Angelo Maggi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Angelo Maggi (1955 – vivente), attore e doppiatore italiano.

Citazioni di Angelo Maggi[modifica]

  • Ho avuto la fortuna di lavorare con grandissimi doppiatori del passato, Ferruccio Amendola, Peppino Rinaldi, mentre di altri so di quello che mi hanno raccontato colleghi perché per motivi anagrafici non li ho conosciuti. La prima volta che mi approcciai con Ferruccio Amendola, con la sua direzione, lui mi disse perfettamente "Ma che cosa urli? Non serve tutto questo volume vicino a un microfono, hai il microfono vicino che riprende anche il più piccolo sospiro, metti molta meno voce". Questo è l'insegnamento che mi diede Ferruccio Amendola, che bisogna usare la voce con discrezione, con parsimonia, mentre quello di Peppino Rinaldi è stato niente, l'ho solo sentito parlare vicino a me, ma è stata comunque un'emozione grandissima perché per me è stato il più grande di tutti. Carlo Romano non l'ho mai conosciuto, era tra l'altro il nonno di Luca e Monica Ward, ed era un grandissimo grande attore, come nei film di Totò, un grande carattere, e io nel mio spettacolo cito anche Jerry Lewis e quindi Carlo Romano, insieme anche ad Emilio Cigoli, la voce Italiana più affascinante di tutti i tempi, perché ha doppiato John Wayne, Clark Gable, Gary Cooper, Tina Lattanzi che ha dato la voce a Greta Garbo, Rosetta Calavetta voce di Marylyn Monroe che andava in sala sempre con i guanti, perché era una signora o una salutista.[1]
  • Il doppiatore si deve approcciare con molta umiltà a questi attori che ha la fortuna di doppiare, perché sono talmente bravi attori, grandi attori, che bisogna seguirli in tutto e per tutto, cercando di non tradire le sfumature e le emozioni, soprattutto, perché noi parliamo di doppiaggio, dobbiamo parlare di emozioni; le emozioni che loro hanno dato nella loro lingua, le dobbiamo trasformare nelle emozioni in un'altra lingua che - nel nostro caso - è l'italiano, non facendo perdere le sfumature che loro hanno dato.[2]
  • Mi ricordo perfettamente che per una piccola battuta di probabilmente, forse, un semplice "sì", cioè una cosa piccolissima, si poteva rifare anche venti, trenta volte. Cioè, cercavano le sfumature. Le sfumature, oggi, ovviamente... sappiamo che il doppiaggio è completamente cambiato. È proprio... un'altra cosa, però io ho avuto la fortuna di conoscere... di entrare nel mondo del doppiaggio in quegli anni lì. [2]

Note[modifica]

  1. Da Intervista al "DoppiAttore" Angelo Maggi, Cinefarm.it, 16 marzo 2016.
  2. a b Da un'intervista di Andrea Razza, Enciclopediadeldoppiaggio.it, 2011. Video disponibile su Youtube.com.

Filmografia[modifica]

Attore[modifica]

Doppiatore[modifica]

Film[modifica]

Film d'animazione[modifica]

Serie televisive[modifica]

Altri progetti[modifica]