Kick-Ass 3

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Kick-Ass 3, miniserie a fumetti statunitense scritta da Mark Millar e disegnata da John Romita Jr., pubblicata dal 2013 al 2014 dalla Icon Comics, etichetta della Marvel Comics.

Citazioni da Kick-Ass 3[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Capitolo 1[modifica]

  • Ho forse mai ucciso un criminale che non meritasse molto peggio? È ridicolo che arrestino me quando ci sono dei veri sociopatici che ammazzano gente là fuori. (Hit-Girl)
  • Hit-Girl è un modello per ogni super vero in attività... (Doctor Gravity)
  • È molto più figo quando si rimugina in un grande cappotto nero. Ho provato a farlo in jeans la scorsa settimana, ma non sembrava appropriato. Troppo casual. (Kick-Ass)
  • Vi siete mai accorti di quanti eroi dei film d'azione si chiamino John o Jack? C'è John McClane, John Rambo, John Matrix, John Connor... Capitan Jack, Jack Reacher, Jack Slater e Jack Taken. (Lettore di fumetti)
  • Il male trionfa quando i buoni non agiscono. (motto della Justice Forever)

Capitolo 2[modifica]

  • Sapete qual è la cosa più difficile di essere la madre di un supercriminale? L'imprevedibilità. Non sapere mai cosa potrebbe succedere nella tua giornata quando apri gli occhi al mattino. (Angie Genovese)
  • Juicer: Sai che Hitler usava facile populismo per controllare i deboli di mente?
    Kick-Ass: Allora forse io sono una specie di Hitler fico.

Capitolo 3[modifica]

  • Valerie: A volte deve fare davvero paura uscire ogni notte e combattere. La cosa non ti spaventa?
    Kick-Ass: A volte. Ma mi piace che mi dia uno scopo. Essere un supereroe significa aiutare la gente. Non è una cosa che possiamo fare spesso nella vita reale.
  • Kick-Ass: So che potrà sembrare sconvolgente, ma non sono granché nella vita vera.
    Valerie: Non ci credo.
    Kick-Ass: Perché?
    Valerie: Perché se non fossi granché nella vita vera, non ti metteresti un costume per aiutare la gente nel tempo libero.
  • È la prima cosa dell'essere un supereroe, Todd. Mai ignorare una richiesta di aiuto. (Kick-Ass)

Capitolo 4[modifica]

  • Un uccello che non vola è come un atleta olimpionico con l'AIDS allo stato terminale. (Juicer)
  • Le tre regole d'oro dell'essere un supereroe sono tenere sempre il costume pulito, non rivelare a nessuno la tua identità segreta, e non ignorare mai una richiesta di aiuto. (Kick-Ass)
  • [Su Wolverine] Il personaggio più importante di tutto il fottutissimo mondo del fumetto, pedante del cazzo. (Kick-Ass)
  • Poliziotto: Non che non voglia impossessarmi di una grande quantità di denaro, Vic... e voglio andarmene da qui tanto quanto te... ma non siamo esattamente degli sconosciuti. Come fanno dei poliziotti a diventare rapinatori?
    Vic Gigante: Facendo quello che ogni coglione di questa città pare faccia al momento... ci mettiamo un costume.

Capitolo 5[modifica]

  • La grande cosa che nessuno ti dice quando cominci una relazione è che non vai quasi mai da nessuna parte nei primi mesi. In parte perché non hai mai soldi, ma soprattutto perché sei troppo impegnato a scopare. (Kick-Ass)
  • Kick-Ass: Tutte quelle cose da supereroe adesso mi sembrano folli. Penso di aver davvero perso il bisogno di pestare la gente.
    Valerie: Forse era solo repressione sessuale, e la tua energia viene sfogata altrove in questo periodo.
    Kick-Ass: Eh. Mi chiedo se in realtà fosse solo dolore.
    Valerie: Che vuoi dire?
    Kick-Ass: Be', il fatto che mi sia appassionato dei supereroi dopo che mamma è morta. Più la vita diventava difficile, e più sono diventato ossessionato. Forse adesso semplicemente mi piace essere me stesso e non sento il bisogno di scappare come facevo prima.
  • La relazione tra un migliore amico e una fidanzata nuova è sempre difficile. A nessuno piace l'idea di essere stato retrocesso. (Kick-Ass)
  • Kick-Ass: È solo che a volte temo di aver causato io questi problemi. Insomma, desiderare troppo di essere Batman ha portato qui anche tutti i suoi problemi?
    Ass-Kicker: Dave, non puoi incolparti per questa assurda escalation di violenze. Sì, Batman ha portato tutti quei criminali a Gotham, ma pensa a quante volte ha salvato quella cazzo di città. Devi fare come Bruce Wayne e incanalare tutto il senso di colpa e l'energia negativa in cose fighe come la batmobile o i batarang.
  • Mi sentivo diverso. Kick-Ass mi aveva aiutato a togliermi tutte quelle insicurezze infantili. Era come se Clark Kent e Superman fossero stati finalmente la stessa persona. Mi sentivo più maturo, più figo, e in totale controllo... (Kick-Ass)
  • Ci vollero diciannove anni, quattro mesi, una muta subacquea verde ed essere pestato una dozzina di volte... ma finalmente ero diventato ciò che volevo essere. (Kick-Ass)
  • Poliziotto: E Rocco? Pensi che sospetti?
    Vic Gigante: Nemmeno per sogno.
    Poliziotto: Perché ne sei così sicuro?
    Vic Gigante: Perché siamo ancora vivi.

Capitolo 6[modifica]

  • Dr. Alex White: Penso che abbiamo parlato abbastanza dell'addestramento da supereroe che ti ha fatto fare tua padre da piccola, Mindy. So che è stato divertente e che sembra uscito da un fumetto, ma vorrei passare agli omicidi adesso, se non ti dispiace.
    Hit-Girl: Vuoi dire esecuzioni.
    Dr. Alex White: No, esecuzione implica una morte sanzionata dallo stato, mentre questi sono solo omicidi fatti per capriccio.
  • Lui [Big Daddy] chiamava sempre gli eroi senza armi obiettori di coscienza e pensava che personaggi come l'Uomo Ragno fossero solo degli idioti liberal. Mi aveva cresciuta per farmi diventare tosta come il Punitore o Rorschach. (Hit-Girl)
  • È come ho sempre detto... non esistono pazzi, solo persone che non sono ancora state curate. (Dr. Alex White)
  • Hai fatto cose che gli altri possono solo sognarsi. Hai combattuto mafia, spacciatori di droga e quei poliziotti corrotti che ci rendevano la vita un inferno. Sei la figlia più straordinaria che potessi immaginare e non voglio assolutamente che tu pensi che mi vergogni di te. La verità è che non potrei essere più orgogliosa e mi sento più forte solo standoti vicina. (Kathleeen a sua figlia Hit-Girl)

Capitolo 7[modifica]

  • Un supereroe deve essere pieno di risorse, piccola. Non sai mai cosa possono combinare i criminali. (Big Daddy)
  • Chris Genovese: Hit-Girl?
    Hit-Girl: Cosa?
    Chris Genovese: Mi perdoni per le cose brutte che ho fatto? [ultime parole]
    Hit-Girl: Non dire stronzate.
  • Cos'è quella cosa che comincia per "F", e finisce per "Finita"? (Poliziotto a Hit-Girl)
  • Kick-Ass: Perché ho l'orribile sensazione che non ci rivedremo mai più?
    Hit-Girl: Perché sei una fighetta, Dave.
  • Ricordati solo che questo è tutto ciò che avevamo sognato, Dave. Io che distruggo un'organizzazione criminale e tu che liberi un compagno di squadra. (Hit-Girl)

Capitolo 8[modifica]

  • È vero che da soli ve la cavate tutti ragionevolmente bene, ma la mia famiglia si occupa di queste cose [malavita] da secoli. I siciliani sono più adatti a questo lavoro delle razze inferiori, e se non accetterete le mie richieste... be', guardate quello che ha fatto l'impero romano a coloro che ostacolavano il progresso. O Starbucks, se non conoscete la storia. (Rocco Genovese)
  • Okay, Dio. Ho bisogno di te solo per un'ultima volta. Aiutami in questa missione finale e hai la mia parola che mollerò questa cosa per sempre. (Kick-Ass)
  • Signore e signori, avete mangiato bene... avete banchettato sulla ricchezza e sullo spirito di New York, ma la festa ora è finita. Da questo momento in avanti... nessuno di voi è al sicuro. (Kick-Ass, citando un discorso di Batman in Batman: Anno uno)
  • Rocco Genovese: Rocco Genovese non ha paura di niente.
    Hit-Girl: Solo perché ci siamo appena incontrati.
  • Pensavo davvero che ormai fosse finita, ma è come dice sempre Hit-Girl: non importa se sei uno contro due... se stai dalla parte della ragione, avrai sempre la meglio. (Kick-Ass)
  • Alice Lizewski: Leggere fumetti ti ha fatto superare momenti difficili, Dave.
    Kick-Ass: Cosa?
    James Lizewski: Tua madre ha ragione. E non solo perché ti offrivano evasione. Quelle pagine ti davano anche ottimismo.
    Alice Lizewski: I supereroi ti ricordavano tutti i mesi che ogni problema aveva una possibile soluzione e che arrendersi non era un'alternativa. Quale lezione migliore per la vita adulta?
  • Leggere Batman non mi aveva ispirato a diventare miliardario. La morale per me era sempre stata aiutare gli altri. E volevo un lavoro che in qualche modo lo riflettesse. Quindi quando Marcus ebbe bisogno di forze fresche per il suo nuovo e ripulito dipartimento di polizia, fui il primo a offrirmi volontario. Fare il poliziotto significa essere ancora in giro ogni notte, a servire e proteggere New York... ho solo scambiato un'uniforme con un'altra. (Kick-Ass)

Bibliografia[modifica]

  • Kick-Ass 3 Omnibus, traduzione di Luigi Mutti, Panini Comics, ottobre 2015. ISBN 978-8891215420

Altri progetti[modifica]