Psicologia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
La lettera greca psi, simbolo della psicologia

Citazioni sulla psicologia.

Citazioni[modifica]

  • Adesso va di moda la psicologia, quindi, se sei sposato e vai a letto con un'altra, è perché tua madre ti trascurava, oppure per mancanza di autostima. L'ipotesi che tu ci vada perché l'altra è una bella gnocca non li sfiora neanche. (Marco Presta)
  • Datemi una dozzina di bambini normali, ben fatti, e un ambiente opportuno per allevarli e vi garantisco di prenderne qualcuno a caso e di farlo diventare qualsiasi tipo di specialista, che io volessi selezionare: dottore, avvocato, artista, commerciante e perfino accattone e ladro, indipendentemente dalle sue attitudini, simpatie, tendenze, capacità, vocazioni. (John Watson)
  • Fondamento dell'economia politica ed in generale di ogni scienza sociale è evidentemente la psicologia. (Vilfredo Pareto)
  • I processi di una persona sono psicologicamente canalizzati in funzione dei modi attraverso i quali essa anticipa gli eventi. (George Kelly)
  • Il metodo psicologico è molto più difficile e, in più, è spesso molto deludente perché seguendo il metodo psicologico un uomo spesso si rende conto di non capire nulla e che non sa cosa fare. (Pëtr Dem'janovič Uspenskij)
  • Io non posso fare esperienza della tua esperienza. Tu non puoi fare esperienza della mia esperienza. Siamo entrambi persone invisibili. Ogni uomo è invisibile all'altro. Esperienza questa che si è soliti chiamare Anima. L'esperienza come invisibilità dell'uomo per l'uomo è allo stesso tempo la sola evidenza. Solo l'esperienza è evidente. L'esperienza è la sola evidenza. La psicologia è il logos dell'esperienza. La psicologia è la struttura dell'evidenza, e perciò la psicologia è la scienza delle scienze. (Ronald Laing)
  • La psicologia degli esseri umani è parte della psicologia degli animali in generale. (Gareth Matthews)
  • La psicologia è definita dal suo specifico oggetto di studio, complesso e indagabile da differenti prospettive, con metodi tra di loro molto diversi; pertanto non costituisce un'unica disciplina, ma un insieme di scienze molteplici e differenziate; la scientificità di ognuna è affidata alla struttura e alla coerenza dello specifico metodo. (Antonio Imbasciati)
  • La psicologia ha un lungo passato, ma una storia breve. (Hermann Ebbinghaus)
  • La psicologia occidentale si è accorta solo di recente della dimensione onirica. In realtà, solo con Freud i sogni sono diventati importanti. Ma presso gli hindu questa è una delle idee più antiche: non puoi conoscere davvero una persona se non sai cosa sta facendo nei suoi sogni. (Osho Rajneesh)
  • La psicologia può essere una scienza della mente? (Burrhus Skinner)
  • La psicologia si occupa dei "giochi" della mente, studia le partite che le persone giocano fra loro e le neuroscienze studiano i mezzi con cui giocare: un bastone può servire al battitore per colpire la palla che il lanciatore gli lancia in una partita di baseball, ma lo stesso bastone può servire a qualcun altro per rompere la faccia di un amico. (Luciano Mecacci)
  • Le facoltà di psicologia pullulano di personalità mediocri. (Hannibal)
  • Le guerre psicologiche non finiscono mai: esistono soltanto il presente e una fiducia precaria nella tua capacità di evolvere. Non è un'arena nella quale chi è insicuro può cercare certezze assolute e non ci sono vittorie definitive. Si tratta di un cambiamento vivo, pieno dell'instabilità e del caos della nostra personalità, un passo avanti e due indietro. (Bruce Springsteen, Born to Run)
  • Mai la psicologia potrà dire la verità sulla follia, perché è la follia a detenere la verità della psicologia. (Michel Foucault)
  • Non sembra che ci sia altra scienza, se non la psicologia, per la cui comprensione occorra richiamarsi così direttamente alla vita, spesso drammatica, dei suoi protagonisti. (Luciano Mecacci)
  • Ogni psicologia che sceglie come sua meta l'anima deve parlare in termini immaginativi. (James Hillman)
  • Perciò la psicologia occidentale in realtà è solo terapeutica, è solo una branca della medicina. Cerca, ti aiuta a riadattarti. Non è un andare oltre. Lo sforzo orientale è diretto a trascendere la mente, perché per noi non esistono malattie mentali, ricordalo! Anzi, la mente è la malattia. Per la psicologia occidentale la mente non è la malattia. (Osho Rajneesh)
  • Una psicologia con poco spazio per l'immaginazione ha poco spazio per le immagini che governano la nostra vita.
    Trascurando le immagini, essa diviene, volente o nolente, un moralismo, si concentra sulla ragione e sulla volontà, il vecchio io. Ecco quindi la psicologia ossessionata da un'unica idea esagerata: l'uomo, un'ideologia che nasce dall'eroe della Riforma, sordo a ogni richiamo che non sia quello della tromba, che lottando si fa strada tra scelte binarie e avanza, responsabile e impegnato, verso la luce, ricacciando via da sé l'anima e l'oscurità. (James Hillman)

Carl Gustav Jung[modifica]

  • Come tutte le scienze, anche la psicologia ha attraversato un periodo scolastico-filosofico che in parte dura ancora, ai nostri giorni. A questo tipo di psicologia filosofica va mosso il rimprovero di decidere ex catedra come debba essere l'anima e quali caratteristiche le debbano spettare nella vita terrena e in quella ultraterrena. Lo spirito dello studio moderno della natura ha in gran parte sgombrato il campo da queste fantasie e le ha sostituite con un metodo empirico esatto. Da ciò è nata l'attuale psicologia sperimentale o «psicofisiologia», come dicono i francesi.
  • Il punto di vista moralistico del nostro tempo vuole naturalmente sapere sempre se la tal cosa sia dannosa o utile, se sia giusta o ingiusta. Una vera psicologia non può darsi pensiero di ciò; le basta sapere come sono le cose in sé e per sé.
  • L'ipotesi che esista una sola psicologia o un solo principio psicologico fondamentale costituisce un'intollerabile tirannia derivante dal pregiudizio pseudoscientifico dell'uomo normale. Si parla sempre dell'uomo e della sua "psicologia", che viene ridotta costantemente a un "null'altro che". [...] L'umanità deve rassegnarsi all'esistenza di questi due tipi, ed evitare assolutamente di concepire l'un tipo come un fraintendimento dell'altro e di voler sul serio ridurre un tipo all'altro come se ogni diversità di natura fosse da valutarsi solo in funzione della natura di uno dei due tipi.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]