Ronaldinho

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Ronaldinho, 2006

Ronaldo de Assis Moreira, meglio noto come Ronaldinho (1980 – vivente), calciatore brasiliano.

Intervista di Roberto Beccantini, Ronaldinho: "Le punizioni? Del Piero calcia meglio di me", La Stampa, 12 dicembre 2008
  • [Alessandro Del Piero] Il mio idolo. [Lui calcia le punizioni meglio di me] E non lo dico così per dire. Io sono bravo dal limite, soprattutto. Ale, anche da più lontano. Colpisce la palla in modo tale che ne escono traiettorie forti, strane. Penso a quella che rifilò allo Zenit. Calcia con un effetto "muy raro", fossi un portiere non saprei dove piazzarmi.
  • Sissoko. Una montagna di muscoli. Il simbolo del centrocampo juventino. Gli attaccanti, Del Piero compreso, gli devono molto.
  • [Gennaro Gattuso] Il suo cuore, il suo coraggio hanno contribuito a forgiare la leggenda del Milan. Di tipi così, in giro ne ho visti pochi. Però il Milan è il Milan: troveremo un altro Gattuso.
  • [...] In Spagna si pensa più a passare la palla e da voi a difenderla [...].
  • [Sulle tifoserie] Non pensavo che si potesse essere più caldi dei catalani. Invece i milanisti lo sono.
  • I giornalisti sono tutti uguali, fanno pressing, non hanno mezze misure. Dipende da noi.
  • I soldi, nelle mie scelte, vengono dopo.
  • Di solito, in Brasile erano i più scarsi a giocare in porta. Poi qualcosa è cambiato. Con Taffarel il mondo ha cominciato ad assaggiare la nostra scuola. Ha fatto da apripista. Dida, Julio Cesar e Doni sono "figli" della bontà del suo lavoro di pioniere.
  • Saudade o non saudade, se non sei felice sono cavoli amari.
  • [Il Barcellona] L'ho lasciato in buone mani e in buonissimi piedi.

Citazioni su Ronaldinho[modifica]

  • Certo non è più quello che abbiamo ammirato a Barcellona tra il 2004 e il 2005. D'altra parte ha quasi trentuno anni. Però tecnicamente rimane impressionante. (Cristiano Ronaldo)
  • Dinho era un genio e non solo in campo. Il giorno in cui non si sentiva felice non giocava bene. Spesso però arrivava nello spogliatoio sorridente e felice mi diceva: 'Samuel, come ti senti?'. Se gli rispondevo anch'io 'bene', lui replicava: 'Perfetto, andiamo a vincere'. (Samuel Eto'o)
  • Lui è stato uno dei giocatori più forti della storia del Barça ed è anche un ragazzo a posto. (Lionel Messi)

Altri progetti[modifica]