Jared Leto

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jared Leto
Premi Oscar vinti:
Dallas Buyers Club
  • Miglior attore non protagonista (2014)

Jared Leto (1971 – vivente), attore, cantautore, chitarrista e regista statunitense.

Citazioni di Jared Leto[modifica]

  • [Risponde a «Ma se non ha tempo libero come dev'essere la donna che le sta accanto?»] Forse mi ci vorrebbe una giornalista.[1]
  • [Dopo aver vinto il Premio Oscar] Incredibile. Ellen [DeGeneres], ti amo. Ai miei colleghi candidati, sono così orgoglioso di condividere questo viaggio con voi. Sono meravigliato, ho tanto rispetto per tutti voi. Grazie, Academy. Nel 1971, a Bossier City, Louisiana, c'era una ragazza che era incinta del suo secondo figlio. Era una ragazza madre che aveva lasciato la scuola, ma in qualche modo riuscì a rendere migliore la vita per sé e per i suoi figli . Ha incoraggiato i suoi figli a essere creativi, a lavorare sodo e fare qualcosa di speciale. Quella ragazza è mia madre ed è qui stasera. E io voglio solo dire, ti voglio bene, mamma. Grazie per avermi insegnato a sognare. A mio fratello, Shannon, il migliore fratello del mondo: sei un vero artista. Grazie mille per aver condiviso questa avventura folle e incredibile che è 30 Seconds to Mars, e per essere il mio migliore amico. Ti voglio bene. Grazie. A tutti i sognatori del mondo che stasera ci guardano da posti come l'Ucraina e il Venezuela, voglio dire: noi siamo qui e mentre voi lottate per realizzare i vostri sogni, per vivere l'impossibile ... noi vi pensiamo. Ci sono così tante persone che mi hanno aiutato ad arrivare qui. E voglio solo dire grazie a Focus Features, a Mick Sullivan, Jim Toth, Jason Weinberg, a Emma Ludbrook, Kelly Adams, a tutto il team di Dallas Buyers Club. Matthew [McConaughey] ti voglio bene. Jean-Marc [Vallée]. Dedico il premio ai 36 milioni di persone che hanno perso la battaglia per l'AIDS e per quelli di voi là fuori che hanno mai subito ingiustizie a causa di chi sono o di chi amano. Stasera sono qui in piedi di fronte al mondo per voi, e con voi. Grazie mille e buonanotte.[2]
  • La mia band è un tutt'uno con i fan, a cui ho dato un nome: Echelon. Gli Echelon sono sparsi in tutto il mondo, e si dividono in eserciti dell'amore. E quello italiano è uno dei più caldi.[1]
  • Non rifletto molto sul concetto di felicità. Ma so che suonare mi fa star bene.[1]
  • Non seguire un sentiero, createne uno tuo.
Don't follow a path. Make your own.[3]
  • [Sull'importanza del riposo e della dieta] Se viaggi a lungo o non dormi molto non durerai troppo. Io sono piuttosto sano e questo aiuta, e lo sono da tanto tempo: 20 anni passati a mangiare vegano o vegetariano e a prendermi cura di me stesso. Questo probabilmente aiuta il mio processo di conservazione.[4]

Su Mr. Nobody[modifica]

  • In questo caso è la parte che ha scelto me. È stata una delle sceneggiature più belle che avessi mai letto e morivo dalla voglia di far parte del progetto. Jaco è uno dei migliori registi al mondo ed ero entusiasta di avere la possibilità di lavorare con lui.[5]
  • Jaco è un vero genio, un maestro. E lo percepisci quando guardi un suo film o quando leggi le sue opere. La sceneggiatura è molto originale e avventurosa, incredibilmente complessa e molto fluida. Ciò che scrive e trasmette è insolito e autentico. Lui è molto poco convenzionale, assai distante dalle ordinarie sceneggiature stereotipate. Ha una voce unica. È stato un vero privilegio poter lavorare con lui.[6]
  • Mr. Nobody è tutti e nessuno al tempo stesso, un'illusione, il prodotto dei propri sogni. È amore, speranza, paura, vita e morte. Questo è senza dubbio il personaggio più complesso che abbia mai interpretato. È stato complicato mantenere tutte le sue vite concentrate in un unico personaggio senza perdere me stesso.[6]

Note[modifica]

  1. a b c Dall'intervista di Carlotta Pianforini, Enigmatico quando si fa intervistare, scatenato sul palco, Vogue, 11 maggio 2010.
  2. Citato in Jared Leto dedica l’Oscar alle vittime di AIDS e omofobia: il discorso epico., Gay.it, 3 marzo 2013.
  3. Jare Leto status, Twitter, 18 agosto 2012, 20:50.
  4. Da un'intervista alla rivista GQ, marzo 2013; citato in Mattia Pasquini, Tra Globes e Oscar, festa vegana per Jared Leto, La Stampa.it, 10 febbraio 2014.
  5. Citato in Valentina D'Amico, Jaco Van Dormael e Jared Leto a Venezia con Mr. Nobody, Movieplayer.it, 11 settembre 2009.
  6. a b Citato in Jérôme Jouneaux, Isabelle Duvoisin e Matthieu Rey, Mr. Nobody, Pan-Européenne, Parigi, 2009.

Film[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]