Emanuela Pacotto

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Emanuela Pacotto nel 2010

Emanuela Pacotto (1965 – vivente), doppiatrice e attrice italiana.

Citazioni di Emanuela Pacotto[modifica]

  • [Cosa ti piace di più del tuo lavoro?] Che mi permette di vivere situazioni, avventure, atmosfere che non potrei mai vivere nella vita reale. Che mi permette di avere molteplici personalità. Che non è mai uguale ed è ogni giorno una nuova sfida.[1]
  • La globalizzazione ha cambiato il mondo e il nostro modo di vivere. I nuovi network come Sky, Amazon, Netflix hanno completamente stravolto la "vecchia tv". Una volta il capo struttura di una rete prendeva l'aereo e andava in America, in Giappone ad acquistare serie tv, nuovi programmi e cartoni. Adesso le multinazionali producono e localizzano in contemporanea per tutto il mondo, spesso imponendo anche le regole della messa in onda. Per la nostra generazione è cambiato tutto ma per i giovani, nati nell'era del digitale è normale così. Noi compravamo gli LP e i 45 giri i ragazzi oggi ascoltano la musica su spotify. Non c'è un meglio o un peggio è il progresso.[2]
  • [Qual è il personaggio che ti ha segnato di più?] È difficile. Io ho fatto tante voci, grandi e piccole. Sono Barbie, sono Nami di One Piece, sono Jessie dei Pokémon. Tutte, in un modo o nell'altro, mi hanno dato qualcosa. A volte ci sono personaggi che doppi solo il tempo di un film, eppure ti cambiano tutto. Forse l'unica che posso davvero ricordare è Rina di Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina. È stato il personaggio che mi ha fatto conoscere dal pubblico. Da lì è nato il mio primo fanclub.[3]

Note[modifica]

  1. Dall'intervista di fab, Intervista a Emanuela Pacotto, doppiatrice di Nami. opgt.it, 3 marzo 2017.
  2. Dall'intervista di Yuri, Intervista a Emanuela Pacotto. festivaldelnerd.it, 5 luglio 2018.
  3. Dall'intervista di Valerio Berra, Da Bulma di «Dragon Ball» a Jessie del Team Rocket. Emanuela Pacotto, la voce italiana degli anime. open.online, 28 febbraio 2019.

Altri progetti[modifica]