Kimagure Orange Road

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Kimagure Orange Road

Manga

Immagine Simple Manga.png
Titolo originale

きまぐれオレンジ☆ロード
Kimagure Orenji Rōdo

Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Target shōnen
Genere commedia romantica
Autore Izumi Matsumoto
Editore Shūeisha
Pubblicazione 1984 – 1987
Editore italiano Star Comics, J-Pop
Pubblicazione italiana 1992 – 1994

È quasi magia Johnny / Capricciosa Orange Road

Serie TV anime

Immagine Capricciosa Orange Road Logo ITA.jpg.
Titolo originale

きまぐれオレンジ☆ロード
Kimagure Orenji Rōdo

Paese Giappone
Anno

1987 – 1988

Genere shōnen
Episodi 48 (+ ep. pilota, 8 OAV e 2 film)
Ideatore Izumi Matsumoto
Regia Osamu Kobayashi
Sceneggiatura Kenji Terada
Doppiatori italiani

Edizione Mediaset:

Edizione Dynamic Italia/Yamato Video:

Orange Road (きまぐれオレンジ☆ロード Kimagure Orenji Rōdo), manga di Izumi Matsumoto, da cui è stata tratta una serie televisiva anime di 48 episodi prodotta da Pierrot, un episodio pilota, 8 OAV e 2 film cinematografici.

In Italia il manga è stato pubblicato da Star Comics e successivamente da J-Pop, mentre l'anime ha avuto due versioni: la prima edizione, censurata, conosciuta col titolo È quasi magia Johnny, curata dalla Fininvest (oggi Mediaset); la seconda edizione, più fedele all'opera originale giapponese, a cura della Dynamic Italia (oggi Dynit).

Citazioni tratte dalla serie[modifica]

Nota: Le citazioni fanno riferimento all'edizione, fedele all'originale, della Dynamic Italia.

Incipit[modifica]

  • Da un incontro sbocciano due amori e tre cuori iniziano a palpitare. Mi sembra quasi di sentire il suono gentile delle campane... Io, Kyōsuke Kasuga, 15 anni, sto vivendo la mia adolescenza. (Kyōsuke)

Episodio 1, L'imbarazzo del primo amore[modifica]

  • [Kyōsuke prende la sigaretta che Madoka cercava di accendere e la distrugge]
    Kyōsuke: Se cominci a fumare adesso non riuscirai mai ad avere dei bambini sani! [pensando] Ma che diamine ho detto?
    Madoka: Lasciami in pace! Sei uno di quelli che non sa farsi gli affari suoi? [Madoka schiaffeggia Kyōsuke]

Episodio 3, Un rutilante primo appuntamento tra mille indecisioni[modifica]

  • [Madoka sorride vedendo Kyōsuke mentre beve il caffè]
    Kyōsuke: Che c'è, per caso ho qualcosa in faccia?
    Madoka: Sì, del plancton! [ride]
    Kyōsuke: Ma che stai dicendo: dai, smetti di prendermi in giro!
    Madoka: Sai cosa sembriamo? Una coppia di fidanzatini al loro primo appuntamento.
    Kyōsuke: [pensando] Fidanzatini? Appuntamento? [a voce alta] Mi sono dimenticato l'appuntamento con Hikaru!!

Episodio 4, La clamorosa prima volta di Hikaru[modifica]

  • Hikaru [...] devi sapere che i ragazzi, a volte, ci raccontano delle bugie per tirarsi fuori dai guai. (Madoka)

Episodio 7, La vita privata di Madoka!? Un bacio con le bollicine[modifica]

  • Madoka: Allora me ne vado. Buona notte, Master.
    Master: Aspetta un attimo, Madoka. [...] Capisco perfettamente che non sono affari miei, però mi dispiace vederti sempre così pensierosa. È bello essere innamorati, anche quando si soffre.
  • Quando ho tentato di baciarla, mi ha dato uno schiaffo: questo significa che Ayukawa è ben diversa da quanto tutti credono. E io, che ho cercato di scoprire qualcosa del suo passato perché certi pensieri mi tormentavano, ora mi sento proprio uno stupido. (Kyōsuke)

Episodio 8, Un bel sorriso! Foto sulla battigia[modifica]

  • Kyōsuke: Ma tu non sei specializzato in paesaggi?
    Takashi: Sì, ma ho dei doveri nei confronti della vita.
  • Le modelle professioniste hanno senza dubbio qualcosa di speciale: quando me le sono trovate di fronte non riuscivo più a staccare gli occhi da loro. La bellezza è una qualità che solo alcune persone riescono a valorizzare. (Kyōsuke)
  • La figura di Hikaru che camminava per strada guardando le vetrine era apparsa agli occhi di mio padre molto più viva e reale di quella delle modelle professioniste che avevano preso parte al provino. (Kyōsuke)
  • Kyōsuke: Sono certo che se tu accettassi di fare da modella verrebbero fuori delle ottime fotografie, ma purtroppo tu sei così ostinata! E allora ho deciso di tornarmene a casa!
    Madoka: E perché mai? La modella è Hikaru, non io!
    Kyōsuke: Hikaru non c'entra niente con questa storia! Io voglio che sia tu a fare la modella, tu e nessun'altra, hai capito? [pensando] Che doppiogiochista: solo pochi minuti prima pensavo che Hikaru fosse molto carina, ma ciò nonostante Ayukawa per me...
    Madoka: Ti stai comportando come un ragazzino viziato, dico sul serio Kasuga. E va bene vengo. Mi hai convinto.
  • Certo che questa ragazza [Madoka] mi ha proprio meravigliato. Ha un sorriso luminoso che le rischiara il volto, come gli occhi di un gatto che brillano nell'oscurità: sono stato fortunato a trovare lei e Hikaru. (Takashi)

Episodio 12, Questo è un addio! Madoka va a studiare in America[modifica]

  • Sai, questa... questa è stata la mia città preferita fin dal primo giorno in cui sono arrivato, da quando ho contato i gradini di questa scalinata. Da quel momento è diventata la città migliore del mondo per me e credimi, nessun altro luogo può essere paragonato a questo! (Kyōsuke a Madoka)

Episodio 14, Un sogno premonitore! Madoka e Kyōsuke in rotta[modifica]

La principessa Orihime (simboleggiata dalla stella Vega) e il mandriano Hikoboshi (simboleggiato dalla stella Altair) sono alla base della leggenda che ha ispirato la festa di Tanabata celebrata in Giappone il 7 luglio.
  • Madoka [vedendo che il cielo minaccia pioggia]: Temo che stanotte non si potranno incontrare.
    Kyōsuke: Ayukawa, ma cosa...
    Madoka: Altair e Vega, la principessa e il suo innamorato: la leggenda che parla di loro, sai, è la mia preferita.
  • Tutti i ragazzi somigliano in parte a Tom Sawyer, sono interessati un po' a tutto e poi vogliono anche mostrarsi forti davanti alla ragazza che hanno nel cuore. (Master)

Episodio 16, Ci credi? Non ci credi? Madoka ha visto un UFO[modifica]

  • Manami: Non sapevo che voi due apparteneste al club di giornalismo.
    Kazya: Spiccato senso per l'inquadratura...
    Seiji: Una grande curiosità...
    Kazuya: Sfrontatezza che permette di arrivare dritto al cuore degli altri: ecco le doti che ci rendono speciali, ci hanno chiamato appositamente per questo servizio.
    Kurumi: Tu sei speciale solo come maniaco.

Episodio 19, Esperienza per due! L'isola dell'amore proibito[modifica]

  • Sembrava proprio Paradise, quel film che avevo visto tempo prima; parlava di una giovane coppia che si trovava su un'isola deserta. Però nel film i due protagonisti fino a che punto erano arrivati? Io... io non riuscivo più a ricordarlo: e dire che era proprio per scoprirlo che avevo visto quel film.[1] (Kyōsuke)

Episodio 22, Una relazione da adulti! Madoka rientra di nascosto al mattino[modifica]

  • Che la nostra relazione somigliasse sempre più alla storia del film ormai non aveva importanza. Ciò che veramente contava era che ogni piccola cosa, ogni esperienza vissuta insieme venisse custodita nei nostri cuori come una pietra preziosa. In certi casi avere la stessa età non è fondamentale. (Kyōsuke)

Episodio 31, Madoka e Yūsaku! Fuga d'amore a tempo di marcia![modifica]

  • Sapere che c'è qualcuno che le ama profondamente rende il cuore delle ragazze colmo di felicità; sono sicura che anche a Hikaru hanno fatto piacere tutte quelle romantiche attenzioni di Yūsaku. (Madoka)

Episodio 34, Niente panico! Madoka nel Paese delle Meraviglie[modifica]

  • [Kyōsuke è al tiro a segno e guarda le munizioni a disposizione]
    Kyōsuke: Ecco, mi è rimasto l'ultimo colpo.
    Madoka: Magari questa volta fai centro. [...] Senti... la storia raccontata da tuo nonno riguardava l'incontro di tuo padre e di tua madre, giusto?
    Kyōsuke: Già, hai indovinato.
    Madoka: Ha detto di essere stato aiutato dalla ragazza amata... senza dubbio era vero. Le ragazze, infatti, si augurano sempre che la persona a loro cara riesca nelle sue imprese. Ah, guarda quanto è carino quel pupazzetto a forma del kappa![2]
    Kyōsuke: È deciso! [mira al pupazzetto indicato da Madoka, colpendolo]

Episodio 42, Madoka ha successo! Finalmente Kyōsuke si dichiara[modifica]

  • L'amore nasce e arde senza conoscere barriere e limiti. (Sumire)
  • Madoka: Tu pronunci parole come "morte" e "amore" un po' troppo spesso.
    Sumire: Certo, fanno da sempre parte del mio motto: "Trova l'amore o scegli la morte".
  • Hikaru: Ma si può sapere quanto diavolo ti ci vuole per capirlo, Sumire?! Loro due [Kyōsuke e Madoka] si amano alla follia, sono fatti l'uno per l'altra! Nessuno deve intromettersi e separare ciò che l'amore ha unito! Lasciali in pace!
    Sumire: Ho capito tutto! Stavate solo recitando! Vi siete messi tutti d'accordo per convincermi a rinunciare a lei, giusto?
    Kyōsuke: No, guarda che ti sbagli, Sumire. Vedi... io... io ti amo veramente, Ayukawa!
    Madoka [sorpresa]: Kasuga, tu...

Episodio 45, Arrivederci Hikaru? E poi non rimase nessuno[modifica]

  • Hikaru: Un nuovo menù?
    Madoka: Sì il master mi ha chiesto di occuparmene, quindi domani siete tutti invitati a casa mia per provarlo.
    Kyōsuke: A casa tua?
    Madoka: Sì esatto! Voglio conoscere le vostre impressioni per sapere quali piatti scegliere!
    Hikaru: Che bello! Proprio una bella idea!
    Kyōsuke: Manicaretti di cucina da Ayukawa!
    Hikaru [rivolta a Kyōsuke]: Pensavo… perché domani non leggiamo a Madoka il nostro diario dello scambio d'amore per ringraziarla dell'invito?
    Kyōsuke [sputando la cioccolata calda]: Cough! Cough! Cough!
    Hikaru: Non è un'idea geniale?
    Kyōsuke: No Hikaru, non direi…
    Hikaru: Madoka si emozionerà nel sentire il racconto del nostro puro sentimento d'amore!

Episodio 47, Presentimento dell'addio. Alla ricerca del primo amore di Madoka[modifica]

  • È primavera. Il vento soffia fra gli alberi in un cielo color acqua di sorgente. Gli occhi sono sfiorati dai pallidi raggi solari. E all'improvviso, fra quei raggi, appare un angelo. È arrivato sulla Terra silenziosamente, senza alcun rumore, e io ne sono rimasto catturato. L'angelo si è rivolto a me e mi ha sorriso. In quel momento ogni parola è svanita. Io, Kyōsuke Kasuga, vengo cullato dalla brezza nel luminoso tepore del sole. (Kyōsuke)

Episodio 48, Ho trovato l'amore. E poi Da Capo[modifica]

  • Kyōsuke: Ormai l'hai capito, no? Sono un esper, io possiedo poteri extrasensoriali. Ayukawa, perdonami se non te ne ho mai parlato.
    Madoka [ridendo]: Che bello, è meraviglioso sai? Pensa, avevo appena saputo di dovermi trasferire negli Stati Uniti. Sì, la malattia di mio padre si era aggravata, però ora che sono qui non è più necessario partire. Per ritrovare il suo amato esper una ragazza scompare nel passato: fantastico, no?
    Kyōsuke: Ma Ayukawa, guarda che tutta questa storia è vera: non ti rendi conto di cosa voglia dire questo?
    Madoka: Certo che lo so: il ragazzo a cui... il ragazzo che mi piace possiede per caso dei poteri speciali: è tutto qui.
  • Kyōsuke [sotto un albero, voce narrante]: ... E quando sarà di nuovo qui... io fingerò di dormire sotto quest'albero... ecco... sta per arrivare... adesso si metterà a solleticarmi il naso... e poi mi dirà...
    Madoka: Guarda che a dormire all'aperto ti buscherai un bel raffreddore!
    Kyōsuke [narratore]: Dopodiché...
    Kyōsuke: Etciù!
    Madoka: Hai visto? Che cosa ti avevo detto?
    Kyōsuke: Un pisolino è l'ideale per ricaricarsi.
    Madoka: Un pisolino è l'ideale per ricaricarsi... Già. Me lo ha detto anche una certa persona tanto tempo fa...
    Kyōsuke: Sì? Scusa si potrebbe sapere chi è questa certa persona?
    Madoka: Un ragazzo, un meraviglioso ragazzo. È stato il mio primo amore. E anche adesso...
    Kyōsuke: Quel ragazzo pensa che tu sia la cosa più importante che gli sia capitata nella vita.
    Kyōsuke [voce narrante]: Io, Kyōsuke Kasuga, sto dando per la seconda volta a Madoka Ayukawa... il mio primo bacio.

Citazioni tratte dai film[modifica]

Nota: Le citazioni fanno riferimento all'edizione, fedele all'originale, della Dynamic Italia.

Orange Road The Movie: ...e poi, l'inizio di quella estate...[modifica]

  • I tuoi occhi, anche se in maniera appena percettibile, tremano, e il tuo capriccioso sguardo di solito imbronciato, quest'oggi, questa sera, appare invece come... imbarazzato; ed io ad essere sincero non sono certo meno insicuro di te. Tremo come uno stupido. È la prima volta da quando ti conosco che ti vedo insicura, è la prima volta che noi due potremo trascendere le nostre esistenze, è la prima volta per me, Kyōsuke Kasuga, 19 anni. Questa è l'estate in cui sono riuscito a catturarti, mio angelo. (Kasuga, pensando a Madoka)
  • Quando la schiuma del latte è svanita, è inutile rimuginarci sopra sperando che ritorni come prima: conviene darsi pace e preparare un'altra tazza. (Master, mentre sostituisce a Kyōsuke la tazza di cappuccino che sorseggiava ripensando al suo passato con Hikaru)
  • Madoka: Kasuga è volato via?
    Nonno: Esatto, ma al momento non posso sapere se sia finito nel passato o nel futuro. Quando è avvenuto l'incidente puff! è saltato via.
    Manami: Ma nonno, che cosa stai dicendo?
    Kurumi: Davvero si può finire così facilmente nelle pieghe spaziotemporali?
    Nonno: Be', dato il particolare potere della famiglia Kasuga, a volte può capitare [...]
    Madoka: Ma allora, se è come dice lei, Kasuga che è qui chi sarebbe?
    Nonno: Questo che vedi non è che un guscio vuoto privo di anima. [...] Nell'istante in cui Kyōsuke è stato coinvolto nell'incidente il suo spirito è stato sbalzato in chissà quale dimensione ed è per questo che il suo corpo rimasto qui si trova in bilico tra la vita e la morte, ma sono certo che la sua anima possa, nel luogo dove è finita, camminare sulle sue gambe con un proprio corpo. [...] Ad ogni modo, anche se non sappiamo dove sia finito lo spirito di Kyōsuke, non c'è nulla di cui preoccuparsi: per tornare qui basta che prima di sparire la sua anima incontri il Kyōsuke di quell'altra epoca cosicché possano unire i loro poteri.
  • Hikaru era perfettamente a suo agio, come se fosse da tempo abituata a tutto questo; e io, anche se in modo non del tutto coerente, capii una cosa: Hikaru non era più... non era più vergine. (Kyōsuke, voce narrante)
  • Porto sempre con me l'angelo portafortuna che mi hai spedito tu, Madoka. Quante cartoline ti avrò scritto finora? Per ognuna tu mi hai ricambiato con un pensierino fatto a mano da te; adesso ne ho tanti, sono le tue mute risposte: riceverli mi rende sempre felice. Madoka, prima o poi ti scriverò una bella lettera; quando ho detto addio a quel ragazzo testardo fuori cadeva fitta la neve. See you soon. Hikaru. (Hikaru, cartolina indirizzata a Madoka)
  • Hikaru: Incredibile, mi sembra di essere tornata indietro nel tempo.
    Madoka: Già, mi sembra quasi di sognare. [Madoka e Hikaru ridono]
    Hikaru: Madoka, quello che ti ho detto prima, credimi, è la verità. Io e Kyōsuke questa notte non abbiamo fatto davvero niente, te lo giuro: abbiamo dormito e basta.
    Madoka: Si, lo so Hikaru, non ti preoccupare.
    Hikaru: No, non è solo questo. Sai, mi sono resa conto che con lui avrei anche potuto farlo.
    Madoka: Hikaru...
    Hikaru: Perché dopo tutto questo tempo non ho ancora smesso di volergli bene: è così. Ecco per quale motivo ieri sera non c'è mancato molto; sentivo di dovertelo dire, Madoka, capisci? [Madoka, pensierosa, annuisce] Io... non ti chiederò scusa per questo: mi dispiace, ma devo essere coerente con me stessa.
    Madoka: Hikaru?
    Hikaru: Sì?
    Madoka: Bene, per me è tutto a posto.
    Hikaru: Madoka...
    Madoka: Mi hai forse sfidata? [...] Non fingere di non capire, per la tua colpa dovrai batterti con la qui presente Madoka che in passato aveva la nomea di essere una ragazzaccia terribile.
    Hikaru: Madoka! [Hikaru e Madoka ridono]
  • Kurumi Come al solito, non ti smentisci mai: non fai che combinare pasticci!
    Kyōsuke:Ehi, Kurumi, stai davvero esagerando: ti sembra questo il modo appropriato di rivolgersi al fratello maggiore?
    Kurumi: Guarda, che a voler essere precisi adesso tu hai un anno meno di noi, perché sia io che Manami ne abbiamo già compiuti venti, mentre tu ne hai solo diciannove giovane Kyōsuke.
    Manami: Giusto, è vero: certo che è una strana sensazione, nostro fratello maggiore ha un anno meno di noi.
    Kurumi: Kyōsuke, rivolgiti a noi con rispetto, capito? Con rispetto!
    Kyōsuke: Ma... che assurdità stai dicendo? Adesso basta!
    Madoka: Avanti, giovane Kyōsuke, datti da fare, mi raccomando: con l'aiuto di tuo nonno cerca di riportare qui il mio ragazzo.
    Kyōsuke: Anche tu, Ayukawa?
    Madoka: E certo, così non mi sbaglio: sarebbe un bel problema se tradissi il mio ragazzo con questo giovane Kyōsuke.
  • Madoka: Ricorderemo questo momento per sempre, non voglio che tu commetta sciocchezze.
    Kyōsuke: Che vuoi dire?
    Madoka: Mah, anche questo fa parte del tuo essere Kyōsuke Kasuga.
    Kyōsuke: Dai, avanti, smettila! [Madoka e Kyōsuke ridono] [...]
    Madoka: Kasuga, dimmi una cosa: tu credi che noi due avremo un figlio esper?
    Kyōsuke: Eh? Ma, Ayukawa... [si gira verso il comodino cercando un profilattico]
    Madoka: Ma che stai facendo? [...] Sei sempre il solito: ti avevo detto di finirla con le sciocchezze, oggi è un giorno sicuro anche senza quello. Ti stavi preoccupando, eh? Guarda che prima volevo... volevo solo dirti che è già da un po' di tempo che mi sto chiedendo se forse un giorno avremo un figlio esper: ti stavo solo dicendo questo, tu che avevi capito, maniaco?
  • Kyōsuke [fa la sua dichiarazione d'amore a Madoka]: Ayukawa, io... io mi sento così strano. Non so perché, ma qui [ha la mano al petto]
    Madoka: Che c'è, non stai bene?
    Kyōsuke: No, non è questo: sto bene, è solo che io mi sento... io mi sento come se fossi un uomo... un uomo delle caverne.
    Madoka: Scusa, per quale motivo? Non capisco...
    Kyōsuke: Ah, non lo so, non so spiegartelo: ho la sensazione di essere come un uomo primitivo ed egoista. Voglio averti tutta per me, io...
    Madoka: Continua, ti ascolto.
    Kyōsuke: Io, naturalmente, desidero avere cura di te, sia per quanto riguarda i tuoi desideri sia come persona. Sì, voglio dire che credo che sia molto importante il rispetto reciproco, ma io... ti amo al punto che temo di perdere di vista questa razionalità, ti amo a tal punto da mettermi a piangere. Ayukawa, io ti amo talmente tanto che non so, che non so più che cosa fare. Ti amo tanto da volerti tutta per me... solo per me, non pensavo di essere primitivo fino a questo punto; ti confesso che la cosa mi spaventa. Ayukawa, io...
    Madoka: No Kyōsuke, aspetta: non credi che stona? In questo momento tu mi stai chiamando ancora Ayukawa...
    Kyōsuke: Certo, Madoka. [Kyōsuke bacia Madoka]

Note[modifica]

  1. Kyōsuke parla del film Paradise, ma l'ambientazione su un'isola deserta è ripresa dal film Laguna blu che affronta sempre il tema di due giovani rimasti da soli che scoprono tutti gli aspetti dell'amore; Paradise è abientato nel deserto siriano. Per approfondire vedi le voci su Wikipedia relative ai film Paradise e Laguna blu.
  2. Spirito del folklore e della mitologia giapponese che abita nei fiumi, laghi o stagni. Per approfondire vedi la voce corrispondente su Wikipedia.

Altri progetti[modifica]