Pasta

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Un piatto di pasta

Citazioni sulla pasta e pastasciutta.

  • A cena, per cominciare, un brodo ristretto, come re Nasone di Napoli, con la tempesta. C'è anche la tempestina, più piccola, ma non va bene. Tempesta, in lombardo, vuol dire grandine. È la forma della pasta, e influisce sul suo sapore. I bucatini hanno un sapore diverso dagli spaghetti, i rigatoni... Sto divagando. (Aldo Buzzi)
  • L'unità d'Italia, sognata dai padri del risorgimento, oggi si chiama pastasciutta; per essa non si è versato sangue, ma molta pummarola. (Cesare Marchi)
  • Mamma butta la pasta! (Dan Peterson)
  • Mənar'a pastə.[1] (modo di dire tarantino)
  • Qualsiasi pastasciuttaro che consulti la propria coscienza onestamente al momento di ingurgitare la sua biquotidiana piramide di pastasciutta, vi troverà dentro la triste soddisfazione di tappare con essa un buco nero. Questo buco avido è una sua incurabile tristezza. S'illude, ma non lo tappa. Soltanto un pranzo futurista può rallegrarlo. (Filippo Tommaso Marinetti)
  • Quando un italiano mi dice che c'è della pasta sul mio piatto, controllo sotto la salsa per esserne sicuro. (Alex Ferguson)
  • – Tutto dovrebbe essere negoziabile.
    – Anche i ristoranti?
    – Ma certo. Ti pare che non può oscillare il prezzo della pasta? Tutti gli amidi sono una truffa!
    – Soprattutto quegli ziti con quel grande buco. (Seinfeld)
  • Ricordavo improvvisamente quando ero allievo ufficiale, tanti anni fa, tagliatelle al burro e tartufi neri grattugiati, la domenica naturalmente, in libera uscita, su all'albergo italia, nella città alta, dopo la messa in caserma, obbligatoria per tutti, anche i non credenti. (Aldo Buzzi)

Note[modifica]

  1. «Lanciare la pasta.» Versare la pasta nell'acqua bollente.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]