esaudire i desideri. Gli arabi hanno i geni, gli irlandesi hanno gli gnomi, i cinesi hanno draghi e scimmie, gli europei hanno le fate e gli spiriti del bosco. E noi, chi abbiamo?
    Zack: Ehm... Babbo Natale?
    Quincy: Lui porta i regali, non esaudisce i desideri...
    Zack: Satana esaudisce i desideri!
    Quincy: Satana è precedente alla cultura americana! E poi non esaudisce i desideri, fa i patti.
    Zack: Ok, hai vinto, mi arrendo... Chi abbiamo noi?
    Quincy: Nessuno! Questa è la mia tesi, la nostra cultura è la sola a non avere una mitologia di questo tipo, e posto il fatto di...
    Tolbert: E invece ti sbagli, amico!
    Quincy: Prego?
    Tolbert: C'è una persona in America che esaudisce i desideri. Ma solo uno ciascuno.
    Quincy: E... chi è questo mago?
    Tolbert: O.W. Grant. Si fa chiamare così, ma ha molti altri nomi. È uno sfuggente figlio di puttana, sarebbe più facile trovare un genio.
    Quincy: Non abbiamo mai sentito parlare di questo... O.W. Grant...
    Tolbert: Non ne avete mai sentito parlare perché l'America è un Paese più giovane dell'Irlanda o dell'Arabia, pochi hanno avuto la fortuna di incontrarlo.
    Zack: Mi faccia indovinare... Lei sì!
    Tolbert: L'ho incontrato sulla Stalale 60. Per puro caso, ma non sono le persone a trovare lui, è lui a trovare loro. Si presenta all'improvviso e tu non capisci chi sia o cosa faccia e cos'abbia intenzione di fare, prima prende confidenza, poi fa dei trucchi, perché è il suo modo di fare, ma a volte... se gli vai a genio, gioca a viso aperto. Si dice che suo padre fosse uno gnomo giunto qui con gli irlandesi... Ora, è vero che i nani sono dei gran donnaioli... ma questo gnomo mi va a mettere incinta un'indiana cheyenne! I cheyenne furono privati della loro terra e si ritrovarono con un bastardo nomade immortale con poteri magici.
    Zack: Statale 60, ha detto?
    Quincy: Allora, come è fatto questo O.W. Grant?
    Tolbert: Cravattino rosso. E fuma una pipa fatta a forma di testa di scimmia. Faresti meglio, figliolo, a buttar giù la tua tesi senza citare O.W... Forse preferisce che la gente non venga a sapere di lui.
    Quincy: Giusto!
    Tolbert: Buonanotte!
    Zack: Quincy, guarda un po' qui... Non c'è nessuna Statale 60... C'è la 65, la 64, la 66... e la 69. Nessuna 60.
    Quincy: Cavolo... Ma cos'è questa, la notte dei racconta balle? Uno che fuma una pipa a forma di testa di scimmia ed esaudisce desideri... Grandioso!
  • Neal: Lei chi è, mi scusi?
    O.W. Grant: O.W. sta per One Wish, un desiderio. È questo che faccio, esaudisco i desideri, uno ciascuno. Il tuo era più interessante di molti altri, domanda e risposta. Significa pensiero, e non capriccio... Eh, è quello che succede più spesso... "dammi dammi questo, dammi quello"... Di solito mi chiedono soldi, sesso o una vita agiata, quel che decido... eh, dipende dal mio umore.
  • Neal: È una strana coincidenza incontrarla di nuovo.
    O.W. Grant: Solo se credi nelle coincidenze; io preferisco l'inevitabilità: ogni evento è inevitabile, se non lo fosse non accadrebbe.

Altri progetti[modifica]