Macchina

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Heureka (J. Tinguely, 1964)

Citazioni sulla macchina.

  • – Ah, son gli ultimi sprazzi, è inutile farsi illusioni. I prossimi aerei non avranno pilota.
    – E poi tu sarai troppo vecchio!
    – Dopo di noi la macchina! Siamo sulla buona strada! Tu guarda gli equipaggi... Ti ricordi quelli che avevi sul 24? Polacchi, spagnoli, tutte le razze! Non potevi confonderli, erano vivi. Questi d'adesso... se gli apri la pancia t'accorgi che vanno a transistor!
    [...]
    – Ma questo è voluto, mio caro, per eliminare il fattore personale. Adesso è tutto molto più complicato, i tempi di reazione sono brevi... uno non può dipendere dall'uomo come una volta.
    – E da che si dipende? [...] Lo vuoi sapere? A me piace il fattore personale. (A prova di errore)
  • Chi è il nutrimento vivente della macchine di Metropolis...?! Chi lubrifica gli ingranaggi delle macchine con il proprio sudore...?! Chi alimenta le macchine con la propria carne...? Lasciatele morire di fame le macchine, stupidi...! Lasciatele crepare...!! Distruggete... le macchine...!! (Metropolis)
  • E la macchina sia alleata | non nemica ai lavorator; | così la vita rinnovata | all'uom darà pace ed amor! (L'Internazionale)
  • – È tutto connaturato con la tecnologia. Le macchine servono a risolvere le situazioni.
    – E poi, non contente, si mettono a crearle le situazioni!
    – Non necessariamente.
    – Il rischio esiste, l'ha detto anche lei.
    – Ma qualsiasi cosa viene controllata, signor Raskob. Controllata varie volte.
    – E il controllore chi lo controlla? Dove finisce la catena? Insomma, chi è il responsabile? [...] È troppo complicato. Ed è proprio questo che mi fa più paura: l'unica cosa che si può affermare è che non c'è un responsabile. (A prova di errore)
  • Il cinema, la radio, il mondo della macchina nel suo complesso, deve forse servire a una migliore conoscenza di noi stessi, alla consapevolezza di quello che «non» siamo. (Ernst Jünger)
  • Il ritmo della macchina è febbrile, ma le manca la periodicità. Le sue vibrazioni sono innumerevoli, ma senza alcuna distinzione tra loro. La macchina è un simbolo; ciò che in essa c'è di economico è pura illusione ottica, essa è una specie di macinapreghiere. (Ernst Jünger)
  • Lavoratori, buongiorno. La direzione aziendale vi augura buon lavoro. Nel vostro interesse, trattate la macchina che vi è stata affidata con amore. Badate alla sua manutenzione. Le misure di sicurezza suggerite dall'azienda garantiscono la vostra incolumità. La vostra salute dipende dal vostro rapporto con la macchina. Rispettate le sue esigenze, e non dimenticate che macchina più attenzione uguale produzione. Buon lavoro. (La classe operaia va in paradiso)
  • L'uomo crea le macchine per trarne benefici e favorire il progresso. Ma se non controlla i prodotti della sua ingenuità e immaginazione non rischia solo di perdere i benefici, ma si inoltra su un sentiero che lo conduce ai confini della realtà. (Ai confini della realtà (serie televisiva 1959), quinta stagione)
  • Mai mandare un essere umano a fare il lavoro di una macchina. (Matrix)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]