L'alba dei morti viventi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

L'alba dei morti viventi

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Dawn of the Dead

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2004
Genere horror, remake
Regia Zack Snyder
Soggetto basato su Zombi
Sceneggiatura James Gunn
Produttore Richard P. Rubinstein, Marc Abraham, Eric Newman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
Remake di Zombi (1978) di George A. Romero

L'alba dei morti viventi, film statunitense del 2004 di Zack Snyder.

Frasi[modifica]

  • L'inferno è sovraffollato, e Satana ci sta mandando i suoi morti. Perché? Perché voi fate sesso fuori dal matrimonio! Voi uccidete i bambini con l'aborto! Vedo uomini che si accoppiano fra di loro... celebrate matrimoni fra lo stesso sesso! Come pensate che vi giudicherà il vostro Dio? Ebbene amici, ora lo sappiamo. Quando non ci sarà più posto all'inferno... i morti cammineranno sulla terra. (Uomo alla TV)
  • Ieri hai visto l'inferno e adesso hai paura di finirci dentro per tutte le puttanate che hai fatto. Ti do un consiglio: va' nel cesso, di' cinque Ave Marie, pulisciti il culo e così tu e Dio sarete pari! (Kenneth, ad Andre)

Dialoghi[modifica]

  • [Steve appena arrivato parla con i superstiti nel centro commerciale]
    Steve: No, quel posto è fottuto. Lascia perdere. Si ammazzano laggiù.
    Kenneth: Tu che ne sai?
    Norma: Da dove crede che veniamo?
    Kenneth: Sono morti tutti quanti?
    Steve: Semi-morti.
    Kenneth: Ho chiesto se sono morti TUTTI.
    Steve: Sì. Nel senso che sono tutti... sono... ehm... caduti per terra, poi...
    Kenneth[allontanandosi]: Vado a vedere di persona.
    Michael: Non ce la farai mai.
    Steve[Continuando a parlare]:...si sono rialzati e ...
    Kenneth: Arrivo dove voglio!
    Michael: Ovvero circa 20 centimetri oltre quella porta.
    Steve:...e si sono mangiati fra di loro.
  • Michael: Ho visto un paio di autobus in garage. Potremmo attrezzarli, rinforzarli. E andarcene il più lontano possibile.
    Tucker: E poi che facciamo?
    Steve: Ho un'idea. Già che ci siamo perché non facciamo un salto al porticciolo, saliamo sulla mia barca e partiamo per una bella crociera, razza di imbecilli?!
    [Tutti discutono sul fatto che l'idea non sia poi tanto stupida e decidono di partire]
    C.J.: Scusatemi, non voglio guastare la festa a nessuno, ma fatemi capire se ho afferrato bene il concetto. State dicendo di prendere un paio di navette per il parcheggio e rinforzarle con le fiancate in alluminio, poi di andare al negozio di armi dove il nostro amico Andy interpreterà un film di cow-boy con tanto di assalto al vagone postale, e poi attraversiamo un intera città devastata in mezzo a qualche migliaio di cannibali morti, per poi salpare al tramonto sulla barca di questo povero stronzo? Diretti verso un'isola che forse nemmeno esiste?
    [Assenso generale]
    C.J.: Ci sto!
  • [Si devono portare delle scorte di cibo ad Andy, un uomo intrappolato sul tetto di un negozio poco lontano.]
    Michael: Sentite, non possiamo discutere in eterno. Occorre una soluzione. Gli dobbiamo portare da mangiare, ok?
    Steve: Io ho un'idea. Tiriamo a sorte, chi perde corre in mezzo al parcheggio con un panino al prosciutto!

Altri progetti[modifica]