Operazione diabolica

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Operazione diabolica

Immagine Seconds 1966 Logo.png.
Titolo originale

Seconds

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1966
Genere thriller, fantascienza, drammatico
Regia John Frankenheimer
Soggetto David Ely (romanzo)
Sceneggiatura Lewis John Carlino
Produttore John Frankenheimer, Edward Lewis
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Operazione diabolica, film statunitense del 1966 con Rock Hudson, regia di John Frankenheimer.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ci sono tante altre cose da fare, signor Wilson, ma mi consenta dirlo: la scelta del tipo di morte può essere la più importante decisione della sua vita. (Ruby)
  • Vede, la pittura offre uno sfogo al suo fondamentale bisogno creativo, le permette di vivere in un ambiente in cui tutte le sublimazioni sono possibili. (Davalo)
  • Lei non dovrà più dimostrare niente, a nessuno. Lei... è già arrivato. A lei, ormai sarà tutto permesso. (Davalo)
  • Oceano, ti amo! Tu sei bello! Sei meraviglioso! ...e così saggio! Conosci tutte le risposte! (Nora)
  • Tutto è diverso ora. Forse perché io sono diversa. (Nora)
  • Sì, le cose belle accadono sempre con la pioggia. (Nora)
  • Io dipingo nudo, [...] è l'unico modo per raggiungere la verità. (Antiochus)
  • Era un uomo molto chiuso. La cosa che ricordo soprattutto di lui, sono i suoi silenzi. Era come se stesse continuamente ascoltando qualcosa dentro di lui, una specie di voce. Con me non ne ha mai parlato, quindi non ho mai saputo cosa fosse. Oh, era un brav'uomo, ma... viveva qui come un estraneo. Voglio dire, non partecipava alla vita familiare, era assorbito da altri interessi, soprattutto dal suo lavoro, e divenne sempre più distante. Aveva sempre un'espressione negli occhi, come se stesse cercando il modo di esprimere qualcosa. Non so cosa, forse una protesta contro tutto quello a cui aveva sacrificato i suoi sogni. Non ho mai capito cosa volesse, e credo che non lo abbia mai saputo nemmeno lui. Aveva lottato tanto per quel che gli avevano insegnato a desiderare, e quando lo ebbe ottenuto divenne sempre più scontento e i suoi silenzi più lunghi. Non parlavamo mai di queste cose. Vivevamo in un'educata indifferenza, fisica e morale. Vede, Arthur era morto molto tempo prima che succedesse quella disgrazia. (Emily)
  • Quanti anni ho passato a cercare di raggiungere tutte le cose che mi era stato detto che erano importanti, che mi avevano insegnato a desiderare! Cose, cose... non persone, o sentimenti... solo cose! (Antiochus)
  • La vita è fatta di desideri, e si deve continuare ad inseguirli. Non ci si deve arrendere e permettere che gli sbagli distruggano il sogno. (Il vecchio)
  • E ricordati, figliolo, si deve continuare a lottare per raggiungere il sogno. Gli errori ci insegnano la strada. Niente va perduto, ricorda! (Il vecchio)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Nora: È scritto tutto sul suo volto. [...] Ci sono della bellezza e della forza nelle linee e nei colori, [...] premono per liberarsi da qualcosa di amorfo... un tentativo incompiuto, come... come se... da qualche parte in quest'uomo esistesse ancora una porta chiusa.
    Antiochus: Lei è una vera indovina.
    Nora: No, affatto. Se ci pensa bene, quel che ho detto si applica a chiunque.
  • Il vecchio: Speravo proprio che tu ce la facessi a realizzare i tuoi sogni.
    Antiochus: Forse... non ho mai avuto nessun sogno.

Citazioni su Operazione diabolica[modifica]

  • Connubio di satira sociale e fantascienza [...], è uno dei film chiave degli anni Sessanta per la sua capacità di rompere con i generi tradizionali hollywoodiani e aprire il cinema a nuove forme espressive. (Il Mereghetti)
  • È, in una certa misura, il patto di Faust aggiornato alla moderna tecnologia. L'idea originale è di un romanzo di David Ely, sapientemente sceneggiato da Lewis John Carlino. Come con la fantapolitica di Va' e uccidi (1962), Frankenheimer è a suo agio con la fantasociologia; gli dà una mano con un suggestivo bianconero il vecchio James Wong Howe, operatore di merito. Finale allucinante, attaccare le cinture. (il Morandini)

Altri progetti[modifica]