Questa è una voce in vetrina. Clicca qui per maggiori informazioni.

Nikita (serie televisiva 1997, terza stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Nikita (serie televisiva 1997).

Nikita, terza stagione.

Episodio 1, Cercando Michael[modifica]

  • La morte di Dechy e Pierce non è stata accidentale e non lo sarà nemmeno la tua. (Birkoff a Nikita)
  • Ne abbiamo passate di peggiori. (Madeline ad Operations)
  • Nikita: È da un po' che non vedo Michael, è stato trasferito da qualche altra parte?
    Madeline: No.
    Nikita: Allora dov'è?
    Madeline: A casa credo.
    Nikita: A casa...
  • Nikita: Cos'è questa novità della famiglia?
    Michael: Ti spiegherò tutto un'altra volta.
  • Madeline: È vero, all'inizio avevamo intenzione di eliminarti. Ci abbiamo ripensato.
    Nikita: Perché?
    Operations: Non sei più una minaccia per noi.
    Madeline: E il tuo valore di agente operativo rimane alto. È tutto.
  • Nikita: Michael... il tuo matrimonio con Elena, che storia è?
    Michael: È una missione.
    Nikita: Lei è un'operativa?
    Michael: No.
    Nikita: Non sa niente.
    Michael: No, vogliamo arrivare a suo padre.
    Nikita: Stai ingannando quella donna per assicurarti una copertura? Il bambino è tuo?
    Michael: Sì...

Episodio 2, Un'altra vita[modifica]

  • Non so proprio che farei senza di Michael, è una persona stupenda. (Elena a Nikita)
  • Nikita: In tre anni non mi hai mai detto di avere una famiglia.
    Michael: Avrei voluto, ma è una missione di massima segretezza.
    Nikita: Capisco che tu abbia ricevuto degli ordini ma... non so proprio come tu ci sia riuscito!
  • Nikita: Stanotte stavo pensando a Simone. Eri sposato con lei quando tutto questo è cominciato, non è vero?
    Michael: Sì, Simone sapeva di Elena.
    Nikita: È stato difficile per lei?
    Michael: Non lo so, non gliel'ho mai chiesto.
    Nikita: Io avrei voluto che tu me ne parlassi... invece.
    Michael: Avrei voluto poterlo fare.

Episodio 3, Una morte annunciata[modifica]

  • Se lei muore, li uccido tutti! (Michael a Nikita)
  • Operations: Congratulazioni, hai portato a termine quella che tutti consideravano una missione impossibile.
    Madeline: Elena è stata dimessa dall'ospedale, fisicamente sta bene.
    Operations: E ovviamente lei ed Adam saranno assistiti in modo adeguato.
    Madeline: Non preoccuparti, ti terremo informato su di loro. Credo che dovremmo riconoscere il sacrificio che Michael ha affrontato e concedergli una vacanza.
    Operations: Naturalmente.
    Madeline: Puoi andare Michael.

Episodio 4, Ai cancelli dell'inferno[modifica]

  • Il punto è che se chiediamo troppo a Michael potremmo distruggerlo e sarebbe un vero peccato. (Madeline ad Operations)
  • Michael deve stare al passo altrimenti cadrà come qualsiasi altro. Procederemo come programmato, se Michael non ce la farà tanto meglio saperlo subito. (Operations a Madeline)
  • Michael adesso tu devi pensare a te... ti prego. (Nikita a Michael)
  • Lascia stare, tu non gli puoi dare una ragione per vivere, deve trovarla da solo. (Walter a Nikita)
  • Michael? Non c'è bisogno di dire che le tue recenti performance non sono accettabili, questa potrebbe essere la tua ultima chance per tornare ad essere quello che eri. (Operations a Michael)
  • Dubito che in seguito sarà semplice, adesso niente li terrà separati. (Madeline ad Operations)
  • Nikita: Riesco a immaginare come ti senti al pensiero di non vedere mai più Adam, ma non puoi fare così, non qui almeno, c'è qualcosa che posso fare per te?
    Michael: Non c'è.
    Nikita: Parlarne forse aiuta, non puoi tenertelo dentro per sempre.
    Michael: Parlare non mi aiuta.
    Nikita: Se cambi idea sono qui.
    Michael: Grazie...
  • Michael: Perché non mi lasci in pace.
    Nikita: Hai deciso di morire?
    Michael: Che cosa te ne importa?
    Nikita: Sono tua amica.
    Michael: Stai facendo un grosso errore Nikita.
    Nikita: Perché?
    Michael: Perché coloro che mi vogliono bene finiscono sempre male, Simone, Elena, Adam... non percorrere la stessa strada.
    Nikita: Siamo noi che decidiamo la strada da seguire, lo hanno fatto anche loro Michael.
    Michael: Quale scelta ha avuto Adam? Ti ho già fatto soffrire abbastanza, vattene via finché sei in tempo.
    Nikita: Michael, so perfettamente quello che ti hanno obbligato a fare, ma devi ritrovare un motivo per vivere...
    Michael: Dove?
    Nikita: Dove lo cercano tutti.
  • Michael: Tutto bene?
    Nikita: Sì e tu?
    Michael: Sto meglio.
    Nikita: Perfetto, prendiamo un caffè?
    Michael: Perché no?
    Nikita: Andiamo.

Episodio 5, La clonazione[modifica]

  • Muori bastardo! Mi scusi, ho sbagliato persona... (Birkoff ad Operations)
  • Chernov: Ti darò mezzo milione extra per la tua collega.
    Michael: Non è solo una collega, è un'amica.
    Chernov: Oh allora è differente. Un milione...
    Michael: Affare fatto.
    Nikita: Michael... che sta succedendo?
  • Michael: Può essere stata la tua immaginazione.
    Nikita: La mia immaginazione non ha niente a che fare, ho visto l'immagine di me stessa quand'ero piccola, quella ragazzina era me!
    Michael: Humm... La clonazione è impossibile ora, figuriamoci quando sei arrivata in Sezione Uno.
    Nikita: Forse per la Sezione era già possibile non credi? Vieni con me, lo vedrai con i tuoi occhi. Di che hai paura?
    Nikita: So quello che ho visto.
    Michael: Andiamo Nikita.

Episodio 6, Nikolai[modifica]

  • Madeline: Ti piace credere nelle persone, Nikita, devi resistere alla tentazione. Avrai una sola occasione per sedurlo ed ho bisogno di sapere se lo puoi fare.
    Nikita: Lo posso fare.
  • Madeline: Perché non hai portato a termine il lavoro?
    Nikita: L'ho fatto ma lui non era interessato a tradire la moglie.
    Madeline: Ogni uomo è interessato a tradire la moglie, dovevi solo fargli credere che fosse lui a sedurre te, che fosse stata una sua decisione.
  • Michael: Hai sentito?
    Nikita: Di Markali?
    Michael: Era un delinquente dopotutto.
    Nikita: Sì... ma la cosa non mi fa sentire affatto meglio...

Episodio 7, La Replicante[modifica]

  • Normale... siamo tutti innamorati di Nikita. (Walter a Birkoff)
  • Abby: Che cosa fai stasera?
    Michael: Stasera?
    Abby: Siamo liberi, a meno che tu non sia troppo stanco.
    Michael: E tu come stai?
    Abby: Ci sono state altre missioni finite male. Per quello che mi riguarda dovrebbe essere come qualsiasi altra sera fra noi due.
    Michael: Sì, hai ragione.
    Abby: Ci vediamo da me, fra un'ora?
    Michael: Sì, va bene.
  • Birkoff: Nikita, quello ch'è successo tra noi...
    Nikita: Non c'è stato niente tra noi, Birkoff.
    Birkoff: In qualche modo io... credo... insomma eri dall'altra parte, le parlavi e ci ascoltavi, giusto? Dimmi se mi sono reso completamente ridicolo.
    Nikita: Beh, sai una cosa? Quello che posso dire è che sei delizioso.
  • Nikita: È stata convincente?
    Michael: Sì, molto.
  • Nikita: Non è mia abitudine uccidere a sangue freddo.
    Madeline: In questo caso sono certa che vorrai fare un'eccezione. In un certo senso lei ti ha posseduta, nel corpo e nella mente.
    Nikita: Sotto il profilo psicologico, ucciderla è il migliore dei modi per esorcizzarla?
    Madeline: Sì.
    Nikita: Io credo di no.
    Madeline: Certo posso farlo anch'io ma te ne pentiresti. La scelta è tua.

Episodio 8, Radici[modifica]

  • Sono un agente anziano, Michael, anch'io ho le mie fonti, cosa credi? (Nikita a Michael)
  • Nikita: Lo abbiamo strappato a una vita normale, non ne abbiamo il diritto. Facciamo spesso cose del genere, Michael?
    Michael: No... non le facciamo spesso.
  • Nikita: Il reato che ha attirato l'attenzione della Sezione, il reato per cui sono qua, io non l'ho commesso.
    Walter: Potrebbe anche essere vero, ma oramai che differenza vuoi che faccia?
    Nikita: E se avessero montato quell'accusa contro di me, perché loro mi volevano qui?
    Walter: Ma perché?
    Nikita: Già... perché?
  • Michael: Adesso basta giocare Nikita, cosa stai combinando?
    Nikita: Devo sapere perché la Sezione Uno mi ha scelta.
    Michael: Che vuoi dire?
    Nikita: Mi hanno teso una trappola Michael... proprio come hanno fatto con Kruger.
    Michael: Sono passati tre anni, se ti avessero portata qui per un motivo preciso, lo sapresti.
    Nikita: Può darsi, ma può darsi di no. Se non vuoi aiutarmi, ti chiedo almeno di non ostacolarmi. Fallo per me Michael, ti prego.
    Michael: Va bene. Nikita? E se tu scoprissi delle cose poco piacevoli?
    Nikita: Sarebbe sempre meglio... che non sapere niente.

Episodio 10, Libero arbitrio[modifica]

  • Tu sapevi tutto non è vero? Non ti stanchi mai di fare il loro tirapiedi? (Nikita a Michael)

Episodio 11, Roberta[modifica]

  • Michael... sono venuta per ringraziarti, è la cosa più bella che tu abbia mai fatto per me. Grazie. (Nikita a Michael)

Episodio 12, Amare e tradire[modifica]

  • Nikita: Dunque a chi credono?
    Michael: Non lo sanno.
    Nikita: Grazie per essere venuto ma non vedo come tu possa essere d'aiuto.
    Michael: Hanno localizzato Black March, invieranno una squadra. Porterò Crachek qui vivo, dimmi solo quello che vuoi che lui dica.
    Nikita: Voglio che dica la verità, che Mark ha tradito la sottostazione.
    Michael: Bene.
    Nikita: Tu non mi credi, non è così?
    Michael: Io ti credo.

Episodio 13, Oltre il recinto[modifica]

  • Tu non mi servi, ma ti voglio. (Michael a Nikita)
  • Nikita: Michael?... Che c'è?
    Michael: Ce ne andiamo via.
    Nikita: Cosa? Impossibile!
    Michael: Ti spiegherò tutto, vestiti.
  • Nikita: Michael stai scappando perché non hai preso il posto di Zelman?
    Michael: In Sezione o si va avanti o si resta indietro.
    Nikita: Questo lo so Michael, ma non capisco a cosa io ti servo.
    Michael: Tu non mi servi. Ti voglio.
  • Nikita: Non sapevo che avessi passione per la cucina Michael.
    Michael: Ci sono ancora molte cose che non sai di me, è ora che tu le scopra.
  • Nikita: Quanto tempo rimarremo qui?
    Michael: Non sarà mai abbastanza.
    Nikita: Sono contenta d'essere qui con te, vorrei tanto che fosse per sempre...
    Michael: Non possiamo pensare al futuro, godiamoci il presente fino a quando dura...
  • Nikita: Allora Michael?
    Michael: Dobbiamo fare attenzione, dobbiamo essere prudenti.
    Nikita: C'è anche un'altra possibilità, vivere questa notte come fosse l'ultima...
    Michael: Potrebbe benissimo essere così...
  • Nikita: Grazie.
    Michael: La tua cena è stata meravigliosa.
    Nikita: Ma non era buona come quella che hai preparato tu in campagna.
    Michael: Siamo stati bene.
    Nikita: Niente tra noi avviene mai casualmente, dobbiamo accettarlo.
    Michael: Sì purtroppo...

Episodio 14, Realtà in sogno[modifica]

  • Non lo so, forse niente, ma almeno devo provare, non posso lasciare qui queste ragazze, io devo aiutarle. Michael, tu hai una sorella, quando ti hanno arrestato, lei è rimasta sola, se non l'avessero aiutata poteva finire in un posto come questo. (Nikita a Michael)
  • Operations: ...Quello che però vorrei sapere... è che genere di rapporto ho con te. Perché non vuoi ammettere che eri gelosa e che provi ancora qualcosa per me?
    Madeline: Certo che provo qualcosa, rispetto, ammirazione, amicizia.
    Operations: Se capirò che non provi soltanto amicizia, farò cadere la cosa, in caso contrario dovrò lasciare che la burocrazia faccia il suo corso e questo sarebbe molto spiacevole.
    Madeline: Perché dovresti farlo?
    Operations: Nella torre questa sera, dieci in punto!
  • Nikita: Come ci riesci? Come fai a non impazzire? Qual è il segreto?
    Walter: Sapere quando mentire e quando dire la verità.
    Nikita: A loro?
    Walter: A te stessa. La verità è che alla sera vai a letto sapendo che vivi all'inferno.
    Nikita: E la bugia?
    Walter: E ti alzi al mattino pensando che il nuovo giorno potrebbe cambiare tutta la tua vita... riuscirai a scappare, troverai un amore, chiuderanno la baracca e manderanno tutti a casa.
    Nikita: Ma alla sera dovrai affrontare di nuovo la verità.
    Walter: Già, però nel frattempo sarai riuscita a portare a termine qualcosa di veramente notevole, sarai riuscita a portare a termine un altro giorno.

Episodio 15, Prima che io dorma[modifica]

  • ...Sarah, so che ti senti più a tuo agio da sola, stare con gli altri per te è molto faticoso, se sceglierai di restare qui io me ne andrò, ma se vuoi fare qualcosa che aiuterebbe molta gente e salverebbe molte vite... dovresti venire con me. (Madeline a Sarah)
  • Michael: Cosa c'è in me che ti spaventa?
    Sarah: Io credo che... che... forse io... ogni volta, ogni volta che incontro un uomo trovo una motivazione diversa, non che ne abbia incontrati tanti.
    Michael: E questa volta quale motivazione hai trovato?
    Sarah: Sei bello e probabilmente ottieni sempre tutto quello che vuoi dalle donne, quindi non devi essere molto gentile.
    Michael: È la verità.
    Sarah: Hai una fidanzata?
    Michael: No.
    Sarah: Però... sei innamorato, non è vero?
    Michael: Perché me lo chiedi?
    Sarah: Non lo so, hai l'aria di uno che pensa a qualcuno.
    Michael: Non siamo qui per parlare di me.
    Sarah: Credevo che tu fossi qui per farmi sentire a mio agio.
    Michael: È così.
    Sarah: Parlare di te mi fa sentire completamente a mio agio.
    Michael: D'accordo, allora ti parlerò di lei...
  • Michael: Che cosa c'è?
    Nikita: Niente... mi meraviglio sempre quando mi offri il tuo aiuto Michael.
    Michael: Sarah mi piace.

Episodio 16, Ricordo Parigi[modifica]

  • Operations: Sono tutti fuori?
    Michael: Sì.
    Operations: Quanto tempo rimane?
    Michael: Tre minuti.
    Operations: Andiamo.
    Operations: Sei qui da quanti anni, Michael? Sette?
    Michael: Nove.
    Operations: Io sono arrivato qui 24 anni fa.
  • Michael: Una settimana particolare.
    Nikita: Strano modo di definirla, non so ancora se mi ha stupito di più il comportamento di Operations o che tu sia tornato a cena da me, questa sera.
    Michael: Non potevo fare diversamente.
    Nikita: D'accordo. Ma, dimmi, cos'è cambiato?
    Michael: Forse è passato abbastanza tempo.
    Nikita: Forse ne è passato anche troppo, Michael.
    Michael: Io spero di no.
    Nikita: Grazie. Perché adesso sei qui?
    Michael: Perché mi sei mancata.

Episodio 17, Scelte difficili[modifica]

  • Nikita: Buongiorno.
    Michael: Buongiorno.
    Nikita: È così strano... stiamo veramente insieme.
    Michael: Se lo vogliamo sì.
    Nikita: Io lo voglio.
    Michael: Anch'io.
    Nikita: Alla Sezione non piacerà, che cosa faranno?
    Michael: Adesso vedremo.
  • Michael: Mi aspettavo un tradimento da Mintz, non da te.
    Nikita: Che tipo di lealtà vuoi? Cieca obbedienza o un'onesta opinione?
    Michael: Non deludermi Nikita, sei l'unica persona al mondo di cui mi fido.
  • Michael: Questa è la sezione, le missioni vengono portate avanti e la gente muore e a volte le ragioni non sono sempre chiare.
    Nikita: Stai dicendo che sai cose che io non so?
    Michael: Sto dicendo che la discussione è chiusa.
    Nikita: Non ti riconosco più.
    Michael: Sono quello di sempre.
    Nikita: Buona notte Michael.

Episodio 18, Il terzo incomodo[modifica]

  • Tra noi non è finita, noi resteremo insieme. (Michael a Nikita)
  • Michael: Noi dovremmo rimanere insieme.
    Nikita: No, non voglio più.
    Michael: Forse non ti sono piaciuto quando ho dovuto prendere il comando.
    Nikita: Eri una persona diversa.
    Michael: No, ero sempre io, era diverso solo il ruolo, lo facciamo tutti qui, ci aiuta a sopravvivere.
    Nikita: Per me non è una questione razionale, è un fatto di sensibilità...
  • Michael: Devenport è uno in gamba.
    Nikita: Devenport è in gamba per alcune missioni, per altre no.
    Michael: Non ho voglia di parlarne.
    Nikita: Non sei coerente, hai detto che non t'importava, ma t'importa.
    Michael: Mi passerà presto.
    Nikita: Forse non dovresti fartela passare, per te il lavoro ha una grande importanza.

Episodio 19, Birkoff[modifica]

  • Madeline: Birkoff non è pronto.
    Operations: Si arrangerà.
    Madeline: E se dovesse fallire?
    Operations: È un rischio che dovrà correre.
    Madeline: Un operativo del suo livello fallisce nell'80% dei casi.
    Operations: Allora dovrà cercare di smentire le previsioni.
  • Nikita: Pensi davvero questo?
    Birkoff: Sa che Hillinger può fare il mio lavoro. Per lui sono soltanto una delusione.
    Nikita: A lui non piace Hillinger.
    Birkoff: A Operations piace chi fa girare il mondo nella direzione che dice lui, lo conosci, non è mai una questione di simpatia. Hillinger fiuta il sangue, farà di tutto per arrivare fino in fondo.
    Nikita: Non lo perderò di vista.
    Birkoff: Ok, però non perdere di vista neanche me...

Episodio 21, Giocare con il fuoco[modifica]

  • Abbiamo un'ora. (Michael a Nikita)
  • Nikita: Michael stiamo giocando con il fuoco.
    Michael: Lo so.

Episodio 22, Tempo rubato[modifica]

  • Ciao, Nikita. Hai già avuto il tuo incontro con Michael, o ci stavi andando ora? Qualunque sia stato il tuo ultimo incontro con Michael, spero tu abbia avuto il massimo perché sarà stato il tuo ultimo. (Madeline a Nikita)
  • Non gli permetterò di farti questo. (Michael a Nikita)
  • Michael: Non hanno ancora annunciato le nuove missioni.
    Nikita: Quindi non possiamo incontrarci, non avremo il tempo di fare un piano.
    Michael: Se le comunicano subito, c'è ancora una speranza.
    Nikita: Sono in ritardo.
    Michael: Avranno i loro motivi.
    Nikita: Forse siamo noi.
    Michael: Se fosse così ci avrebbero già fermati.
    Nikita: Credo sia meglio rimandare...
    Michael: Staremo insieme, troverò io il modo, adesso vai.
  • Michael: Dimmi che cosa ti hanno fatto?
    Nikita: Niente. Niente.
    Michael: Dimmelo.
    Nikita: Non lo so... Io non me lo ricordo. Basta, è finita, ormai non ti amo più.

Altri progetti[modifica]

Medaglia di Wikiquote
Questa è una voce in vetrina, il che significa che è stata identificata come una delle migliori voci prodotte dalla comunità.
È stata riconosciuta come tale il giorno 4 dicembre 2008.
Naturalmente sono ben accetti suggerimenti e modifiche che migliorino ulteriormente il lavoro svolto.

Segnalazioni · Criteri · Elenco voci in vetrina