Mortdecai

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Mortdecai

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Mortdecai

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2015
Genere azione, commedia, thriller, crimine, spionaggio
Regia David Koepp
Soggetto Kyril Bonfiglioli
Sceneggiatura Eric Aronson
Produttore Christi Dembrowski, Johnny Depp, Andrew Lazar, Gigi Pritzker
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Mortdecai, film statunitense del 2015 con Johnny Depp, regia di David Koepp.

Incipit[modifica]

Come saprete benissimo io sono molte cose: un mercante d'arte o un provetto ricettatore, un ottimo utilizzatore di tutte le armi. Sono amato e rispettato da tutti quelli che mi conoscono... a malapena. Ma ho sempre avvertito che mancava qualcosa, sapete, un tassello finale al mio puzzle personale. Mi occorreva qualcosa di audace, di caratteristico – la ringrazio – il capolavoro con il quale poter dire al cielo "Io sono Lord Charles Mortdecai e questo piccolo tocco di magia sono i miei baffi!" (Mortdecai)

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [...] sono un mercante d'arte, non un ciarlatano. Un furfante forse, un birichino, un bricconcello, te lo concedo, ma mai un assoluto saltimbanco! (Mortdecai)
  • [Sui propri baffi] [...] il dominio del labbro superiore di un uomo è il suo territorio sovrano! (Mortdecai)
  • Avevo chiesto del formaggio, non uno strumento di guerra batteriolgica! (Ispettore Martland)
  • Sparano addosso alla macchina! Sparano addosso a me! (Spinoza) [Ultime parole]
  • Non è mai esistita una riproduzione accurata perché è sparito dopo lo scoprimento. [...] La duchessa di Wellington! Bronwen ha trovato il Goya scomparso! Goya fu incaricato da Carlo IV di Spagna di dipingerla nel 1792 e si diceva che lei fosse il suo più grande capolavoro. Sfortunatamente si diceva anche che fosse l'amante del re. La regina non ne era entusiasta. Umiliata, ordinò che il dipinto venisse bruciato. Invece, fu rubato e messo al sicuro da qualche parte. Alcuni dicono che fu Goya stesso ad architettare il furto. Per duecento anni il dipinto è stato cercato dai collezionisti, bramato da i potenti ed è diventato materia di leggenda! (Mortdecai)
  • La verità è bella, ma un pettegolezzo non ha prezzo! (Mortdecai)
  • [...] La duchessa rifà capolino in Francia nel 1943, prelevata da una stanza sigillata di un impronunciabile castello dai crucchi. Si dice che Hermann Göring fosse ossessionato dal dipinto e si vocifera che abbia scritto su di esso il codice del suo conto cifrato in Svizzera. Ricchezze nascoste e tutto il resto... Ma quando gli alleati catturarono Göring [...] non c'era traccia del dipinto. Era svanito ancora una volta nella storia e i conti segreti bancari insieme ad esso. [...] Centinaia e centinaia di milioni, circondati da tutta quella groviera, cioccolato e vini d'annata. (Mortdecai)
  • Alcune donne diventano cieche a sbattere le ciglia per baffi come i miei! (Mortdecai)
  • Georgina Krampf: Non bevo mai alcol. Non voglio appannare i miei sensi.
    Mortdecai: Ma è spaventoso!
  • Quanto mi mancano la pioggia e l'indifferenza dell'Europa! (Mortdecai)
  • Tua madre e tuo padre si sono accoppiati solo una volta e c'è stato un passaggio di denaro! Forse meno di venti sterline! E si dice che lei si vestisse da uomo a quell'epoca! (Mortdecai) [Insultando Dmitri]
  • Sono profondamente innamorato dei miei baffi, ma ho scoperto di amare te di più. (Mortdecai) [Alla moglie Johanna]

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Mortdecai: Hai mai sentito l'espressione "apra le palle"?
    Jock Strapp: No, signore.
    Mortdecai: Mi ha fatto sentire sconcio.
  • Mortdecai: Oh, mia cara, ho tentato disperatamente di esserti infedele, te lo garantisco! Ma non ci sono riuscito!
    Johanna: È un momento terribile quando ti accorgi che ti stai innamorando del tuo proprio coniuge, non è così?

Altri progetti[modifica]