Obiettività

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sull'obiettività e sull'oggettività.

  • C'è un'unica obiettività: quella involontaria. (Roberto Gervaso)
  • Chi non è coinvolto vede le cose con più oggettività. (Le situazioni di Lui & Lei)
  • È un concetto astratto se lo si comincia ad analizzare in maniera filosofica, ma è un concetto anche abbastanza semplice se lo si considera col criterio del buonsenso. Tutti sappiamo che si possono distorcere certe notizie e sappiamo bene come non distorcerle. (Ugo Stille)
  • Ho deciso di non nascondere mai le mie personali opinioni sotto l'abituale travestimento retorico della cosiddetta "oggettività" o della semplice esposizione neutrale delle opinioni e delle diverse posizioni storiche e filosofiche. (Costanzo Preve)
  • Il postulato di oggettività è consostanziale alla scienza e da tre secoli ne guida il prodigioso sviluppo. È impossibile disfarsene, anche provvisoriamente, o in un settore limitato, senza uscire dall'ambito della scienza stessa. (Jacques Monod)
  • L'oggettività, o presunta tale, coincide con l'esplicitazione onesta e veridica delle proprie premesse di valore e delle conclusioni che sono state tratte. Questa esplicitazione, a sua volta, è la premessa per un dialogo onesto. Considero dialoghi "onesti" quelli veritativi ed anche quelli procedurali, mentre non mi interessano i dialoghi spettacolari. (Costanzo Preve)
  • L'oggettivo in se stesso è senza significato per il suprematista e le rappresentazioni della coscienza non hanno valore per lui. (Kazimir Severinovič Malevič)
  • Non c'illudiamo d'averlo fatto con quella assoluta oggettività, che rappresenta nel migliore dei casi l'illusione e nel peggiore la truffa di una certa storiografia. L'oggettività assoluta non esiste. (Indro Montanelli e Mario Cervi)
  • Non dire mai: "L'obiettività non esiste". È l'alibi di chi vuole raccontare palle. (Piero Ottone)
  • Per scoprire l'autentica oggettività del mondo l'uomo non deve pensare il mondo come una parte di sé, ma deve sentire se stesso come parte del mondo. (Nicola Abbagnano)
  • Per venire ai commenti specifici, sulla giustizia e sulla crisi da cui oggi è investita gioca soprattutto l'eterogeneità ideologica e politica. In tempi recenti si è fatta strada l'idea perniciosa che non esiste e non può esistere una giustizia «obiettiva», che l'elemento ideologico è inevitabilmente presente in tutti gli uomini in quanto animali sociali e quindi anche nei giudici; così stando le cose, è necessaria una «scelta di campo», anche nell'amministrare la giustizia.
    Come tutte le idee perniciose, anche questa ha una parte di verità. In quanto membro di una società ed anzi in quanto membro di una classe o di una categoria sociale, ciascuno di noi non può andare esente da condizionamenti ideologici. Ma se la rigorosa obiettività non è possibile, un uomo civile e soprattutto giudice deve rifuggire dal bieco settarismo, deve fare ogni sforzo per tenere sotto controllo le sue preferenze ideologiche e cercare di essere intellettualmente onesto. (Paolo Sylos Labini)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]