Scuola di ladri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Scuola di ladri

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Scuola di ladri

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1986
Genere comico
Regia Neri Parenti
Soggetto Castellano e Pipolo
Sceneggiatura Castellano e Pipolo, Neri Parenti
Produttore Mario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Interpreti e personaggi

Scuola di ladri, film italiano del 1986 di Neri Parenti, con Paolo Villaggio, Massimo Boldi e Lino Banfi.

Frasi[modifica]

  • [Amalio sta per mangiare un panino ma uno dei suoi cani approfitta di un momento di distrazione e glielo azzanna] Aliprèndo Siraghi... Ah dev'essere da parte di mamma! Ma io non c'ho zii chi cheevolo è questo? Aliprèndo... Aliprèndo de li mortècci tua!!! Me lo fate apposta me lo fate? Tiè! Andetevelo a prendere! (Amalio Siraghi)
  • Perché ladri non si nasce... ma si diventa. Con metodo. Abnegazione. Professionalità. Così ho deciso di insegnarvi tutti i trucchi del mestiere. Allora: D'accordo? (Aliprando)
  • Nero! Voglio che in un mese tu mi trasformi queste tre carcasse umane in perfetti esperti del crimine! Forti! Coraggiosi! Efficienti! Tre veri ladri! (Aliprando)
  • [Amalio tenta di vendere il carcere di Regina Coeli ad un americano] Ecco questo è il carc... il caaaseggieto in vendita. (Amalio)

Dialoghi[modifica]

  • [Lo zio Aliprando mentre spiega la sensibilità dell'allarme in gioielleria]
    Aliprando: Avete sentito... Il mio rumore superiore ad un decibel... [fa il segno della croce nel senso che è finita]
    Dalmazio: Eeeee... e... scu.. scusi... e superiore a... a.. du.. due?
  • Amalio: Cioè penzavamo a un certo momento che per dirla papèle papèle il discorso è che... che che...
    Aliprando: In italiano. E scandito.
    Egisto: Devi scandurre.
    Amalio: Insomma... Chero zio, scandendo bene, penzo che siamo d'accordo tutt'e tre!
  • Annunciatrice TV: Va ora in onda un film di Alfred Hitchcock: Caccia al ladro
    Aliprando (a Nero): Spegni Nero, spegni. Non mi sono mai piaciuti i documentari.
  • [Egisto, Dalmazio e Amalio parlano in macchina con lo zio dopo essere usciti di galera]
    Egisto: Lo sapevo, lo sapevo! Cosa centriamo noi? Non abbiamo fatto niente di male! È tutta colpa sua! (allude ad Amalio)
    Amalio: Che poi non è questo il discorso. È che ci dev'essere stato qualche figlio di puttana che ha fatto la soffiata!
    Dalmazio: Io...io a questo qui se lo incontro, gli faccio un cu...
    Aliprando: Ma sono stato io, miei cari. Perché il carcere indurisce, forgia, tempra. È un'esperienza necessaria e indispensabile proprio per farvi vedere quant'è duro, affinché in seguito facciate il possibile per evitarlo. Contenti?
    [Egisto, Dalmazio e Amalio protestano in modo confuso]
    Aliprando: Per favore!! Uno alla volta eh?! Parli uno alla volta, però bene scandito.
    Egisto: Zio...
    Dalmazio: ...Aliprando...
    Amalio: Vaffanculo!
  • Egisto: Zio, volevo darti una bella notizia.
    Aliprando: Ah, finalmente! Dimmi, dimmi, di che si tratta?
    Egisto: Sai, Marisa e io...
    Aliprando: Sì.
    Egisto: ...ci amiamo...
    Aliprando: Sì.
    Egisto: ...e allora vorremmo sposarci.
    Aliprando: Non se ne parla nemmeno!
    Egisto: Perché?
    Aliprando: Ma perché no! Se tu ti sposi vorrai passare tutte le notte con lei, no?
    Egisto: E certo!
    Aliprando: E invece no!
    Egisto: Ma perché?
    Aliprando: Ma perché...perché ti debilita, i riflessi si appannano, non sei più lucido nel lavoro. Permesso negato: alla fine dell'anno, chiusura della società, fai quello che vuoi.
    Egisto: Beh, ti dico una roba: o mi dai il permesso o mi levo dalle balle, chiaro!
    Aliprando: Che cos'è? Un ricatto?
    Egisto: Sì!
    Aliprando: Allora sposati pure, ma a una condizione però: che da qui alla chiusura della società a fine d'anno, tu e Marisa non vi dovete né vedere né frequentare, chiaro?
    Egisto: No, chiaro no, non capisco il concetto, cosa vuol dire?
    Aliprando: Nessun rapporto sessuale!
    Egisto: Neanche la prima notte?
    Aliprando: Ma soprattutto la prima notte!
    Egisto: Che cos'è? Un ricatto?
    Aliprando: Sì!
    Egisto: E allora me le taglio!
    Aliprando: Cazzi tuoi...

Altri progetti[modifica]

Scuola di ladri di Neri Parenti
Scuola di ladri · Scuola di ladri parte seconda