Scappo dalla città - La vita, l'amore e le vacche

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Scappo dalla città – La vita, l'amore e le vacche

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

City Slickers

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 1991
Genere commedia
Regia Ron Underwood
Sceneggiatura Lowell Ganz, Babaloo Mandel
Produttore Billy Crystal
Interpreti e personaggi
Note

Vincitore di un premio Oscar (1992):

Scappo dalla città – La vita, l'amore e le vacche, film statunitense del 1991, regia di Ron Underwood.

Frasi[modifica]

  • Hai notato che più invecchi e più le tue ragazze diventano giovani? Tra un po' esci con uno spermatozoo. (Mitch)
  • Quello è il tipo più duro che abbia mai incontrato in vita mia. Avete visto che faccia di cuoio che ha? Se non fosse per gli occhi sembrerebbe una bisaccia! (Mitch) [parlando di Curly]
  • I cowboy fanno una vita diversa, quando c'erano ancora i cowboy, siamo una razza morente! Ma per me significa ancora qualcosa. Un paio di giorni e porteremo la mandria oltre il fiume e attraverso la vallata. [ridacchia] Non c'è niente come guidare una mandria. (Curly) [a Mitch]
  • Per fare l'amore le donne cercano una ragione, agli uomini basta un letto. (Mitch)

Dialoghi[modifica]

  • Ed: Qual è stato il giorno più bello della tua vita?
    Phil: Il giorno del mio matrimonio.
    Ed: E il più brutto?
    Phil: Da allora tutti, nessuno escluso.
  • Ed: Avevo quindici anni e mia madre e mio padre stavano litigando, perché lei lo aveva beccato con un'altra. Quella volta la tizia era venuta addirittura sotto casa a prenderlo. E finalmente capii che lui non tradiva solo mia madre, tradiva anche noi. Così gli parlai. Gli dissi: "Sei un cattivo padre. Non ti vogliamo bene. Ci sono io per mia madre e mia sorella, tu non ci servi più." Lui fece il gesto di colpirmi, ma io non mi mossi. Girò sui tacchi e se ne andò. Non c'ha più dato fastidio. Ma io mi occupai di mia madre e di mia sorella da quella sera. Fu il mio giorno più bello.
    Phil: E qual è stato il più brutto?
    Ed: Sempre quello.

Altri progetti[modifica]