Ladislav Mňačko

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Ladislav Mňačko (1919 – 1994), scrittore slovacco.

La notte di Dresda[modifica]

Incipit[modifica]

«C'è una lettera per lei», mi disse la ragazza alla reception dell'albergo mentre stavo riempiendo il modulo della denuncia. Era una lettera dell'amico che ero venuto a trovare in quella città tedesca. Mi comunicava con rammarico che per motivi imprevedibili aveva dovuto assentarsi per un paio di giorni, ma certamente sarebbe stato di ritorno il mercoledì; nel frattempo avrei potuto visitare la città dove c'erano cose notevoli, e dovevo assolutamente aspettarlo...

Citazioni[modifica]

  • Una donna distrugge sempre l'amicizia fra gli uomini. (p. 132)
  • Papà è tedesco e i tedeschi hanno un senso del dovere e dell'onore stranamente travisato, quelli lassù lo sanno molto bene, ne hanno tenuto conto nei loro piani, e sono riusciti a disumanizzare tutta la nazione, nessuno può osare di agire secondo la sua ragione e i suoi sentimenti, e infatti nessuno osa agire così. Il nostro senso dell'onore e del dovere li aiuta a portare tutto il popolo alla catastrofe, alla rovina, da cui non potrà mai rialzarsi. Anche papà è un tedesco. E alla fine è anche giusto così: dopo questa guerra neppure un tedesco dovrà avere una scusa o un alibi. Ci siamo tutti dentro. Dal tempo in cui Goebbels ha dichiarato la guerra totale, ci siamo tutti dentro totalmente. (p. 137)

Bibliografia[modifica]

  • Ladislav Mňačko, La notte di Dresda (Die Nacht von Dresden), traduzione di Lucia Mazzucchetti, Longanesi & C., Milano 1972.

Altri progetti[modifica]