PJ Harvey

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
PJ Harvey

Polly Jean "PJ" Harvey (1969 – vivente), cantautrice e musicista britannica.

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Rid of Me[modifica]

Etichetta: Island Records, 1993, prodotto da Steve Albini.

  • Legati a me. | A nessun altro. | Non ti sbarazzerai di me.
Tie yourself to me. | No one else. | No, you're not rid of me. (da Rid of Me, n. 1)
  • Devo alleviare | il mio mal di testa. | Lo sai? | Non c'è altra soluzione che tagliarti le gambe, oh... | Oh... | Hai mai desiderato che morissi? | Oh mio giovane amore, oh testa febbricitante. | No, non puoi, non puoi andartene. | Come potrai camminare di nuovo? E io, | io potrei anche essere morta. | Ma potrei ucciderti invece.
Got to | ease my aching head. | Do you know? | No other way cut off your legs, oh... | Oh... | Did you ever wish me dead? | Oh lover boy, oh fever head? No you must, | no you must not go away. | How will you ever walk again? And I, | I might as well be dead. | But I could kill you instead... (da Legs, n. 3)
  • Ti dirò il mio nome: "F" "O" "T" "T" "I"! | Regina alta 15 piedi. | Uragano forza dieci. | La donna più grande che ci sia. | Potrei avere dieci figli, | dieci dei | dieci regine. | Alti dieci piedi e più.
Tell you my name: | "F" "U" and "C" "K"! | 50ft queenie. | Force ten hurricane. | Biggest woman. | I could have ten sons, | ten gods, ten queens. | Ten foot and rising. (da 50ft Queenie, n. 8)
  • Tu, serpe, | hai strisciato | tra le | mie gambe | dicendo "Vuoi | tutto? | È tuo, | ci puoi scommettere. | Ti renderò | la regina | di tutto. | Non c'è | bisogno di Dio, | non c'è | bisogno di lui. | Prendi la | mia mano, | sarai la | mia sposa. | Cogli il frutto. | Mettilo | dentro." | Tu, serpe, | tu, cane, | tu, falso, tu, bugiardo, | mi sono bruciata | le mani, | sono tra | le fiamme.
You, snake, | you, crawled | between | my legs, | said "Want | It all? | It's yours, | You bet. | I'll make | you queen | of everything. | No need | for God. | No need | for him. | Just take | my hand. | You'll be | my bride. | Just take | that fruit. | Put it | inside". | You, snake, | you dog, | you, fake | you, liar, | I've burned | my hands. | I'm in | the fire. (da Snake, n. 13)

Let England Shake[modifica]

Etichetta: Universal, 2011, prodotto da PJ Harvey, John Parish, Mick Harvey e Flood.

  • L'Ovest è addormentato. Lasciate che l'Inghilterra si scuota | appesantita da morti silenziose. | Ho paura che il nostro sangue non si risolleverà di nuovo. | I giorni felici dell'Inghilterra sono finiti. | Un altro giorno, Bobby, perché tu torni a casa | a dirmi che l'indifferenza ha trionfato.
The West's asleep. Let England shake, | weighted down with silent dead. | I fear our blood won't rise again. | England's dancing days are done. | Another day, Bobby, for you to come home | and tell me indifference won. (da Let England Shake, n. 1)
  • Lasciatemi vedere la notte calare sul fiume, | la luna sorgere e trasformarsi in argento, | il cielo muoversi | l'oceano brillare | la siepe scuotersi | l'ultima rosa vivente tremare...
Let me watch night fall on the river, | the moon rise up and turn to silver, | the sky move | the ocean shimmer | the hedge shake | the last living rose quiver... (da The Last Living Rose, n. 2)
  • E qual è il glorioso frutto della nostra terra? | Il suo frutto sono bambini deformi. | Qual è il glorioso frutto della nostra terra? | Il suo frutto sono bambini orfani.
And what is the glorious fruit of our land? | Its fruit is deformed children. | What is the glorious fruit of our land? | Its fruit is orphaned children. (da The Glorious Land, n. 3)
  • La morte era nell'antica fortezza | protetta da un milione di proiettili | dai cannonieri, che aspettavano nei boschi | con i cuori che minacciavano di esplodere | mentre avanzavamo nel sole | la morte era in tutto e tutti...
Death was in the ancient fortress | shelled by a million bullets | from gunners, waiting in the copses | with heart that threatened to pop their boxes | as we advanced in the sun | death was all and everyone... (da All and Everyone, n. 5)
  • La morte era dovunque | nell'aria | e nei suoni | provenienti dai tumuli | di Bolton's Ridge. | L'ancoraggio della morte. | La morte era nel sole accecante | che fissava su tutti i suoi occhi. | Faceva tremare le ossa dei Cavalieri della Luce | che giacevano ancora lì fuori | mentre noi, avanzando sotto il sole, cantavamo "Morte a tutto e a tutti"...
Death was everywhere, | in the air | and in the sounds | coming off the mounds | of Bolton's Ridge. | Death's anchorage. | Death was in the staring sun, | fixing its eyes on everyone. | It rattled the bones of the Light Horsemen | still lying out there in the open | as we, advancing in the sun | sing "Death to all and everyone"... (da All and Everyone, n. 5)
  • Il profumo di timo portato dal vento | e ti sbatte in faccia e ti costringe a ricordare | che la natura crudele ha vinto di nuovo. | Sulla collina di Battleship costellata di trincee | rimane appeso come un odore questo odio, | ancora oggi, ottant'anni dopo. | La natura crudele...
The scent of Thyme carried on the wind | stings your face into remembering | that nature has won again. | On Battleship Hill's caved in trenches | a hateful feeling still lingers, | even now, eighty years later. | Cruel nature... (da On Battleship Hill, n. 6)
  • La terra torna a essere ciò che è sempre stata, | l'odore di timo portato dal vento | e le montagne tutte storte e sporgenti, | spaccate come i denti in una bocca marcia, | sulla collina di Battleship sento il vento | che dice "la natura crudele ha vinto di nuovo"...
The land returns to how it has always been. | The scent of Thyme carried on the wind. | Jagged mountains, jutting out, | cracked like teeth in a rotten mouth. | On Battleship Hill I hear the wind, | say "Cruel nature has won again"... (da On Battleship Hill, n. 6)
  • Ci siamo svegliati presto | ci siamo lavati la faccia | abbiamo camminato nei campi | e piantato delle croci. | Abbiamo attraversato | queste montagne maledette | diretti verso l'inferno | e alcuni di noi sono tornati | e altri no.
We got up early, | washed our faces, | walked the fields | and put up crosses. | Passed through | the damned mountains, | went hellwards, | and some of us returned, | and some of us did not. (da In the Dark Places, n. 8)
  • Alza il binocolo | alzalo e guarda, vedrai | i soldati in formazione | la terra umida sotto i loro piedi | mentre sollevano i loro fucili. | Le giovani mogli con le mani bianche | dicono addio. | Le braccia come rami amari | che si disperdono nel mondo.
Hold up the clear glass to see. | Hold up the clear glass and look through; | soldiers standing in formation, | the damp earth underneath, | holding their rifles high. | Their young wives, with white hands | wave goodbye. | Their arms as bitter branches | spreading into the white world. (da Bitter Branches, n. 9)
  • Walker osserva la nebbia salire | sulla terra di nessuno | vede davanti a sé | una landa deserta e devastata | non ci sono campi o alberi | né fili d'erba | solo fantasmi non sepolti | sospesi al filo spinato...
Walker sees the mist rise | Over no man's land | He sees in front of him | A smashed up waste-ground | There are no fields or trees | No blades of grass | Just unburied ghosts | Hanging in the wire... (da Hanging in the Wire, n. 10)
  • Ho parlato a un vecchio | accanto al generatore | seduto sulla ghiaia | in riva a un fiume fetido, | si è voltato verso di me | ha guardato il panorama | e poi mi ha detto "La guerra è qui, | nella nostra amata città".
I talked to an old man | by the generator | standing on the gravel | by the fetid river | He turned to me | then surveyed the scene, | said, "war is here | in our beloved city." (da Written on the Forehead, n. 11)
  • Alcuni si sono tuffati nel fiume | e hanno tentato di scappare a nuoto | attraverso diecimila tonnellate di liquami, | il destino scritto in faccia. | Palme, aranci | e alberi di mandarino | e occhi che piangevano | per tutto.
Some dove in the river | and tried to swim away| through 10.000 tonnes of sewage, | fate written on their foreheads, | date palms, orange | and tangerine trees, | and eyes were crying | for everything. (da Written on the Forehead, n. 11)
  • È ancora lassù su quella collina | vent'anni su quella collina | nient'altro che un mucchio d'ossa | ma ancora penso a lui. | E se me lo chiedessero racconterei | del colore della terra quel giorno | era spenta e rosso-bruno | "il colore del sangue", direi.
He's still up on that hill. | 20 years on that hill. | Nothing more than a pile of bones, | but I think of him still. | If I was askes I'd tell | the colour of the earth that day; | it was dull and browny-red | "the colour of blood" I'd say. (da The Colour of the Earth, n. 12)

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]