Oste

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sull' oste e sull' osteria.

  • Vista ch'ebbe la guida, – maledetto! – disse tra sé: – che tu m'abbia a venir sempre tra i piedi, quando meno ti vorrei! – Data poi un'occhiata in fretta a Renzo, disse, ancora tra sé: – non ti conosco; ma venedo con un tal cacciatore, o cane o lepre sarai: quando avrai detto due parole ti conoscerò. – Però, di queste riflessioni nulla trasparve sulla faccia dell'oste. (Alessandro Manzoni)
  • Le osterie sono un bene universale. (Ersilio Tonini)

Modi di dire italiani[modifica]

  • Chiedere all'oste se il vino è buono.
  • Far i conti senza l'oste.

Proverbi[modifica]

Italiani[modifica]

  • Bella ostessa, brutti conti.
  • Carezze di cane, di sgualdrine e invito di oste, non è poco quello che costano.
  • Chi fa i conti senza l'oste, gli convien farli due volte.
  • Chi va all'osteria perde il posto e la via.
  • La buona osteria non ha bisogno di insegne.
  • Le disgrazie sono come le tavole degli osti: cioè sempre pronte.
  • Non domandare all'oste se ha buon vino.
  • Ogni osteria ha la sua malizia.
  • Oste antico, nemico moderno.
  • Oste di contado, assassino o ladro.
  • Oste nemico è tutt'uno.
  • Quando l'oste sta sulla soglia della porta fa cattivi affari.

Bergamaschi[modifica]

  • Pöta da ostér, caala da malghéss, aca da urtulana, porca da mulenér, lassàghele a chi gh'j-à.

Toscani[modifica]

  • Chi ha accordato l'oste, può andare a dormire.
  • Chi ha buona cantina in casa non va pel vino all'osteria.
  • Il furfante in ogni luogo trova tre cose, osteria, prigione e spedale.
  • In chiesa co' santi, e in osteria co' ghiotti.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Altri progetti[modifica]