Kick-Ass 2

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Kick-Ass 2, miniserie a fumetti statunitense scritta da Mark Millar e disegnata da John Romita Jr., pubblicata dal 2010 al 2012 dalla Icon Comics, etichetta della Marvel Comics.

Citazioni da Kick-Ass 2[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Capitolo 1[modifica]

  • Questo non è Karate Kid, idiota. Non è che passi un mese a lucidare macchine e ti ritrovi cintura nera. (Hit-Girl a Kick-Ass)
  • [...] Tutti i genitori vogliono che il loro figlio sia normale. Dicono che vogliono che ti distingua, ma imparare a mescolarsi agli altri è uno strumento di sopravvivenza molto più utile. (Kick-Ass)
  • [...] L'oggetto dei miei desideri rimaneva sempre Katie Deauxma. Anche se avevo scazzato di brutto e lei mi odiava. Anche se mi ignorava a ogni occasione. Ma era sempre la mia Mary Jane. La mia Lois Lane... la mia Wanda Maximoff disegnata da Adam Hughes. (Kick-Ass)
  • Da quando questa cosa è diventata grossa, ho letto centinaia di articoli, di psicologi che si chiedono perché lo facciamo ogni notte. Siamo pazzi? Siamo soli? O siamo solo ossessionati dai fumetti? La risposta, ovviamente, è un po' di tutte e tre le cose... ma a me piacerebbe anche chiedermi perché loro non inseguono i propri sogni. Quante rock star hanno scelto di fare i ragionieri? Quanti astronauti sono diventati psicologi? Gli altri ragazzi giocavano a Mafia Wars, e noi combattevamo la mafia vera, cazzo, e no, non era normale. Nemmeno un po'. Ma era fantastico, cazzo... ed è così che dovrebbe essere la vita. (Kick-Ass)
  • È il motivo per cui ho cominciato. Tutto ciò che volevo era stare nella Justice League. (Kick-Ass)

Capitolo 2[modifica]

  • È così che sarebbe la Justice League nella vita reale: un gruppo di persone con nomi inventati che se ne stanno l'uno accanto all'altro con costumi cuciti alla meno peggio... che imparano strette di mano segrete, che rivelano il loro alter-ego, che fanno giuramenti al lume di candela e preparano dei piani di battaglia. (Kick-Ass)
  • L'unica cosa più figa di essere in una band era essere nell'unico super gruppo di New York. Eravamo versioni della vita reale di tutto ciò che amavamo ed era incredibilmente eccitante. (Kick-Ass)

Capitolo 3[modifica]

  • Il colonnello è stato uno degli uomini che più mi ha ispirato in assoluto. Mi fatto capire che fare il supereroe non è solo risse da strada e scovare spacciatori. (Kick-Ass)
  • La maggior parte delle volte che uscivamo non c'era molto crimine, e anche se c'era, era a chilometri di distanza. Non credete a quelle stronzate di Batman che volteggia proprio sopra a una banca mentre un criminale la rapina. La realtà dell'essere un supereroe è molto pattugliamento per strada. (Kick-Ass)
  • Siamo supereroi, papà! Indossiamo costumi sotto i vestiti e rischiamo le nostre vite per degli sconosciuti. Sono fiero di quello che facciamo là fuori! Non indosso una maschera per vergogna! (Kick-Ass)
  • I proiettili in testa sono la specialità dei supercriminali. (The Mother Fucker)

Capitolo 4[modifica]

  • La polizia lasciava correre sulla nostra attività da supereroi della vita reale finché si trattava di raccogliere spazzatura o di aiutare vecchiette ad attraversare la strada. Ma all'improvviso la cosa era diventata seria. All'improvviso, eravamo la famiglia Manson e gli anni Sessanta erano davvero finiti. (Kick-Ass)

Capitolo 5[modifica]

  • Perché venivamo massacrati in quel modo quando volevamo solo aiutare la gente? (Kick-Ass)

Capitolo 6[modifica]

  • Eri con lui a casa di Katie! Ho visto le immagini! Ho visto quanto ridevate mentre distruggevate la stanza di Katie! Ridevate anche quando avete deciso di uccidere mio padre? Eri uno di quelli che faceva battute su quel forum di supercriminali? Addio, bastardo. Divertiti come cibo per pesci! (Kick-Ass picchiando un criminale)
  • Dave, c'è una gang di supercriminali che minaccia di distruggere Times Square. È tutta la vita che questi supereroi del mondo reale aspettano una chiamata del genere. (Hit-Girl)
  • Una lacrima va bene, Dave. Ma fare la femminuccia così è del tutto inaccettabile. Hanno ucciso tuo padre e violentato la tua ragazza. Vuoi davvero startene qui a piagnucolare come una qualche stronzetta alla serata degli Oscar? (Hit-Girl)

Capitolo 7[modifica]

  • [Hit-Girl] Mi aveva salvato. Proprio come dovrebbero fare i supereroi. Aveva rischiato tutto per portarmi fuori di là, e d'un tratto capii perché la gente ci aveva accolto in quel modo. Perché i film erano stati fatti in un decennio così oscuro. Perché quei personaggi erano stati creati. Abbiaamo tutti bisogno di un po' di colore nelle nostre vite, e della certezza di un lieto fine... perché la vita reale non va sempre così. (Kick-Ass)
  • Un supereroe non pensa a se stesso. (Hit-Girl)
  • Non sei un supereroe. Sei una bambina con dei disturbi di personalità. (Vic a Hit-Girl)

Citazioni su Kick-Ass 2[modifica]

  • [Kick-Ass 2] [...] è una spaventosa esplosione nucleare che vi sconvolgerà il cervello. (Joe Carnahan)
  • In Kick-Ass 2, Millar e il suo compare creativo John Romita, Jr. hanno manomesso l'ascensore del loro debole stato mentale per portarvi, cari lettori, nel profondo del seminterrato gocciolante della loro nerissima psicosi. Non ci sono fanali per illuminare la strada qui, miei cari... solo l'odore di zolfo e di rabbia repressa. (Joe Carnahan)

Bibliografia[modifica]

  • Kick-Ass 2 Omnibus, traduzione di Luigi Mutti, Panini Comics, agosto 2013. ISBN 9788863049985

Altri progetti[modifica]