Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio

Immagine Lino Banfi.JPG.
Titolo originale

Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1983
Genere commedia
Regia Sergio Martino
Sceneggiatura Mario Amendola, Franco Bucceri, Bruno Corbucci, Romolo Guerrini, Roberto Leoni, Sergio Martino, Franco Verrucci
Produttore Luciano Martino
Episodi
  1. Il pelo della disgrazia
  2. Il mago
Interpreti e personaggi
  1. Il pelo della disgrazia
  2. Il mago
Doppiatori italiani

Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio, film italiano del 1983, con Lino Banfi e Johnny Dorelli, regia di Sergio Martino.

Frasi[modifica]

  • Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio, ego me baptizzo contro il malocchio. [sputa nella vasca] E con il peperoncino e un po' d'insaléta ti protegge la Madonna dell'Incoronéta; con l'olio, il sale, e l'aceto ti protegge la Madonna dello Sterpeto; corrrrrno di bue, latte screméto, proteggi questa chésa dall'innominéto. (Altomare)
  • I not look albero ho dat' una capoccèta che sembravo Falcão. (Altomare) [Parlando con Helen]
  • Perché è molto brutto per un uomo come me vivere da solo: I sleep alone tonight. (Altomare) [Parlando con Helen]
  • Quella è la iella dell'innominéto che colpisce come una punizione di Zico! Arriva ad effetto all'improvviso! (Altomare)
  • Giovaaaannaa amore sto mele.. La bomba di Hiroshima è un tric-trac difronte alla disgrezia nostra (Altomare)

Dialoghi[modifica]

  • [Secca Altomare sta dal Re dell'occulto per un rito e sta con il braccio alzato]
    Re dell'occulto: Fissami, mi stai fissando?
    Altomare: Sto cerchendo perché lei c'ha un pò di strabismo... ma devo stare molto così professore perché c'ho l'artrosi cervicale che mi tira il nervo.
    Re dell'occulto: Se la maledizione vuoi sortire qualcosa devi patire... comunque abbass
    Altomare: Grazie.
  • Carluccio: Ciao vecchio!
    Altomare: N'altra volta! Te l'ho detto mille volte di non chiamarmi vecchio che mi fa incazzare, va bene?
    Carluccio: Non è l'età che conta! Ma che fa la tua generazione? Chi siete? Che volete?
    Altomare: Ma perché, tu chi sei? Che vuoi tu?
    Carluccio: Io sono nichilista!
    Altomare: No, tu sei casinista! E la prossima volta che vieni dentro il bagno di mia figlia... Mi devi cercare permesso a me! Capito? Tiè, tiè zagara, ou!
    Mariella: Vuoi dire qualcosa scusa?
    Altomare: Meglio sorvolare però avverti il nichilista che mi ha annichilito tutto il bagno e ci vuole l'acido muriatico!
    Mariella: Ok baby baby, come on baby.
    Altomare: Questo mi sta sulla punta dell'esofago a me, sulla punta!
  • Altomare: Dove state andando voi?
    Carluccio: Andiamo a goderci gli ultimi attimi di pace. Il mondo sta per finire, uomo!
    Altomare: Però la sera, uomo, vieni sempre a casa mia! A sbafacchière e mangiare! Tre bistecche alla volta ti fotti, uomo!
    Mariella: Papà! Perché me lo tratti così, perché?
    Altomare: Perché mi sta antipètico, è grosso!
    Giovanna: Non fare così! E se gli viene un trauma?
    Altomare: Ma che me ne frega del trauma! Uomo? Fermati. No, te lo devo dire, ce l'ho sulla punta dei polmoni: io ti odio a te! Hai capito? È un fatto di pèlle.
    Carluccio: In senso epidermico?
    Altomare: No, di pèlle, di rottura di pèlle! M'hai rotto le pèlle, va bene?
    Mariella: Vieni! Lascialo perdere!
    Altomare: Aaah! Mi sento meglio, mi sono liberèto adesso!
  • Altomare: A la mia mamma farebbe tanto piacere che io mi maritassi...
    Helen: Maritozzi?
    Altomare: Sì con la panna...
  • [Altomare si butta per terra con Helen cercando di baciarla nella casa di lei ancora in costruzione]
    Helen: Attento a calcestrunzo!
    Altomare: Strunzo a chi?
    Helen: Calcestrunza!
  • Corinto Marchialla: Voi non bevete?
    Altomare: Veramente siamo tutti analcolici in famiglia.
  • [Altomare è con la moglie di Corinto Marchialla nella casa di quest'ultimo quando suona il telefono...]
    Ludovica: Lascialo suonare, sarà per mio marito...
    Altomare: E appunto... se è una cosa di tuo marito è una catastrofe, un maremoto, un terremoto del nono grado della scala Marchiella...
  • [nella casa di Altomare tutti gridano]
    Giovanna: Aaaaaaaaaaah! La sventura si è abbattuta su questa casa come nella 128ª puntata di Falcon Crest.
    Altomare: Ah, e ci sò volute 128 puntéte di Crost e crest come chézzo si chiema! Per capire la iella di questa chésa!
  • [Altomare e il Maestro]
    Altomare: Sì ma come faccio a trovare questo pelo irto e setoso, mica è fecile?
    Maestro: So' cazz' r'i tuoi!
    Altomare: Ah, adesso è chièro !
  • [mentre Altomare è intento a depilare Corinto Marchialla svenuto]
    Helen: Altomare... Quest'uomo peloso è tua mamma? Tu essere gay, ricchiona! Ecco perché non volere fare l'amore con me...
    Altomare: Ma quale ricchiona?
  • Altomare: Madonna Santissima dell'Altomare, tutta la iella buttala a mare; San Sabino di Canosa, fa che non mi succeda qualche altra cosa: occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio.
    Passante: Finocchio a chi scusi?
    Altomare: Sto parlando da solo, cosa vuole?
  • Secca: Poverina, lei è figlia della guerra!
    Altomare: No, lei è figlia di puttena!"
  • [Altomare sta litigando con la figlia e il fidanzato dopo che Carluccio è entrato a casa in piena notte]
    Carluccio: Ti sta bene, vecchia scoria della borghesia, obsoleto!
    Altomare : "Obsoleto" m'ha detto a me?
    Carluccio: Sì, obsoleto!
    Altomare: Me l'ha detto un'altra volta! "Obsoleto" mi dice questo continuamente. Io ti spezzo la carotide, maledetto disgrazièto, ti scortico vivo!
    Giovanna: Su, vieni via.
    Altomare: "Obsoleto", Che chèzzo significa "obsoleto"?

Altri progetti[modifica]