Nazionalità

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Citazioni sulla nazionalità.

  • Anche i bambini piccoli non si preoccupano della religione o della nazionalità, della ricchezza o della povertà: vogliono soltanto giocare insieme. (Tenzin Gyatso)
  • Assai meglio è meritare la nazionalità co' servigi che averla in dono dal caso. (Pasquale Borrelli)
  • Culto universale, come l'islamismo, il cristianesimo sarà in sostanza il nemico delle nazionalità. (Ernest Renan)
  • – Di che nazionalità siete?
    – Ubriacone.
    – Allora siete cittadino del mondo. (Casablanca)
  • Egli [Mazzini] non aveva previsto che la nazionalità, invece di rappresentare esclusivamente l'emancipazione dei popoli oppressi, potesse a volte diventare una forza di divisione e persino illiberale. (Denis Mack Smith)
  • Il principio della nazionalità, che rappresenta il non plus ultra del liberalismo contemporaneo, come dovrà apparire meschino e puerile fra un secolo, quando nel pensiero della comunanza e della fratellanza naturale, l'uomo si dirà cosmopolita. (Antonio Ghislanzoni)
  • Non è sempre facile dire da dove veniamo e di che nazionalità siamo. La casa è il luogo dove batte il nostro cuore, e non sempre può essere confinata all'interno delle frontiere nazionali. (Harald V di Norvegia)
  • Tu mi parli di religione, lingua e nazionalità: io cercherò di fuggire da quelle reti. (James Joyce)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]